Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto Utentejonnhy » 22 nov 2011, 16:42

Salve a tutti Un Perito Tecnico Industriale con specializzazione Elettronica e Telecomunicazioni, iscritto all albo puo' certificare e progettare impianti elettrici ?
Vi pongo questa domanda perche' al collegio dei periti della mia provincia mi dicono che non e' possibile ,poiche' bisogna essere periti elettrotecnici. La cosa mi sembra strana perche' leggendo in giro per la rete ho trovato gente (p.i elettronici) che dichiara di firmare e progettare impianti elettrici ed essere in regola con la legge.
Ora vorrei da voi un chiarimento , e se possibile qualche legge al riguardo , in modo tale da essere sicuro e non incorrere in problemi futuri.
Avatar utente
Foto Utentejonnhy
0 2
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 22 nov 2011, 16:29

0
voti

[2] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto Utentemaxxy » 22 nov 2011, 17:00

L'organo competente nella decisione è proprio il collegio. Se ti hanno già risposto negativamente c'è poco da fare. Nello statuto del collegio ci sarà sicuramente scritto ciò che ogni perito può progettare secondo la propria specializzazione.

jonnhy ha scritto: La cosa mi sembra strana perche' leggendo in giro per la rete ho trovato gente (p.i elettronici) che dichiara di firmare e progettare impianti elettrici ed essere in regola con la legge.


Ognuno può firmare ciò che vuole ma come sempre è responsabile civilmente e penalmente. Se apponi il sigillo e la firma su una cosa che non potevi progettare in caso di contenzioso la prima cosa che la parte lesa andrà a verificare presso il collegio di appartenenza e proprio la tua abilitazione....

Al limite prova a contattare direttamente il CNPI per i riferimenti legislativi
http://www.cnpi.it/

Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi,
lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.
- Albert Einstein
Avatar utente
Foto Utentemaxxy
2.058 2 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: 13 nov 2008, 10:08

0
voti

[3] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto UtenteMike » 23 nov 2011, 2:49

Io ho la specializzazione in ELETTRONICA INDUSTRIALE e progetto impianti elettrici dal 1994. Per la specializzazione in elettronica e telecomunicazioni so che c'è più difficoltà da parte del Collegio a riconoscere l'abilitazione alla progettazione di impianti elettrici, dipende molto da quando ti sei diplomato. In ogni caso ogni Collegio provinciale è autarchico e può deliberare diversamente.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

2
voti

[4] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto UtenteSerafino » 23 nov 2011, 10:05

Autarchico si, ma se ho una decente memoria esiste una cosa che si chiama deontologia professionale ed in particolare mi riferisco allo statuto art.9

Il Perito Industriale deve attenersi alle direttive ed alle prescrizioni legittimamente dettate dal Consiglio del Collegio nell’esercizio delle proprie competenze istituzionali, al fine di consentire l’uniformità e la coerenza dell’azione dell’intera categoria.

Che significa? Che non ci possono essere discrepanze SOSTANZIALI fra quello che fa un perito a Udine e quello che fa un perito a CATANIA. Ora, se il collegio X dice si ed il collegio Y dice no, in palese contrasto con l'uniformità e la coerenza, io dico che il collegio (uno dei due) ha torto e deve pronunciarsi il CNIPI che, come sappiamo, non si è ESPLICITAMENTE pronunciato.

Hai qualcosa di scritto mi pare, bene riunitevi fra colleghi ed andate dal vostro collegio a far valere i vostri diritti!

Non hanno scritto una riga ma la risposta è orale? Chiedi una risposta ufficiale scritta. Se te la danno vedi sopra, se non te la danno, fregatene: come faranno mai a dimostrare che tu eri edotto circa del parere del collegio, se questi non si esprime in via ufficiale? Poteva essere uno scherzo, una cattiveria, un errore, una posizione personale di quello che ti ha risposto.
Avatar utente
Foto UtenteSerafino
2.620 1 2 4
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1039
Iscritto il: 19 gen 2007, 19:39

0
voti

[5] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto Utentegiuliomega » 24 nov 2011, 11:06

Non entro nel merito della questione in senso stretto in quanto non sono Perito, posso però ampliare il discorso con un riferimento "esterno". Il problema sollevato riguarda anche l'Ingegneria, o meglio gli ingegneri, nel senso che un informatico o un elettronico non possono progettare impianti elettrici, secondo il nuovo ordinamento. Tieni conto che anche io da Ambientale, pur avendo superato esami di elettrotecnica ed impianti ho dei limiti imposti dall'Ordine. Ad esempio se prendo un lavoro nel settore industriale (macchine, gruppi elettrogeni oltre 100 kW,etc.) mi avvallo della firma di un Ing vecchio ordinamento abilitato in tutti i settori. Poi a dirla tutta, i calocli li faccio io da solo, e l'altra persona da un'occhiata e poi firma. Ma in effetti la legge parla chiaro, almeno nel mio ambito.
Giulio Passarini
Avatar utente
Foto Utentegiuliomega
693 4 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 28 giu 2010, 16:15
Località: Follonica (GR)

0
voti

[6] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto UtenteMike » 24 nov 2011, 15:01

giuliomega ha scritto:Ad esempio se prendo un lavoro nel settore industriale (macchine, gruppi elettrogeni oltre 100 kW,etc.) mi avvallo della firma di un Ing vecchio ordinamento abilitato in tutti i settori.


Assurdo!!!!!! ?%

Iscriviti all'Albo dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati e non hai limiti, se non l'uso dei calcoli infinitesimali che di fatto per gli impianti conformi alle norme tecniche non si utilizzano!
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[7] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto Utentegiuliomega » 24 nov 2011, 16:31

Ehhh. Lo so che è assurdo, ma cosa vuoi che ti dica? In effetti la legge è legge; nel senso che hanno appunto messo un limite alle firme a casaccio. Che un Ing. potesse una volta firmare dall'Ottobre rosso all'Enterprise, passando per il Ponte di Messina, in effetti era un po' fuori luogo.
Al tempo stesso la questione è che oggi in ogni settore è richiesto un livello di specializzazione molto, molto alto.
Poi vaglielo a spiegare che se conosci l'argomento, dai quadri ai fulmini all'antincendio passando per una cabina MT/BT... non è che 10 o 500 kW siano due scienze occulte e così lontane. Merito anche degli ausili informatici odierni.
E' la solita storia che ciascuno dovrebbe fare il suo al meglio delle proprie possibilità e competenze.
Anche se abilitato, io non mi sognerei mai di andare a progettare una diga di 100 metri o un depuratore per Roma. Ripeto, anche se totalmente abilitato dal mio corso di studi, ma semplicemente sono lavori nei quali non mi sentirei sereno e competente in maniera adeguata.

Giulio Passarini
Avatar utente
Foto Utentegiuliomega
693 4 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 28 giu 2010, 16:15
Località: Follonica (GR)

0
voti

[8] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto UtenteGennaro100 » 25 nov 2011, 11:38

Progettare impianti elettrici??? Credo che un Ingegnere elettrico non abbia nessun problema a farlo dato che è il suo primo mestiere..Gli ingegneri del vecchio ordinamento hanno sicuramente dei vantaggi nel mettere firme anche in campi che non sono strettamente propri ma a mio vedere non è una cosa giusta, il fatto che un ingegnere ambientale (giusto per citarne uno) studi elettrotecnica in modo approfondito e superi l'esame con un bel 30 non vuol dire nulla, lui studia quella materia perché un giorno potrebbe collaborare con un ingegnere elettrico ma non si può pensare di far progettare un impianto elettrico senza interpellare un ingegnere elettrico.
Comunque è la legge che decide, l'importante è rispettarla e progettare con il giusto buon senso.
Avatar utente
Foto UtenteGennaro100
0 2
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 6 mar 2010, 18:02

2
voti

[9] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto Utentegiuliomega » 25 nov 2011, 19:19

Premesso che come ho già indicato, non mi occupo di cose più grandi di me, e questo dovrebbe valere per tutti: certo che progetto impianti elettrici. Per laurearmi ho dovuto costruirmi, con tanto di calcoli, una cella stagna in acciaio con tanto di elettrodi, flussi di azoto e ossigeno, annessi e connessi, per testare in ambiente controllato la conducibilità elettronica e protonica. Mi son dovuto tirare su da solo l'impianto elettrico/elettronico e studiarmi gli strumenti di misura per riuscire a scrivere qualcosa di sensato sulla tesi. Che dovevo fare secondo te, non laurearmi ?
Una curiosità, mi piacerebbe capire che cosa dovrei farmi spiegare da un ingegnere elettrico in merito ad impianti dove al massimo può capitare la cabina di trasformazione. Ripeto, non lavoro nell'ambito grandi macchine o acciaierie e non mi occupo di alta tensione, etc.
Sono subentrato, senza astuzie o trucchi, in fasi di progettazione e collaudo dove periti o altri ingegneri, cacciati a calci, avevano presentato progetti non a norma, progetti senza dettagli planimetrici, progetti senza indicazione della disposizione e del numero dei dispersori o senza la valutazione del rischio da fulmine. Ho visto relazioni di progetto di due pagine, nelle quali non erano indicate nemmeno le norme di riferimento; relazioni senza verifica termica o il coordinamento tra i differenziali o il dimensionamento dei fusibili.
Davvero ho difficoltà a capire.
Giulio Passarini
Avatar utente
Foto Utentegiuliomega
693 4 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 28 giu 2010, 16:15
Località: Follonica (GR)

0
voti

[10] Re: Progettazione e Certificazione Impianti elettrici

Messaggioda Foto UtenteMike » 25 nov 2011, 19:34

Foto Utentegiuliomega, pensa solo a fare bene il tuo lavoro in scienza e coscienza, tutto il resto sono inutili orpelli, fregatene ;-)
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 23 ospiti