Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Proposta piano energetico italiano

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[1] Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtenteTONYSTARK » 29 mar 2011, 22:56

Detto fatto, da molti post come il dibattito sul nucleare e molti altri mi è venuto in mente di aprire un post in cui discutere su come migliorare il sistema energetico del nostro paese; se dovesse mai venire qualcosa di buono sarebbe interessante proporre il tutto a qualcuno in alto.

Inizio sponsorizzando il mio campo e dicendo che illuminazione stradale e per quanto possibile quella privata vengano passate a led con un considerevole risparmio energetico.
Ovviamente anche se molto convenienti anche queste lampade devono essere spente se inutili, e non intendo le poche ore delle iniziative mondiali per il risparmio o mi illumino di meno, ma spegnare quelle luci inutili come scuole e poste sempre illuminate anche di notte o nei festivi.

prego a voi la parola

PS che fico mi è spuntato un grado
C. America: Sei grosso con l'armatura; senza quella cosa sei?
Tony Stark: Un genio, miliardario playboy filantropo

Sfodera un autocompiacimento da manuale... Concordo

Se i miei calcoli non sono errati, e non lo sono mai, 3 Giga Joule al secondo
Avatar utente
Foto UtenteTONYSTARK
3.750 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: 24 mag 2010, 21:00
Località: Roma

0
voti

[2] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 30 mar 2011, 0:24

TONYSTARK ha scritto: PS che fico mi è spuntato un grado


Ti hanno "stabilizzato" ;-) Io posso solo aggiungere una considerazione: vi sono innumerevoli aspetti tecnici che possono essere migliorati e resi più efficienti ma secondo me ve ne è uno anche di forma mentale, e cioè il rieducare la gente a pensare all'efficienza non a come a un qualcosa che "fa costare meno" o che deve rendere un tot altrimenti non conviene ma anche come abitudine di pensiero. Magari non si risparmia molto ricordandosi di spegnere le luci del cesso quando si esce ma sicuramente non costa niente farlo e, se diventa un'abitudine diventa pure un risparmio a costo zero: non solo si risparmia corrente ma si risparmia anche il costo di dispositivi che si ricordino al posto nostro di risparmiare corrente.
Detto in altro modo, pur senza contarci più di tanto, anche lottare contro la pigrizia mentali e le cattive abitudini può fare la sua parte. E conviene cominciare a farlo con le buone prima che si arrivi a doverlo fare con le cattive tipo "sistema Singapore", in cui ad ogni infrazione da nulla son botte da orbi sulle stipendio.

Ciao
Piercarlo
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,5k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5481
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[3] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtenteTONYSTARK » 30 mar 2011, 15:39

Piercarlo ha scritto:Ti hanno "stabilizzato"


Che vuol dire?

Comunque ragionamento più che giusto, vorrei comunque aggiungere che sono buone abitudini che si fanno anche sentire, io con lampade a led e usando in modo razionale l'energia, e temporizzando alcuni elettrodomestici (lavatrice, scaldabagno, ecc..) ottengo un significativo risparmio sulla bolletta!
C. America: Sei grosso con l'armatura; senza quella cosa sei?
Tony Stark: Un genio, miliardario playboy filantropo

Sfodera un autocompiacimento da manuale... Concordo

Se i miei calcoli non sono errati, e non lo sono mai, 3 Giga Joule al secondo
Avatar utente
Foto UtenteTONYSTARK
3.750 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: 24 mag 2010, 21:00
Località: Roma

0
voti

[4] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 30 mar 2011, 15:46

TONYSTARK ha scritto:
Piercarlo ha scritto:Ti hanno "stabilizzato"


Che vuol dire?


Leggi sotto il medagliere: è scritto lì! :-)
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,5k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5481
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[5] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 30 mar 2011, 15:47

Biognerebbe che tutti facessero la loro parte, non ultime le case automobilistiche. Da giovane ho avuto una citroen BX con motore 1400cc. Una berlina grande e leggera che veniva anche venduta con motore 1100 da una cinquantina di cavalli che consumava pochissimo. Oggi un' auto del genere non si riesce a trovare. Sarebbe come sperare di trovare un auto grande come una croma con un motore da 50 CV oppure un' auto grande come una punto con motore da 30 CV. Dovrebbero iniziare a produrle, magari ibride con il recupero dell' energia in frenata.
Non ci vuole una scienza a fare qualche modello "risparmioso" eliminando ruotazze/interni/radiche/potenze inutili, a favore di un peso ridotto anche grazie alle minori prestazioni.
Allegati
800px-Citroen_BX_Madrid.jpg
800px-Citroen_BX_Madrid.jpg (49.71 KiB) Osservato 2765 volte
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,3k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15766
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[6] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtenteTONYSTARK » 30 mar 2011, 15:48

Grazie, sono tutta ignoranza... :oops:
C. America: Sei grosso con l'armatura; senza quella cosa sei?
Tony Stark: Un genio, miliardario playboy filantropo

Sfodera un autocompiacimento da manuale... Concordo

Se i miei calcoli non sono errati, e non lo sono mai, 3 Giga Joule al secondo
Avatar utente
Foto UtenteTONYSTARK
3.750 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: 24 mag 2010, 21:00
Località: Roma

0
voti

[7] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtenteTONYSTARK » 30 mar 2011, 16:05

Più che giusto, anche io odio il modo in cui vengono fatte le automobili oggi;

Ma spero di dare una direzione diversa a questo post, direi di concentrarci maggiormente sull'aspetto nazionale dell'approvvigionamento, distribuzione e produzione elettrica.

riporto un mio vecchio post a proposito di risparmio energetico:
Una normale lampadina da 100W ad incandescenza può essere sostituita comodamente da una a LED, dura di più e consuma molto meno: 15,20,25, ma facciamo per arrotondare 50 W la metà di una normale.
Più o meno siamo 60.442.587, ma facciamo 50.000.000 sempre per semplificare i conti.
Be se tutti cambiassero una sola lampadina, al volo al volo (50.000.000X25) 1.250.000.000W pari a 1.25 giga Watt, ora le stime sono a ribasso per fare facili i conti ma se non mi sbaglio le centrali nucleari a ciclo Rankine normalmente arrivano intorno a 1.5 - 2 GWh di potenza.
Allora come sembra ora il risparmio energetico?


e le stime sono MOLTO MOLTO a ribasso
C. America: Sei grosso con l'armatura; senza quella cosa sei?
Tony Stark: Un genio, miliardario playboy filantropo

Sfodera un autocompiacimento da manuale... Concordo

Se i miei calcoli non sono errati, e non lo sono mai, 3 Giga Joule al secondo
Avatar utente
Foto UtenteTONYSTARK
3.750 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: 24 mag 2010, 21:00
Località: Roma

0
voti

[8] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtenteTONYSTARK » 30 mar 2011, 19:01

Posso assolutamente affermare che non stò pubblicizzando le mie lampade, sono talmente a livello sperimentale che il commercio è ancora lontano.

Ma ammetto di essere un po' di parte per quello che riguarda i led.

A mio avviso il costo della bolletta in italia è già pieno di tasse e dazi, se uno va a vedere il costo energia è minimo.
Il fatto è ... dove vanno a finire quei soldi? a quel che si dice noi paghiamo un 30-35% in più dei nostri cugini d'Europa e pure in quanto a ricerca e sviluppo siamo molto scarsi.

quindi la gestione è fondamentale, anche se concordo di dover dare maggiori fondi a chi investe nella produzione propria, sopratutto le AZIENDE, in modo che gli investimenti si tramutino presto in guadagni.

A mio avviso però questo sistema rischia di danneggiare i cittadini che vivono per esempio in condomini o in strutture a più piani.

Esempio, il caro vicino, che ti odia e che tu odi di rimando ed è proprietario del tetto non ti da la possibilità di mettere impianti fotovoltaici, non hai giardino ne posto per pale eoliche. ovviamente tramite giusta coibentazione ed elettrodomestici vari a risparmio energetico riduci i consumi, ma non puoi produrre.

Secondo me un ottima soluzione sarebbe quella di poter "adottare", come si fa con i bimbi africani, un pannello fotovoltaico, non è a casa tua, ma tu lo compri e viene messo in un bel terreno o tetto comunale o statale e quanto quello produce ti viene scalato dalla bolletta.
Ovviamente ti fanno pagare un prezzo uguale a quello che avresti mettendolo tu, con la differenza che a loro costa meno in quanto ne istallano una marea e i costi del singolo metro quadro scendono. Con il disavanzo loro si arricchiscono e magari investono..

Che ne dite?
C. America: Sei grosso con l'armatura; senza quella cosa sei?
Tony Stark: Un genio, miliardario playboy filantropo

Sfodera un autocompiacimento da manuale... Concordo

Se i miei calcoli non sono errati, e non lo sono mai, 3 Giga Joule al secondo
Avatar utente
Foto UtenteTONYSTARK
3.750 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: 24 mag 2010, 21:00
Località: Roma

0
voti

[9] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 30 mar 2011, 19:24

Al di là di soluzioni specifiche, penso che in generale, per indurre la gente a stare attenta ai propri consumi, occorre far sì che questi costino piuttosto salati. E un buon sistema potrebbe essere quello di stabilire un monte consumi mensile o bimestrale, superato il quale si ha un aumento automatico della tariffa sull'energia consumata, che cresca in proporzione alla quantità di energia extra consumata rispetto al monte concordato in precedenza (da scegliersi in fasce di consumi più o meno predefinite). Una sorta di patente a punti dei consumi insomma...

Ciao
Piercarlo
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,5k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5481
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[10] Re: Proposta piano energetico italiano

Messaggioda Foto UtenteTONYSTARK » 30 mar 2011, 19:29

Diciamo quindi che queste fasce dovrebbero essere decise in base alle dimensioni della casa ed al numero di abitanti?
C. America: Sei grosso con l'armatura; senza quella cosa sei?
Tony Stark: Un genio, miliardario playboy filantropo

Sfodera un autocompiacimento da manuale... Concordo

Se i miei calcoli non sono errati, e non lo sono mai, 3 Giga Joule al secondo
Avatar utente
Foto UtenteTONYSTARK
3.750 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: 24 mag 2010, 21:00
Località: Roma

Prossimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti