Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Benvenuto in ElectroYou,

la comunità dei professionisti e degli appassionati del settore elettrico. Scopri di più

Crea il tuo Blog

Pubblica le tue idee, le tue riflessioni ed i tuoi progetti nel tuo blog personale
Scopri come

Partecipa al Forum

Trova le risposte alle tue domande grazie agli altri utenti di ElectroYou
Vai al forum


I migliori articoli dai blog degli utenti

Foto Utente m_dalpra, pubblicato 3 giorni fa, 194 visualizzazioni

Con il presente articolo vorrei dare alcuni spunti per il dimensionamento di massima di una Rete di Media Tensione relativa ad una grande utenza, impianto molto più diffuso di quello che si possa pensare. L'articolo contiene anche alcune considerazioni personali che non nascondo essere "polemiche" contro alcune prassi di progettare solo al fine di generare carta, senza fare l'interesse del committente.

La progettazione di una rete in Media Tensione di utente è generalmente un compito piuttosto semplice: per il suo dimensionamento non servono particolari calcoli e il numero di componenti presenti sul mercato per questo tipo di applicazioni è estremamente ridotto. Questo comporta un vantaggio significativo: il progettista può dedicare maggior tempo alla definizione dell'architettura dell'impianto, concentrandosi sulla semplicità di gestione e di esecuzione delle manovre ed infine, da non trascurare, sull'efficienza energetica. Troppo spesso infatti ho visto impianti elettrici industriali e del terziario progettati con enormi cabine centralizzate, nelle quali enormi trasformatori facevano sentire tutto il loro peso con enormi correnti di corto circuito riversando ovviamente enormi costi nei quadri in bassa tensione. Impianti centralizzati che significano anche lunghezze importanti dei cavi di bassa tensione per raggiungere le utenze, con conseguenti perdite energetiche sensibili dovute appunto ai cavi.

[...]

Foto Utente 6367, pubblicato 7 giorni fa, 132 visualizzazioni

In molti si chiedono quali siano i corretti requisiti per gli interruttori differenziali da usare per la ricarica dei veicoli elettrici. Requisiti che sono cambiati in modo sostanziale a seguito della CEI 64-8; V5 (sezione 722) che si è adeguata, con qualche piccola differenza, alle norme già emesse a livello internazionale ed europeo.

Ci riferiamo qui alla ricarica in corrente alternata modo 3 (stazioni di ricarica installate in modo fisso con funzioni pilota e gli appositi connettori). La norma CEI 64-8 si riferisce al modo 3 parlando di "stazioni di ricarica fornita di una presa a spina o di un connettore per veicoli elettrici in accordo con la serie di norme CEI EN 62196" dato che, alla nota successiva, la norma spiega che i requisiti per le stazioni in corrente continua (modo 4) sono allo studio, quindi per esclusione si riferisce proprio alla ricarica in corrente alternata modo 3 (che appunto utilizza connettori conformi alla CEI EN 62196-2). Per un ripasso dei modi di ricarica si può vedere, per esempio, questo articolo.

[...]

Foto Utente mir, pubblicato 22 giorni fa, 287 visualizzazioni

L’idea l’ho presa in prestito da questo articolo di richiurci, mi è piaciuta e l’ho trovata molto utile/pratica. Consente di risalire alle esposizioni presenti nel blog e/o realizzate da un utente, in maniera veloce qualora ad esempio si ricordi l’autore di quella realizzazione e senza dover utilizzare il motore di ricerca. Un’altra idea potrebbe essere quella di realizzare una pagina degli indici postati da ogni utente (che abbia realizzato quello del proprio blog) e da lì potrà partire la ricerca della realizzazione dell’autore che interessa. Per quel poco che possano servire, trascrivo di seguito l’elenco dei miei appunti sparsi ..

1 Stabilizzare una tensione con la serie 78XX 2 Breve descrizione del diodo Led 3 Cenni sui Sistemi di protezione a bassissima tensione 4 Protezioni passive contro i contatti indiretti

[...]

Foto Utente wruggeri, pubblicato 1 mese fa, 269 visualizzazioni

Bentornato, caro lettore! Dopo tanto tempo, ricominciamo queste nostre discussioni sui metodi formali e sulle loro basi teoriche: in questo articolo, proseguiremo la nostra analisi della logica proposizionale, adottando questa volta il punto di vista di un "teorico" (ma non troppo!) dei linguaggi formali, e contestualmente vedremo il problema della soddisfacibilità delle formule proposizionali, il quale rappresenta uno dei problemi più importanti nell'ambito dei metodi formali (come vedremo prossimamente) e non solo. Anzitutto, quel che faremo sarà descrivere un po' cosa sono i linguaggi formali, in modo da acquisire la terminologia e le basi teoriche che ci occorrono; a seguire, definiremo a dovere il linguaggio della logica proposizionale e accenneremo brevemente (molto brevemente!) al suo utilizzo nell'ambito delle dimostrazioni; per finire, tratteremo il problema della soddisfacibilità, ovvero la ricerca di una condizione che renda vera una certa formula, e vedremo un fondamentale algoritmo che useremo tantissimo quando parleremo effettivamente di metodi formali.

[...]

Foto Utente m_dalpra, pubblicato 1 mese fa, 321 visualizzazioni

Oggi vi presento un articolo relativo ad un problema squisitamente informatico ma di recente attualità, la Blockchain. E' stato scritto da Christopher Tozzi, un ricercatore americano noto nel settore, ma che lo affronta in modo divulgativo senza troppi tecnicismi. Ho ritenuto fosse il caso di tradurlo dall'inglese all'italiano perché la tematica è sempre più presente in molti settori, come ad esempio la logistica, la supply-chain ed il mondo fintech. Talvolta, esagerando, in alcuni mezzi di informazione, convegni e portali specializzati, la blockchain viene spacciata come la soluzione di ogni male. In realtà non è così e le sue applicazioni sono indirizzate ad alcuni casi specifici. Mi è quindi sembrato opportuno tradurre l'articolo per dare un contributo a fare chiarezza sull'argomento.

[...]

Foto Utente rodolfok, pubblicato 2 mesi fa, 943 visualizzazioni

Alimentatore regolabile da 1.3 V a 35 V, costruito a partire da due alimentatori switching per notebook e dotato di regolazione lineare basata su LM317 e transistor PNP di potenza.

La corrente massima è di 3.25 A, limitabile in funzione della dissipazione utilizzata. Protezione da cortocircuito mediante circuito di cut-off a relé.

Il progetto è nato dall'esigenza di disporre di un alimentatore stabilizzato a tensione variabile per il mio laboratorio casalingo.

A partire da un insieme di componenti già a disposizione, ho cercato uno spunto da cui partire e individuato un circuito pubblicato dalla rivista Nuova Elettronica, al quale mi sono ispirato: si tratta del n. 172-173, lo schema è il seguente:

[...]

Foto Utente BONANG, pubblicato 2 mesi fa, 379 visualizzazioni

Quale sistema predisporre per la ricarica conduttiva dei veicoli elettrici targati in autorimesse condominiali, verificando prioritariamente se le medesime sono soggette al controllo dei VV.F. ai sensi DPR 151 del 1/8/2011?

Per fornire una risposta, la più esauriente possibile sono partito evidenziando a me stesso le esigenze primarie del condomino medio ma anche dello amministratore dello stabile, e sono giunto a definire queste necessità:

· di evitare lavori nella unità abitativa.

· evitare nuovi onerosi contratti con l’Ente Distributore.

· demandare ad un progettista iscritto all’Albo sia la progettazione impiantistica a regola d’arte che la progettazione di sicurezza antincendio e ad un installatore qualificato la realizzazione dell’impianto.

[...]

Foto Utente admin, pubblicato 2 mesi fa, 1.049 visualizzazioni

Un utente è andato a ripescare nel forum un esercizio, di 10 anni fa, su un sistema trifase in cui compariva una strana potenza reattiva capacitiva assorbita da una fase in cui non c'era alcuna capacità. Ho pensato allora di riproporre quel tipo di esercizio per discuterlo con più dettagli di quanti apparissero nel topic antico. L'esercizio prevede un sistema di alimentazione trifase simmetrico, con generatori a stella senza distribuzione del neutro che alimenta un carico trifase equilibrato collegato a stella, ed un carico monofase derivato tra fase e fase. Si tratta di trovare le correnti erogate dai generatori e le potenze, attiva e reattiva, da essi erogate ed impegnate nelle fasi. Svolgeremo l'esercizio con quelle specifiche, ma anche considerando tensioni dissimmetriche e carico trifase squilibrato. Lo schema è il seguente

[...]

Foto Utente BONANG, pubblicato 3 mesi fa, 1.257 visualizzazioni

Il CEI ha pubblicato la variante della Norma CEI 64-8;V5 2019-02 che è entrata in vigore dal 1/3/19 e che ha superato l'inchiesta pubblica come Progetto C. 1218 (scaduta il 31/5/2018). Questa Variante contiene la nuova Sezione 443 della Norma CEI 64-8/4, la nuova Sezione 534 della Norma CEI 64-8/5 e la nuova Sezione 722 della Norma CEI 64-8/7. La nuova Sezione 443 recepisce con modifiche la HD 60364.4-443:2016-02 mentre la Sezione 534 la HD 60364.5-534:2016-02. La new Sezione 722 (Alimentazione dei veicoli elettrici) recepisce con modifiche la Norma HD 60364-7-722:2015-02. Nel frattempo l'analoga IEC del 2015 è stata sostituita dalla IEC 60364-7-722:2018 che non è stata ancora recepita in Cenelec. Visto l'utilizzo particolare di questa Sezione verrà trattata in altri articoli/post specifici. Nelle Generalità Sez. 443 si specifica le prescrizioni per la protezione degli impianti elettrici contro le sovratensioni transitorie di origine atmosferica trasmesse attraverso la rete di distribuzione dell'energia elettrica, comprese le fulminazioni dirette sul sistema di alimentazione, e quelle contro le sovratensioni dovute a manovre.

[...]

Foto Utente sebago, pubblicato 3 mesi fa, 944 visualizzazioni

Dicono così i miei alunni di quinta, mutuando il gergo da quello che un tempo fu dei militari di leva (allora si diceva “100 all’alba”), per indicare la distanza temporale che li separa dall’inizio dell’esame di stato, e anche per indicare lo spuntino (nel senso “sardo” del termine,beninteso) al quale mi invitano e al quale purtroppo, anche quest’anno, ho dovuto rinunciare. Vabbè…parliamo d’altro.

Il percorso di arrivo all’esame di stato è anche quest’anno irto di complessità. Le linee guida della riforma dell’istruzione professionale (partendo da Tremonti-Gelmini e passando da Boschi-Renzi), hanno prodotto il frutto scombiccherato di una figura professionale (quella che dovrebbe uscire dai cinque anni di corso) sospesa tra il fantascientifico e l’illusorio. Ai tre noti corsi di un tempo (tecnici di industrie Elettriche, Elettroniche,Meccaniche), che avevano almeno un’identità chiara e tentavano di dare fondamenti solidi nelle discipline guida, i maestri pensatori ministeriali hanno scelto di individuare un unico corso di Manutenzione e Assistenza Tecnica.

[...]

Foto Utente m_dalpra, pubblicato 3 mesi fa, 1.363 visualizzazioni

Più volte mi sono trovato davanti ad un progetto di edifici che richiedono la presenza di Gruppi Elettrogeni come fonte di alimentazione di emergenza e/o riserva, ed altrettante volte mi sono chiesto se fosse il caso di progettare l'impianto di Bassa e Media Tensione con gruppi elettrogeni capaci di funzionare sia in isola che in parallelo con la rete. La questione è sia tecnica che economica, ma aggiungerei che è anche psicologica. Vediamo qualche elemento chiave.

Il mio primo gruppo elettrogeno l'ho toccato con mano che ero alle scuole medie. Mio padre a quel tempo (1980 circa) mi aveva portato in un cantiere di uno stabilimento in costruzione nel pordenonese, dove stava realizzando cabina e tutto quello che serviva. A quel tempo la cultura del gruppo elettrogeno, rigorosamente Diesel, era molto semplice : si trattava di macchine nate esclusivamente per funzionare in mancanza della tensione di rete o comunque in una situazione di emergenza, e quindi "in isola". Rigorosa era la presenza anche della coppia di interruttori BT, "Rete" e "Gruppo" interbloccati sia elettricamente che meccanicamente, per escludere qualunque remota possibilità di parallelare il generatore con la rete. A quel tempo il parallelo era difficilmente immaginabile dell'impiantista medio, era visto come una manovra molto complessa, inoltre richiedeva dispositivi di controllo/regolazione che praticamente non conosceva nessuno. Cose che rasentavano la mitologia e che potevano permettersi solo colossi come ENEL o FIAT!

[...]

Foto Utente mario_maggi, pubblicato 4 mesi fa, 569 visualizzazioni

L’acronimo MTBF - Mean Time Between Failures - si riferisce ad un numero che di fatto fornisce un indice di affidabilità di un certo circuito elettronico o apparecchiatura completa.

Si tratta di un numero che può risultare molto difficile da calcolare, e che talvolta dà una indicazione fuorviante, se considerato a se stante.

La probabilità che un’apparecchiatura svolga per un certo tempo la funzione per la quale è stato progettato si chiama affidabilità. Un buon valore di MTBF ed una lunga probabilità di vita di un’apparecchiatura aiutano il venditore della stessa a convincere più clienti all’acquisto.

Più di 50 anni fa è stata pubblicata negli USA la norma militare MIL-HDBK-217 che ha definito per la prima volta una metodologia standardizzata per misurare l'affidabilità, la stessa usata dai militari statunitensi. All’interno di questa norma sono state due tipologie di calcolo, il “Parts Count Prediction” ed il “Parts Stress Prediction”, che considerano rispettivamente la previsione in base al numero di componenti e la previsione in base alla sollecitazione delle parti. Negli anni lo standard è stato modificato e migliorato, l’ultima versione tuttora in uso è la MIL-HDBK-217F, che è impiegata anche in molti altri settori.

[...]

Foto Utente admin, pubblicato 4 mesi fa, 494 visualizzazioni

Non avevo uno scopo particolare quando, sette anni fa, avevo iniziato questo articolo. Era solo un modo per esercitarmi e divertirmi un po' con FidoCadJ. Sulle illusioni ottiche si trova già di tutto in internet, ed anche nel nostro sito c'è un articolo sullo stesso tema. Io ogni tanto ne ho realizzata qualcuna utilizzando, come detto, FidoCadJ. Preciso: le ho realizzate copiandole, non sono riuscito ad inventarne nemmeno una! Mi piacerebbe avere un po' di testa simile a quella di chi le inventa, ma mi debbo accontentare della mia :(. Però proprio mentre scrivevo questa premessa, mi sono detto: "Perché non incitare gli utenti di Electroyou ad inventarne qualcuna di originale?" Bene. Allora ecco l'occasione per lanciare il concorso:

[...]

Foto Utente rodolfok, pubblicato 4 mesi fa, 1.442 visualizzazioni

Tempo fa comprai in un mercatino, per soli 2€, un alimentatore Microset Micro 235 come non funzionante, che aveva semplicemente un condensatore dissaldato. Dopo averlo sistemato ne verificai il corretto funzionamento. L'alimentatore originale è quello in fig. 1, anche se non è il mio perché non l'ho fotografato prima di modificarlo e regalarlo a un amico. Rispetto a quello in mio possesso ci sono solo alcune piccole differenze nella grafica del frontale e nel colore dell'interruttore.

Prima di fare la riparazione ho cercato lo schema elettrico e non trovandolo l'ho ricavato abbastanza facilmente seguento le tracce del CS e identificando i pochi componenti. In fig. 2 lo schema elettrico originale.

[...]

Foto Utente admin, pubblicato 5 mesi fa, 1.377 visualizzazioni

Un discreto numero di utenti di Electroyou è costituito da studenti, i quali spesso chiedono aiuto per la risoluzione di esercizi. Generalmente sono svolti nel forum, preferibilmente con una interazione didattica tra l'esperto o gli esperti disponibili e lo studente. Pensavo, tempo fa, quando mi illudevo ancora che questo sito fosse apprezzato per il suo intento formativo, di raccoglierli ed organizzarli in modo da poter essere parte di un testo di Elettrotecnica di base, generato proprio dalla mia attività internettiana. Poi le cose vanno diversamente da come si sogna, sia perché l'impresa presenta obiettive difficoltà, sia perché intervengono fattori esterni che rallentano, se non fermano, lo sviluppo del sito, sia perché molti legami instauratisi si sfaldano e c'è sempre chi arriva ad insegnarti cosa fare e come farlo, liquefacendo la passione originaria, ma fondamentalmente perché manca la determinazione necessaria, e probabilmente anche la capacità per portarla a termine. Beh, insomma, tutta la pappardella iniziale vuol essere una premessa (magari con un messaggio subliminale) per giustificare il titolo di questo articolo in cui riporto alcuni degli esercizi raccolti dal forum.

[...]
1234567...>>

(101 pagine)


Utenti con più Reputation

  1. 1gianniniivo +185

    185 2 5

  2. 2abusivo +2605

    8.805 4 4 7

  3. 3setteali +1609

    5.026 4 5 7

  4. 4PietroBaima +4622

    76,2k 6 12 13

  5. 5EdmondDantes +3880

    8.780 8 11 13

  6. 6BrunoValente +2775

    31,7k 6 10 13

  7. 7m_dalpra +1445

    29,7k 6 10 12

  8. 8lillo +2250

    17,5k 7 12 13

  9. 9iosolo35 +4178

    41,6k 7 11 12

  10. 10elektronik +969

    3.427 4 5 7

  11. 11MarcoD +1144

    6.150 4 8 13

  12. 12elfo +1000

    2.749 2 4 7

  13. 13sebago +838

    14,9k 3 10 13

  14. 14richiurci +3487

    27,3k 7 11 13

  15. 15Piercarlo +1300

    21,5k 6 10 13

  16. 16edgar +523

    5.067 3 3 8

  17. 17IsidoroKZ +3900

    103,5k 8 12 13

  18. 18ted +10

    10 1

  19. 196367 +1872

    18,6k 5 9 12

  20. 20Pastor +15

    15 3

  1. 1PietroBaima +4622

    76,2k 6 12 13

  2. 2iosolo35 +4178

    41,6k 7 11 12

  3. 3mir +4054

    59,5k 9 12 13

  4. 4IsidoroKZ +3900

    103,5k 8 12 13

  5. 5EdmondDantes +3880

    8.780 8 11 13

  6. 6richiurci +3487

    27,3k 7 11 13

  7. 7BrunoValente +2775

    31,7k 6 10 13

  8. 8fpalone +2760

    11,4k 5 7 10

  9. 9abusivo +2605

    8.805 4 4 7

  10. 10venexian +2263

    6.049 2 4 7

  11. 11lillo +2250

    17,5k 7 12 13

  12. 12brabus +2181

    18,2k 3 11 13

  13. 136367 +1872

    18,6k 5 9 12

  14. 14WALTERmwp +1713

    21,9k 4 8 13

  15. 15Max2433BO +1710

    7.404 3 6 9

  16. 16boiler +1653

    14,6k 4 7 13

  17. 17setteali +1609

    5.026 4 5 7

  18. 18claudiocedrone +1474

    14,1k 4 6 9

  19. 19m_dalpra +1445

    29,7k 6 10 12

  20. 20dimaios +1434

    28,4k 7 10 12

  1. 1IsidoroKZ

    103,5k 8 12 13

  2. 2PietroBaima

    76,2k 6 12 13

  3. 3TardoFreak

    73,4k 8 12 13

  4. 4mir

    59,5k 9 12 13

  5. 5carlomariamanenti

    58,4k 5 10 13

  6. 6attilio

    57,8k 8 12 13

  7. 7DirtyDeeds

    55,7k 7 11 13

  8. 8g.schgor

    52,9k 9 12 13

  9. 9RenzoDF

    52,1k 8 12 13

  10. 10Mike

    51,5k 7 10 12

  11. 11iosolo35

    41,6k 7 11 12

  12. 12marco438

    36,9k 7 11 13

  13. 13Guerra

    34,6k 6 11 13

  14. 14carloc

    33,1k 5 11 13

  15. 15Candy

    32,4k 7 10 13

  16. 16Paolino

    31,9k 8 12 13

  17. 17BrunoValente

    31,7k 6 10 13

  18. 18simo85

    30,8k 7 12 13

  19. 19m_dalpra

    29,7k 6 10 12

  20. 20dimaios

    28,4k 7 10 12

Ultimi topics dal forum

Vai al Forum

Altri articoli degli utenti

Vedi tutti gli articoli degli utenti

Ultime attività degli utenti

Oggi

matxx, BrunoValente e lelerelele hanno aggiunto una risposta all'argomento transistor bruciato 4 minuti fa

+5lillo ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: Problema dei rifiuti 5 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Problema dei rifiuti 5 minuti fa

+5adert ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: Auto elettrica 34 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Auto elettrica 34 minuti fa

Kronos, EMM e altri 2 hanno conquistato la medaglia di bronzo "Primo Post" 37 minuti fa

Kronos ha aggiunto una risposta all'argomento Thevenin con generatore dipendente 37 minuti fa

Kronos, EMM e Marco97 hanno conquistato la medaglia di bronzo "Primo Topic" 37 minuti fa

Kronos ha creato l'argomento Thevenin con generatore dipendente 37 minuti fa

m_dalpra ha taggato Poirot nel post Re: Criptovalute un'ora fa

edgar, MarcoD e altri 2 hanno aggiunto una risposta all'argomento modulatore schema 2 ore fa

aisenauer e lucaking hanno aggiunto una risposta all'argomento alimentazione striscie led armadio 3 ore fa

gianniniivo ha aggiunto una risposta all'argomento TCA965 Clone 4 ore fa

+5paolo a m ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: Come compilare allegato E per detrazione ENEA? 4 ore fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Come compilare allegato E per detrazione ENEA? 4 ore fa

EdmondDantes, ted e Marco97 hanno aggiunto una risposta all'argomento Matrice ammettenza doppio bipolo 4 ore fa

elektronik ha aggiunto una risposta all'argomento Modifica timer 12 ore con ic 4060 5 ore fa

elektronik ha creato l'argomento Modifica timer 12 ore con ic 4060 5 ore fa

Pastor ha cancellato il suo nome, ha modificato la sua minibiografia 5 ore fa

amaze1 ha aggiunto una risposta all'argomento SPD classe 2 in esecuzione 3+1 6 ore fa

Marco97 ha creato l'argomento Matrice ammettenza doppio bipolo 6 ore fa

BONANG ha modificato il suo nome in ANGELO BONFANTI, ha modificato la sua minibiografia 6 ore fa

Duracell ha aggiunto una risposta all'argomento Sgancio emergenza autorimessa 2 7 ore fa

settembre ha creato l'argomento modulatore schema 8 ore fa

+5elfo ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: TCA965 Clone 8 ore fa