Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Progettazione obbligatoria

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto Utenteandre.rubiu » 20 apr 2009, 12:45

Ciao a tutti, mi trovo in un impianto di produzione di energia elettrica per consulenze e progettazione di nuove sezioni di mpianto. Il D.M. che ha sostituito la legge 46-90 prevede che tutte le opere debbano essere obbligatoriamente progettate nel contesto in cui mi trovo?
IngSAN
Avatar utente
Foto Utenteandre.rubiu
35 1 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 17 mar 2008, 11:13

0
voti

[2] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto UtenteMike » 20 apr 2009, 12:58

La cosa migliore è leggerlo... DM 37/08, prima l'art. 1 sul campo di applicazione, l'art.2 sulle definizioni e poi l'art. 5 e relativo comma 2).
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[3] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto Utenteandre.rubiu » 20 apr 2009, 18:59

Davvero gentilissimi tutti e due...e che pur avendolo letto mi rimaneva qualche dubbio, beati voi che riuscite ad intrerpretare in maniera così univoca e decisa le leggi italiane!
IngSAN
Avatar utente
Foto Utenteandre.rubiu
35 1 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 17 mar 2008, 11:13

0
voti

[4] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto UtenteMike » 20 apr 2009, 20:16

Da come era stata posta la domanda la prima impressione che ho avuto è stata proprio quella della mancanza di lettura o di lettura superficiale, il primo indizio è stata la frase: "...Il D.M. che ha sostituito la legge 46-90..." come minimo ci si ricorda il riferimento della normativa che si è letto :D

A parte queste amenità, per quanto mi riguarda la legge è molto chiara:

Art. 1.

Ambito di applicazione

1. Il presente decreto si applica agli impianti posti al servizio
degli edifici
, indipendentemente dalla destinazione d'uso, collocati
all'interno degli stessi o delle relative pertinenze
. Se l'impianto
e' connesso a reti di distribuzione si applica a partire dal punto di
consegna della fornitura.
2. Gli impianti di cui al comma 1 sono classificati come segue:
a) impianti di produzione, trasformazione, trasporto,
distribuzione, utilizzazione dell'energia elettrica, impianti di
protezione contro le scariche atmosferiche, nonche' gli impianti per
l'automazione di porte, cancelli e barriere;
----

Art. 2.

Definizioni relative agli impianti

1. Ai fini del presente decreto si intende per:
a) punto di consegna delle forniture: il punto in cui l'azienda
fornitrice o distributrice rende disponibile all'utente l'energia
elettrica, il gas naturale o diverso, l'acqua, ovvero il punto di
immissione del combustibile nel deposito collocato, anche mediante
comodato, presso l'utente;
---cut---
e) impianti di produzione, trasformazione, trasporto,
distribuzione, utilizzazione dell'energia elettrica: i circuiti di
alimentazione degli apparecchi utilizzatori e delle prese a spina con
esclusione degli equipaggiamenti elettrici delle macchine, degli
utensili, degli apparecchi elettrici in genere. Nell'ambito degli
impianti elettrici rientrano anche quelli di autoproduzione di
energia fino a 20 kW nominale
, gli impianti per l'automazione di
porte, cancelli e barriere, nonche' quelli posti all'esterno di
edifici se gli stessi sono collegati, anche solo funzionalmente, agli
edifici;

-------

Art. 5.

Progettazione degli impianti

1. Per l'installazione, la trasformazione e l'ampliamento degli
impianti di cui all'articolo 1, comma 2,
lettere a), b), c), d), e), g), e' redatto un progetto.
Fatta salva
l'osservanza delle normative piu' rigorose in materia di
progettazione, nei casi indicati al comma 2, il progetto e' redatto
da un professionista iscritto negli albi professionali secondo la
specifica competenza tecnica richiesta mentre, negli altri casi, il
progetto, come specificato all'articolo 7, comma 2, e' redatto, in
alternativa, dal responsabile tecnico dell'impresa installatrice.
2. Il progetto per l'installazione, trasformazione e ampliamento,
e' redatto da un professionista iscritto agli albi professionali
secondo le specifiche competenze tecniche richieste, nei seguenti
casi:
a) impianti di cui all'articolo 1, comma 2, lettera a), per tutte
le utenze condominiali e per utenze domestiche di singole unita'
abitative aventi potenza impegnata superiore a 6 kW o per utenze
domestiche di singole unita' abitative di superficie superiore a 400
mq;
----cut----
c) impianti di cui all'articolo 1, comma 2, lettera a), relativi
agli immobili adibiti ad attivita' produttive, al commercio, al
terziario e ad altri usi, quando le utenze sono alimentate a tensione
superiore a 1000 V, inclusa la parte in bassa tensione, o quando le
utenze sono alimentate in bassa tensione aventi potenza impegnata
superiore a 6 kW o qualora la superficie superi i 200 mq;
-----cut---
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[5] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto Utenteandre.rubiu » 21 apr 2009, 9:57

Ho tanti di quei numeri in testa che preferisco ricordare solo quelli strettamente necessari..ti ringrazio per il tempo che stai dedicando, però come t già detto il testo del decreto ce l'ho e l'ho letto ma ciò che mi confonde forse è la frase: "Nell'ambito degli impianti elettrici rientrano anche quelli di autoproduzione di energia fino a 20 kW nominale". Mah..la mia idea e che per esempio le linee di alimentazione di nuovi carichi debbano essere progettate..
IngSAN
Avatar utente
Foto Utenteandre.rubiu
35 1 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 17 mar 2008, 11:13

0
voti

[6] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 apr 2009, 12:49

L'art. 5 specifica chiaramente che TUTTI gli impianti devono essere progettati, solo che quelli non rientranti nei limiti del comma 2 possono (non devono) essere redatti dal responsabile tecnico ditta installatrice e son ben pochi e ben delimitati.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[7] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 apr 2009, 15:49

andre.rubiu ha scritto:Ho tanti di quei numeri in testa che preferisco ricordare solo quelli strettamente necessari..ti ringrazio per il tempo che stai dedicando, però come t già detto il testo del decreto ce l'ho e l'ho letto ma ciò che mi confonde forse è la frase: "Nell'ambito degli impianti elettrici rientrano anche quelli di autoproduzione di energia fino a 20 kW nominale". Mah..la mia idea e che per esempio le linee di alimentazione di nuovi carichi debbano essere progettate..


Scusa andre.rubiu ma fatico a capire il dubbio che ti attanaglia, dovresti spiegarti meglio... L'autoproduzione fino a 20 kW è stata introdotta in specifico riferimento al regime di scambio sul posto per gli impianti fotovoltaici (ora portato a 200 kW)... Invece gli impianti di produzione rientrano sempre nel campo di applicazione del DM e si applicano i limiti di cui all'art. 5 comma 2.

Provo a fare qualche esempio:

1) edificio con impianto di cogenerazione a servizio degli utilizzatori dell'edificio -> l'impianto di cogenerazione rientra nel DM 37/08 (ovviamente anche tutto l'impianto di distribuzione).
2) edificio industriale con impianto PV in copertura con potenza di 21 kWp -> l'impianto PV non rientra nel DM 37/08.
3) edificio industriale impianto PV in copertura con potenza < 20 kWp ma che non è associato all'impianto di utilizzazione per il consumo dell'enegia prodotta -> l'impianto PV non rientra nel DM 37/08
4) impianto utilizzatore completamente all'aperto alimentato da un gruppo elettrogeno -> l'impianto di produzione (e nemmeno l'impianto di distribuzione) non rientra nel DM 37/08
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[8] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto Utenteandre.rubiu » 22 apr 2009, 10:48

OK Il dubbio non mi attanaglia più, perché hai confermato il mio pensiero e aggiunto degli efficacci esempi pratici...alla fine cercavo un riscontro e l'ho trovato, grazie..Non mi fido mai solo di me stesso..
Condivido la necessità di progettare quanto debba essere realizzato..ma capite bene che far capire sta cosa in giro non è facile. Il più delle volte confondono il progetto (nel quale si ha la possibilità di pensare a ciò che devi realizzare e quindi ottimizzare il tutto) con della burocrazia, degli inutili fogli di carta che allungano il tempo di realizzazione...Io continuo a cercar di cambiare sta mentalità..grazie mille..nonostante la diffidenza iniziale!! :wink:
IngSAN
Avatar utente
Foto Utenteandre.rubiu
35 1 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 17 mar 2008, 11:13

0
voti

[9] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto Utenteligabue » 31 gen 2010, 16:50

[quote="Mike"]Scusa andre.rubiu ma fatico a capire il dubbio che ti attanaglia, dovresti spiegarti meglio... L'autoproduzione fino a 20 kW è stata introdotta in specifico riferimento al regime di scambio sul posto per gli impianti fotovoltaici (ora portato a 200 kW)... Invece gli impianti di produzione rientrano sempre nel campo di applicazione del DM e si applicano i limiti di cui all'art. 5 comma 2.

Provo a fare qualche esempio:

1) edificio con impianto di cogenerazione a servizio degli utilizzatori dell'edificio -> l'impianto di cogenerazione rientra nel DM 37/08 (ovviamente anche tutto l'impianto di distribuzione).
2) edificio industriale con impianto PV in copertura con potenza di 21 kWp -> l'impianto PV non rientra nel DM 37/08.
3) edificio industriale impianto PV in copertura con potenza < 20 kWp ma che non è associato all'impianto di utilizzazione per il consumo dell'enegia prodotta -> l'impianto PV non rientra nel DM 37/08
4) impianto utilizzatore completamente all'aperto alimentato da un gruppo elettrogeno -> l'impianto di produzione (e nemmeno l'impianto di distribuzione) non rientra nel DM 37/08[/quote]

Scusa Mike, ma nei casi 2 e 3 che hai sopra esposto, significa che non deve essere redatta la DI.CO ai sensi del DM 37/08? Ho capito male? E se così fosse cosa dovrei redigere (cioè cosa rilascio al cliente per dimostrare che il lavoro è fatto a regola d'arte?) :roll:

Grazie.

Saluti.
Avatar utente
Foto Utenteligabue
515 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 457
Iscritto il: 27 nov 2006, 1:43
Località: PUGLIA

0
voti

[10] Re: Progettazione obbligatoria

Messaggioda Foto UtenteMike » 31 gen 2010, 17:01

ligabue ha scritto:Scusa Mike, ma nei casi 2 e 3 che hai sopra esposto, significa che non deve essere redatta la DI.CO ai sensi del DM 37/08? Ho capito male? E se così fosse cosa dovrei redigere (cioè cosa rilascio al cliente per dimostrare che il lavoro è fatto a regola d'arte?) :roll:


Si, nei casi 2) e 3) non si rientra nel campo di applicazione DM 37/08. Puoi rilasciare una dichiarazione alla "regola d'arte" L. 186/68.


Art. 2 comma 1
... omissis...

e) impianti di produzione, trasformazione, trasporto,
distribuzione, utilizzazione dell'energia elettrica: i circuiti di
alimentazione degli apparecchi utilizzatori e delle prese a spina con
esclusione degli equipaggiamenti elettrici delle macchine, degli
utensili, degli apparecchi elettrici in genere. Nell'ambito degli
impianti elettrici rientrano anche quelli di autoproduzione di
energia fino a 20 kW nominale
, gli impianti per l'automazione di
porte, cancelli e barriere, nonche' quelli posti all'esterno di
edifici se gli stessi sono collegati, anche solo funzionalmente, agli
edifici;

..omissis...
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti