Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Tutti gli argomenti relativi ai veicoli elettrici

Moderatori: Foto Utentem_dalpra, Foto Utente6367

3
voti

[1] Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 14 set 2014, 17:34

Questo è un appello che faccio, e forse dovremmo fare tutti, agli imprenditori italiani.

Io ho sempre usato FIAT, fino a qualche anno fa. Con tutti i difetti e i limiti del marchio, il costo mi sembrava adeguato e le prestazioni, in particolare riguardo alcuni aspetti motoristici, erano degne o addirittura di alto livello.

Poi è arrivato Marchionne a peggiorare la situazione, a parlare solo di sindacati e contratto troppo vincolante, e nessuno che gli chiedesse come pensava di vendere auto senza aver sfornato un modello nuovo da ormai troppi anni.

Il risultato è che nel 2010, quando ho deciso di comprare la mia prima auto "grossa" nuova e station Wagon, ho scoperto che non solo FIAT era ferma già da qualche anno, ma mi proponeva solo la Croma (mai piaciuta) o la Alfa 159 (bagagliaio piccolino), per giunta tra le poche auto ancora Euro4 e non proprio a prezzo stracciato.

Ho comprato OPEL.

Oggi diciamo che sono rassegnato, FIAT probabilmente venderà solo catorci enormi adatti agli ammericani.

Il mio prossimo acquisto, visto le soddisfazioni con Eli, potrebbe essere una utilitaria full-electric.

E allora il mio cruccio è il seguente.

Possibile che da tutto il know-how che aveva portato allo sviluppo di Panda Seicento e altre auto elettriche non si riesca a cavar fuori niente?
Possibile che tra i tanti costruttori di quadricicli o mezzi da lavoro full-electric nessuno voglia tentare il passo e offrire un'auto vera, 4 posti ed elettrica?

Eppure mi sembra un momento irripetibile per entrare nel settore automotive, con la FIAT in ritirata e i veicoli elettrici ancora di nicchia, anche se in crescita.
Margini di guadagno più elevati, nessuna necessità di partire subito con grosse produzioni.
Possibilità di iniziare mettendo sul mercato un veicolo con molti pezzi "di acquisto" e solo alcuni componenti di sviluppo interno per dare valore aggiunto.
Probabilmente sarebbe anche relativamente facile accedere a contributi sostanziosi, e/o rilevare fabbriche in dismissione a poco...

Io ho provato anche a sondare qualche costruttore (es Alkè) ma niente, ognuno resta chiuso nel suo mercato consolidato.

Cosa c'è che non va nel mio ragionamento?
Ultima modifica di Foto Utenterichiurci il 14 set 2014, 18:07, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[2] Re: Vorrei un'auto ITALIANA!

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 14 set 2014, 17:56

Il mondo e' cambiato e forse non ce ne vogliamo rendere conto....
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,7k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

2
voti

[3] Re: Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 14 set 2014, 18:06

Ho cambiato titolo, meglio specificare che non mi interessano più le puzzolenti auto con motore a scoppio!

No veramente, mi sapete spiegare questo mistero?

Possibile che in Italia si continua a parlare da decenni di auto a aria compressa #-o e poi nessuno si degna di fare un'utilitaria carina ed elettrica?

Ormai i tempi mi sembrano maturi...

Ma veramente dobbiamo credere che si possa uscire dalla crisi dando qualche altro incentivo all'edilizia? O precarizzando il lavoro dipendente?

Possibile che la patria dei motori abbia talmente tanti pregiudizi da non volerci neanche provare col motore del futuro?
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[4] Re: Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 14 set 2014, 18:12

Ma rifletti,qui e' anche una questione politica europea..
L'italia non e' solo la patria dei motori,ma di tante altre cose come il Buon Vino..e la frutta... :mrgreen:
Ormai importiamo tutto dall'estero,ed esportiamo l'immondizia all'estero...questo ti fa capire qualcosa che
in italia a nessuno (o quasi)interessa investire per il futuro....
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,7k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

5
voti

[5] Re: Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 14 set 2014, 18:36

richiurci,
Possibile che tra i tanti costruttori di quadricicli o mezzi da lavoro full-electric nessuno voglia tentare il passo e offrire un'auto vera, 4 posti ed elettrica?

Si, possibilissimo. Mettere in produzione un'auto "vera" omologata come prodotto di serie oggi costa moltissimo. Tassativamente si devono produrre molte auto elettriche affinche' i costi dei componenti si possano ridurre sensibilmente. Non basta la forza di sole aziende nell'automotive, oggi servono accordi a piu' ampio raggio, come dimostrato dal recente accordo tra il gigante BYD e ABB.
L'Italia non ha speranze in questo campo, gli industriali non ci hanno creduto, nessun governo italiano finora ci ha creduto e quindi non e' stato fatto niente per far nascere questa industria che sara' molto importante nei prossimi anni. Ora e' troppo tardi, i giochi sono gia' stati fatti.
Ricordo nel 1977 quando avevo costruito 3 drive per il Centro Ricerche Fiat, montati su 3 furgoni FIAT 242 a Orbassano, ma allora ero un giovane di belle speranze, ora le speranze sono finite.
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,6k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3402
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

2
voti

[6] Re: Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 14 set 2014, 18:45

Ciao Mario, condivido il tuo pessimismo purtroppo...però un filo di speranza vorrei tenerla!

Forse lo avevi scritto proprio tu, ma non tutto è finito nel 77, l'attività FIAT sulle elettriche è finita nel 2001.

Molte di quelle persone sono ancora attive.

Per quello ho citato i costruttori di altri veicoli, comunque sono già "pratici" di omologazioni e dintorni.

Inverter e motore della Elettra era roba Siemens di derivazione industriale... mica bisogna per forza iniziare con qualcosa di totalmente nuovo.

E i margini di guadagno, visti i prezzi attuali delle elettriche, secondo me permetterebbero ancora un ingresso tardivo nel mercato.

Se rinunciamo anche ai settori innovativi e non ancora in mano a cinesi low-cost, in cosa dobbiamo sperare?

Io mi studierei un po' di agricoltura e dintorni, ma ho 50 anni e sono già pieno di doloretti.... a zappare e vangare mi ci vedo male...

Anche un B&B a Pessano con Bornago lo vedo maluccio....
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[7] Re: Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto UtenteGattomom » 14 set 2014, 18:54

Mi sembra evidente che la Fiat non creda nelle autovetture elettriche e quindi ha deciso di investire diversamente.
E se alla fine avesse ragione la Fiat? Se i numeri delle vetture elettriche rimanessero tali? Tali da non giustificare investimenti stratosferici per omologare una macchina del genere?
Oppure, la Fiat in questo momento, può permettersi di investire in un mercato di nicchia e marginale?
Avatar utente
Foto UtenteGattomom
204 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 212
Iscritto il: 26 lug 2009, 14:26

2
voti

[8] Re: Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 14 set 2014, 19:03

Gattomom?
E se alla fine avesse ragione la Fiat?

la mia sfera di cristallo dice che tra 10 anni il numero di veicoli elettrici sara' superiore a quello dei veicoli termici. Poiche' il tempo medio per progettare e mettere in produzione di serie un veicolo elettrico competitivo e' di circa 5 anni, credo che chi vorra' partecipare a quel mercato debba darsi una mossa.
Ma puo' darsi che il programma sia quello di vendere auto termiche agli arabi, che avranno sovrabbondanza di petrolio in quanto le elettriche potranno funzionare con energie rinnovabili prodotte localmente, da vento, sole e impianti idroelettrici.
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,6k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3402
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

1
voti

[9] Re: Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 14 set 2014, 19:06

E poi a me i piani industriali ( o meglio finanziari) di Minchionne sono sempre più chiari.

Avevano l'Elettra, che con le batterie al litio non sfigura neanche oggi, e l'hanno buttata nel cesso.

Ora i costi di sviluppo (o l'hanno copiata?) li hanno già avuti per la 500e, ma in Europo naaaa...non conviene venderla...solo in america di fianco a quei SUV assurdi!

Eh già, lì devono compensare (sul catalogo...) le emissioni di CO2 di quei catorci che usano per andare ad abbuffarsi di hamburger....
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[10] Re: Vorrei un'auto elettrica ITALIANA!

Messaggioda Foto Utente6367 » 14 set 2014, 19:21

richiurci ha scritto:Questo è un appello che faccio, e forse dovremmo fare tutti, agli imprenditori italiani.


Faccio mio il tuo appello e condivido il tuo cruccio, però:

richiurci ha scritto:Poi è arrivato Marchionne a peggiorare la situazione, a parlare solo di sindacati e contratto troppo vincolante, e nessuno che gli chiedesse come pensava di vendere auto senza aver sfornato un modello nuovo da ormai troppi anni.


Ora non vorrei andare OT però ricordo a tutti che quando Marchionne ha preso in mano la Fiat (prima della grande crisi) essa era data per spacciata, troppo piccola, troppo concentrata sulle vetture piccole ove ci sono meno margini, in perdita in un mercato ove la produzione era eccessiva, nostante tutti i precedenti tentativi di risanamento. Ora, malgrado tutto, la Fiat è viva, gode di discreta salute, un po' produce anche in Italia. Mi sembra strano che Marchionne abbia "peggiorato la situazione".

richiurci ha scritto:Eppure mi sembra un momento irripetibile per entrare nel settore automotive, con la FIAT in ritirata e i veicoli elettrici ancora di nicchia, anche se in crescita.
Margini di guadagno più elevati, nessuna necessità di partire subito con grosse produzioni.


Ho qualche dubbio che oggi il veicolo elettrico dia margini elevati, anzi... La Fiat non sta ferma. Negli USA ha realizzato una 500 elettrica apprezzata (ne venderebbe di più, ma non vuole). Il know how ce l'ha. Tra l'altro ne ha appena importate sei in Italia per il car sharing. Ha già dichiarato che svilupperà ibride plug in (e già oggi il grosso del mercato elettrico è ibrido plu in).
Avatar utente
Foto Utente6367
18,8k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6079
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

Prossimo

Torna a Veicoli elettrici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti