Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

delucidazioni carico

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDirtyDeeds

0
voti

[1] delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utentenicoct » 12 gen 2018, 18:17

salve stavo realizzando un alimentatore duale regolabile con gli integrati LM317-LM337; volevo fare delle prove non a vuoto ma utilizzando un carico.
mi sono ritrovato in casa delle lampadine PY21W
https://www.auto-doc.it/osram/7002644?grmk=1&gclid=EAIaIQobChMIyuCb8ebS2AIVEo-aCh2NdQDKEAEYASABEgLxZfD_BwE
che funzionano con 24 V e hanno un potenza di 21 watt .
la mia domanda è questa:
- poiché dall' alimentatore (con il trasformatore che ho a disposizione) riesco a tirar fuori una tensione massima di +9 e -9 V, posso con questa tensione alimentare il carico e quindi la lampadina si può illuminare?
Grazie per la risposta. O_/
Avatar utente
Foto Utentenicoct
108 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 140
Iscritto il: 2 nov 2010, 15:56

1
voti

[2] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utentesetteali » 12 gen 2018, 18:49

Le puoi usare come carico.
Certamente con tensioni più basse dei 24 V avrai una luminosità più bassa.
Sempre che l'alimentatore abbia una corrente sufficiente, sia dal trasformatore che dai regolatori .
Ad esempio anche l'LM317 avrà difficoltà a darti la corrente che può richiedere la lampada, o forse è al limite.
Comunque la puoi usare benissimo , anche per provare alimentatori vari fino a 24 V, hai subito sotto gli occhi la situazione dell'alimentatore e sta a te valutare il funzionamento, in un secondo tempo usando il multimetro puoi fare le misure con precisione.
O_/
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
3.487 3 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2001
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

1
voti

[3] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utentenicoct » 12 gen 2018, 18:55

ok grazie della risposta...
con gli LM317-337 riesco a tirar fuori al massimo 1,5 A e quindi ce la dovrei fare con la corrente (almeno spero)...faccio la prova con l 'alimentatore da banco e vediamo se si accende con i 18 V e quanto assorbe.... O_/ e poi circuito con il prototipo che ho realizzato...
Avatar utente
Foto Utentenicoct
108 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 140
Iscritto il: 2 nov 2010, 15:56

1
voti

[4] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utentesetteali » 12 gen 2018, 19:03

:ok: io la uso sempre per veder se gli alimentatori funzionano o meno, è sempre un carico che mi dà una risposta visiva che poi valuterò.
O_/
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
3.487 3 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2001
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

2
voti

[5] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utentevenexian » 13 gen 2018, 14:48

Tieni conto che sottoalimenti delle lampadine a incandescenza, la loro resistenza interna è inferiore a quella che hanno quando alimentate a piena potenza, a causa del filamento che non raggiungendo la temperatura prevista ha appunto una resistenza inferiore.
Avatar utente
Foto Utentevenexian
4.216 1 4 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1319
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

4
voti

[6] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 13 gen 2018, 16:46

La non linearita` delle lampade potrebbe anche impedire l'accensione quando la corrente della sorgente e` limitata, come nel caso del 317. Potrebbe capitare che quando colleghi la lampada questa non si accenda o fornisca una tensione molto bassa, anche se tutto funziona normalmente.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
99,9k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 17936
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

1
voti

[7] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utentevenexian » 14 gen 2018, 2:53

Il sistema avrebbe due punti di equilibrio con temperature differenti del filamento.

Una memoria... incandescente.

Alimentando la lampada con una corrente di bias la si potrebbe accendere con un impulso di corrente positivo e spegnere con un impulso negativo.

Come memoria non sarebbe certo veloce e neppure compatta, ma avrebbe la visualizzazione intrinseca dello stato. :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utentevenexian
4.216 1 4 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1319
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

1
voti

[8] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 14 gen 2018, 9:10

come già detto le lampadine non sono affatto un carico ideale, sono carichi induttivi e che richiedono una corrente iniziale di spunto maggiore di quella nominale...un po' come i motori.

Vengono usate più che altro come carichi di potenza, per la facilità di smaltimento calore.

Per testare alimentatori sarebbe meglio usare resistenze corazzate, costano pochi euro...o per lo meno procurati anche lampadine meno potenti da inserire progressivamente in parallelo
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,3k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6998
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[9] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utentespeedyant » 14 gen 2018, 12:33

Io quando devo controllare alimentatori atx "problematici" utilizzo due resistenze ceramiche, una da 10 ohm e l'altra da 5,6 ohm, entrambe da 10 watt
Son quello delle domande strane!
Avatar utente
Foto Utentespeedyant
2.971 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 2139
Iscritto il: 9 lug 2013, 18:29
Località: Torino

1
voti

[10] Re: delucidazioni carico

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 14 gen 2018, 12:36

esatto, io in casi estremi come lo "scariccatore" che dissipa 2-300W ho usato le corazzate su radiatore.

Ma per prove veloci una corazzata regge anche senza radiatore, e può reggere potenze ben maggiori della nominale per test MOLTO veloci :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,3k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6998
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 11 ospiti