Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

problema sul rifasamento

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] problema sul rifasamento

Messaggioda Foto Utentealex407 » 28 giu 2009, 23:30

Salve, premetto che sono nuovo, volevo farvi una domanda che forse è stupida ma la faccio lo stesso: Per rifasare un carico si mette un condensatore in parallelo al carico, ma mi chiedo perché non si mette in serie? Può essere perché così facendo si fa cadere una parte di tensione sul condensatore mentre in parallelo no?
Grazie
Avatar utente
Foto Utentealex407
5 4
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 28 giu 2009, 23:25

0
voti

[2] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto Utentequenci » 28 giu 2009, 23:36

Avatar utente
Foto Utentequenci
828 3 5 6
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: 31 dic 2008, 17:14

0
voti

[3] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto Utentealex407 » 28 giu 2009, 23:55

ok quindi diciamo che lo mettiamo in parallelo perché così il rifasamento agisce sulla corrente induttiva mantendo la potenza attiva costante, altrimenti varierebbe quest'ultima a causa della tensione di cui dicevo prima.MMGiusto? Ma se siamo in un sistema a orrente impressa come si mette?
Avatar utente
Foto Utentealex407
5 4
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 28 giu 2009, 23:25

0
voti

[4] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto Utentequenci » 29 giu 2009, 0:14

mmmh, qui sono "leggerissimamente" a digiuno. :oops:

Non so se questo http://www.webalice.it/capaso/DOCS/MOTORI/mod6.pdf è ciò di cui stai parlando.

(Ma dove sono finiti gli altri? :mrgreen: )
Avatar utente
Foto Utentequenci
828 3 5 6
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: 31 dic 2008, 17:14

0
voti

[5] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto Utentemarco_ok » 8 lug 2009, 12:19

alex407 ha scritto:ok quindi diciamo che lo mettiamo in parallelo perché così il rifasamento agisce sulla corrente induttiva mantendo la potenza attiva costante, altrimenti varierebbe quest'ultima a causa della tensione di cui dicevo prima.MMGiusto? Ma se siamo in un sistema a orrente impressa come si mette?


Lo metti in parallelo perché il condensatore deve essere attraversato da una corrente in quadratura in anticipo rispetto alla tensione ai capi dell'utenza per annullare la componente reattiva richiamata dall'utenza a causa dei carichi fortemente induttivi che ha.
In questo modo, la corrente di linea sarà uguale alla somma della corrente che richiama l'utenza con quella capacitiva che attraversa esclusivamente i condensatori e questo comporterà un generatore meno impegnato ed una riduzione della corrente di linea diminuendo di fatto la potenza dispersa.
Se tu mettesse invece la batteria di condensatori in serie all'utenza essa verrebbe attraversata dalla corrente di linea non ottenendo l'effetto voluto.
Avatar utente
Foto Utentemarco_ok
140 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 244
Iscritto il: 1 ott 2008, 17:14

0
voti

[6] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 8 lug 2009, 15:18

Viene messo in parallelo perché il carico deve essere alimentato alla sua tensione nominale e deve poter assorbire la corrente necessaria per il suo funzionamento ( e quindi, se necessaria, anche una componente reattiva).
Il condensatore NON serve al carico, serve per far vedere alla linea un carico complessivo ad alto f.d.p., e quindi serve a non impegnare la linea con un inutile transito di potenza reattiva.
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
53,2k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12523
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[7] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto Utentealex407 » 14 lug 2009, 20:34

Scusate se insisto ancora ma è per capire, quindi in totale il condensatore di rifasamento si mette in parallelo perché se messo in serie non fornirebbe l'eventuale potenza reattiva richiesta dal carico, mentre tutti gli altri effetti (aumento fattore di potenza, etc..) si ottengono anche mettendo in serie il condensatore.Giusto ?
Ma in questi due casi (e cioè circuito RLC serie e parallelo sostanzialmente) l'assorbimento di corrente cambia ? cioè mettendo il condensatore in serie l'assorbimento di corrente (che sarà in fase se siamo in risonanza ) sarà diverso da quello in parallelo (siamo sempre in risonanza perché il rifasamento non è altro che risonanza) o no?
Avatar utente
Foto Utentealex407
5 4
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 28 giu 2009, 23:25

0
voti

[8] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto UtenteRomeo » 14 lug 2009, 21:14

Avatar utente
Foto UtenteRomeo
2.860 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 6 feb 2007, 21:11
Località: Roma

0
voti

[9] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto Utenteadmin » 14 lug 2009, 23:40

alex407 ha scritto:Scusate se insisto ancora ma è per capire, quindi in totale il condensatore di rifasamento si mette in parallelo perché ...

Renzo te l'ha detto, piuttosto chiaramente direi. I normali carichi elettrici devono essere alimentati alla loro tensione nominale. Anche i motori, che sono i principali carichi ohmico induttivi. Durante il loro funzionamento assorbono una corrente che varia in funzione della potenza che devono sviluppare. Se il condensatore di rifasamento fosse in serie, cosa teoricamente fattibile se si vuole rendere minima o addirittura annullare la potenza reattiva, la corrente che varia fa variare anche la tensione ai capi del condensatore; quindi, poiché la tensione di alimentazione è costante, (se si trascura la caduta di tensione lungo la linea), varia anche la tensione ai capi del motore. Per avere una tensione costante ai capi del motore, occorrerebbe un'alimentazione la cui tensione variasse al variare della corrente. Con il condensatore in parallelo, invece, la tensione ai capi del motore è costante, indipendentemente dalla corrente che esso assorbe.
Avatar utente
Foto Utenteadmin
182,2k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 11279
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

0
voti

[10] Re: problema sul rifasamento

Messaggioda Foto Utentegiennaro » 21 lug 2009, 22:25

tralasciando il discorso del parallelo ,mi raccomando a non collegare batterie di condensatori lontano dal carico!!!!!!!!!!!!
NON per un discorso di rifasamento ,ma di sicurezza.
Avatar utente
Foto Utentegiennaro
0 1
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 20 lug 2009, 22:19

Prossimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti