Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Iniziare coi PIC

Tipologie, strumenti di sviluppo, hardware e progetti

Moderatore: Foto UtentePaolino

0
voti

[1] Iniziare coi PIC

Messaggioda Foto Utentejumpjack » 3 giu 2006, 14:32

Vorrei iniziare a creare il mio primo progetto con un PIC, e cosi' ho iniziato a cercare un po' di info su internet. Ne ho trovate una marea... ma danno tutte per scontato una cosa: DA DOVE INIZIO?
Voglio dire: compro un PIC, e ok.
POI???
Come lo programmo?
I vari programmatori di PIC che ho trovato hanno prezzi dai 50 ai 200 euro! :shock: Perche' questa differenza?
Hp poi letto di una certa intefaccia ICSP: a quanto capisco, basta collegare una scheda ICSP al PC tramite un cavo seriale per poter programmare un PIC? Non serve nient'altro?
Questa, per esempio, sembrerebbe proprio fare al caso mio:
http://www.acmesystems.it/?id=263

A me serve per l'appunto di attivare 4 solenoidi secondo una certa sequenza: quindi, mi basta comprare questa scheda, comprare un PIC, scaricare il SW di programmazione, e nient'altro? A quel punto devo solo scrivere il mio programma per il PIC?
-- Jumpjack --
Avatar utente
Foto Utentejumpjack
354 1 2 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 402
Iscritto il: 2 giu 2006, 21:34

0
voti

[2]

Messaggioda Foto Utenteaduri » 4 giu 2006, 20:33

Io ti consiglierei di prendere un Kit tipo quello di NE.
Io l'ho realizzato con successo e ti permette poi con successivi kit di espanderlo ed usarlo come scheda di prova con pulsanti, led, tastiera, lcd.
In alternativa potresti andare nel sito di Fiser dove oltre a proporre un programmatore e' un ottimo sito informativo sui PIC utilizzando il C di
Picclite (compilatore free).
Ecco il link
http://www.jofi.it/fiser/page12.html
Avatar utente
Foto Utenteaduri
410 1 5 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 29 giu 2005, 23:13
Località: Genova

0
voti

[3]

Messaggioda Foto Utentejumpjack » 5 giu 2006, 8:05

Io ti consiglierei di prendere un Kit tipo quello di NE.

Abbiate pieta' per un principiante, non usate acronimi senza spiegarmeli!! :roll:
-- Jumpjack --
Avatar utente
Foto Utentejumpjack
354 1 2 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 402
Iscritto il: 2 giu 2006, 21:34

1
voti

[4]

Messaggioda Foto UtentePaolino » 5 giu 2006, 9:56

Abbiate pieta' per un principiante, non usate acronimi senza spiegarmeli!!

NE sta per NUOVA ELETTRONICA (http://www.nuovaelettronica.it)
La scheda può fare al caso tuo, ma non ti permette di programmare il PIC. Devi acquistare (o autocostruirti, come suggerisce Aduri) un programmatore per PIC. Va detto che sulla scheda c'è installata la porta seriale, utile per collegare la scheda al PC e comandare (via seriale) l'accensione delle uscite.

Paolo.
Avatar utente
Foto UtentePaolino
32,0k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4187
Iscritto il: 20 gen 2006, 11:42
Località: Vigevano (PV)

0
voti

[5]

Messaggioda Foto Utentejumpjack » 5 giu 2006, 10:03

Paolino ha scritto:
Abbiate pieta' per un principiante, non usate acronimi senza spiegarmeli!!

NE sta per NUOVA ELETTRONICA (http://www.nuovaelettronica.it)
La scheda può fare al caso tuo, ma non ti permette di programmare il PIC.

E questo che vuol dire allora?
"Connettore per programmazione ICSP in circuit "
:?:
Come funziona 'sta "Porta ICSP"??? L'ho vista anche in altre schede.
-- Jumpjack --
Avatar utente
Foto Utentejumpjack
354 1 2 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 402
Iscritto il: 2 giu 2006, 21:34

1
voti

[6]

Messaggioda Foto UtentePaolino » 5 giu 2006, 10:42

Ok, non avevo visto quella parte.
Microchip prevede che per i propri dispositivi FLASH di ultima generazione sia possibile la programmazione in-circuit (ICSP: In-Circuit Serial Programming) mediante il programmatore/debugger ICD2. Puoi acquistare ICD2 direttamente sul sito di Microchip Direct (http://www.microchipdirect.com) ad un prezzo sostanzialmente buono (circa 140 Euro) viste le potenzialità di questo dispositivo. Personalmente lo uso sia in ambito professionale sia a casa e non me ne pento!
Ciao.

Paolo.
Avatar utente
Foto UtentePaolino
32,0k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4187
Iscritto il: 20 gen 2006, 11:42
Località: Vigevano (PV)

0
voti

[7]

Messaggioda Foto Utentejumpjack » 5 giu 2006, 10:49

Che mi dite di questi programmatori economicissimi che ho trovato?
http://www.bubzshop.com/first.htm

Andrebbe bene un 16c84 per un progetto che richiede di temporizzare l'attivazione di 4 solenoidi?
-- Jumpjack --
Avatar utente
Foto Utentejumpjack
354 1 2 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 402
Iscritto il: 2 giu 2006, 21:34

0
voti

[8]

Messaggioda Foto Utentejumpjack » 5 giu 2006, 10:56

Ehi, ecco trovato un ottimo corso "di inizio" (o "iniziazione"? :wink: )
http://robotics.dei.unipd.it/~koral/web ... index.html

Unito a uno stralcio del Corso Tanzilli, penso sia tutto quello che mi serve per inziare, giusto?
Collegamenti di base

Ci sono solo 5 pin che sono necessari al funzionamento del micro e sono:
l’alimentazione (+5V) al pin 14 con un condensatore da 100nF verso massa (pin 5), tra pin 15 e 16 il quarzo (in alternativa risuonatori ceramici o stadio RC) con 2 condensatori verso massa (per il cui dimensionamento occorre guardare nel datasheet ) ed infine il pin 4 MCLR da collegare al +5V a mezzo resistenza da 4,7 kohm (anche da usare con tasto di reset).
-- Jumpjack --
Avatar utente
Foto Utentejumpjack
354 1 2 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 402
Iscritto il: 2 giu 2006, 21:34

0
voti

[9]

Messaggioda Foto Utenteaduri » 5 giu 2006, 12:38

Mi sembra che Paolino sia stato piu' che esauriente nelle risposte.
Io ho sentito tanti pareri discordi riguardo i programmatori di PIC molto economici.
Alcuni (specie quelli senza alimentazione esterna) non seguivano le specifiche del costruttore ed andavano magari bene lo stesso perche' il pic16f84 accettava tensioni di programmazione al di sotto dei 12V (era un errore di progettazione di quella serie).
I chip piu' recenti tipo il 16f628A che ha soppiantato l'84 sono meno di bocca buona.
Ti consiglio quindi cio' che ti ho proposto perche' li ho testati personalmente.

Per cio' che riguarda i corsi ce ne sono una miriade in rete.
Devi innanzitutto decidere con quale linguaggio vuoi programmare
basso livello (assembler) o alto livello (c, basic,....)
Se hai gia' delle esperienze di programmazione di alto livello ci sono tanti compilatori free con cui iniziare ed avere le prime soddisfazioni (cosa da non trascurare) ma se vai avanti e' indispensabile approfondire l'HW e questo lo fai con l'assembler.
Avatar utente
Foto Utenteaduri
410 1 5 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 29 giu 2005, 23:13
Località: Genova

1
voti

[10]

Messaggioda Foto UtentePaolino » 5 giu 2006, 12:54

Un'altra soluzione, decisamente più ad ampio raggio è, sempre di Microchip, il PicStartPlus, che permette di programmare anche i dispositivi CMOS, come il 16C84 che hai citato. Però, perché spendere di più utilizzando dei dispositivi CMOS quando con la tecnologia FLASH si hanno molti più vantaggi a costi decisamente inferiori?
Per quanto concerne la programmazione: sono un amante del C anche se ho sviluppato (e sviluppo) firmware in assembly. Per i PIC ci sono molti compilatori; uno di quelli che ha, a mio avviso, un buon rapporto qualità prezzo lo puoi trovare su http://www.ccsinfo.com. Per l'assembly credo che il corso di TANZILLI possa essere una buona base per partire; tieni conto che i PIC sono macchine RISC ed hanno, per le versioni a 8 bit (esclusi i PIC18) veramente poche istruzioni.

Ciao.

Paolo.
Avatar utente
Foto UtentePaolino
32,0k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4187
Iscritto il: 20 gen 2006, 11:42
Località: Vigevano (PV)

Prossimo

Torna a Realizzazioni, interfacciamento e nozioni generali.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti