Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Amplificatore differenziale

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto Utentepinux10 » 4 gen 2012, 15:23

salve a tutti,
sono uno studente di ingegneria informatica alle primissime armi con l'elettronica analogica e, dovendone sostenere l'esame , mi sono messo a fare un po' di appelli vecchi. Ho però qualche problemino, che spero mi aiuterete a risolvere:

1) nel circuito che ho allegato c'è una resistenza fra i gate del differenziale (Rg) che nel modello elementare del differenziale non c'è. Come devo interpretarla? Ovvero: che influenza ha sul differenziale (e sul circuito in genere)? Deve essere "scomposta" in due resistenze Rg/2 staccate fra loro e connesse a massa (tipo le Rd)? Ma anche in quel caso: come influenzerebbero lo studio del circuito?

2) ho qualche dubbio su quale sia la rete di retroazione: chi potrebbe aiutarmi? E' solo Rf o c'è dell'altro? E soprattutto: interpretando la rete di retroazione come un 2-porte, la Rf starebbe fra i terminali in alto o fra quelli in basso? ( non so se mi sono spiegato...)

circuito.jpg
circuito.jpg (21.37 KiB) Osservato 3597 volte

Grazie a tutti!

EDIT alev: che bisogno c'è di mettere immagini formato lenzuolo? Non si vede che è troppo grande?
Ultima modifica di Foto Utentesimo85 il 6 gen 2012, 16:03, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: Modificata risoluzione immagine
Avatar utente
Foto Utentepinux10
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 4 gen 2012, 15:14

0
voti

[2] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto Utentepinux10 » 4 gen 2012, 15:40

Un'altra cosa che mi da "fastidio" è il condensatore Cinfinito posto a destra di M2...quando sono in DC diventa un circuito aperto ma (e qui si capisce tutta la mia ignoranza di elettrotecnica :D ) Vdd "arriva" comunque su M2 o M2 non ha più il gate alimentato?
La mia idea è che Vdd arrivi comunque ma in questa fase di studio ho un miliardo di dubbi... help me please!
Avatar utente
Foto Utentepinux10
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 4 gen 2012, 15:14

4
voti

[3] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 5 gen 2012, 9:02

Il condensatore "infinito" vuol dire che per la continua (polarizzazione) e` un circuito aperto, per qualunque segnale e` un cortocircuito. Con questo dovrebbe essere chiaro a che cosa serve RG e come la si modella (non dividendola in due RG/2 !)

In quale ateneo e corso di laurea (triennale/magistrale) sei? Corso e libro di testo?

Con lo schema in ficodadj si fa prima a rispondere, modificando il circuito, invece una immagine non e` modificabile.

Per la retroazione prossimo messaggio, ora sono di corsa.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
103,9k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18469
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[4] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto Utentepinux10 » 6 gen 2012, 15:51

Grazie mille per la tua risposta IsidoroKZ!
Quindi Rg serve per polarizzare il gate di M2 quando sono in DC... ma perché dici che bisogna modellarla? Non è semplicemente la resistenza di polarizzazione del gate?

Sono iscritto alla triennale di Ingegneria Informatica; questi consigli mi servono per il corso di Elettronica Analogica ( libro di testo: Sedra-Smith).

Intanto ti ringrazio...aspetto un aiuto per la retroazione quando avrai tempo (se ci riuscissi prima dell'11 sarebbe fantastico: il 12 ho l'appello!).

Ciao! O_/
Avatar utente
Foto Utentepinux10
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 4 gen 2012, 15:14

0
voti

[5] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 6 gen 2012, 16:06

Manca ancora l'ateneo!

Con la frase "modellare RG" intendevo vedere che effetto ha sul segnale, e l'effetto e` che RG e` in parallelo a RC.

La retroazione e` solo data da RF (avevo scritto RG, grazie Foto Utentecarloc per la correzione), ed e` di tipo prelievo in tensione confronto in corrente (parallelo/parallelo), e` una delle configurazioni classiche, sul libro dovresti trovarla. Non sono abituato ad analizzare la retroazione con i doppi bipoli, meglio che non ti confonda le idee.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
103,9k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18469
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[6] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto Utentepinux10 » 7 gen 2012, 3:07

Chiedo scusa per la mancanza: ero convinto di averlo scritto! In ogni caso frequento l'università politecnica delle marche!
Grazie per avermi confermato che Rg è l'unica resistenza in gioco nella retroazione: ero certo che fosse una parallelo/parallelo per via del guadagno di transconduttanza (da tensione a corrente) ma rimanevo con il dubbio che ci fossero altre resistenze nella rete di retroazione...mi sembrava troppo facile! :-)

Ti ringrazio per tutto il tempo che mi hai dedicato e per le ottime risposte.

Auguri a tutti!
Avatar utente
Foto Utentepinux10
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 4 gen 2012, 15:14

0
voti

[7] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 7 gen 2012, 3:19

pinux10 ha scritto:Grazie per avermi confermato che Rg è l'unica resistenza in gioco nella retroazione

È R_\text{F} che sta per "Feedback Resistor".

Ciao
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

0
voti

[8] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto Utentepinux10 » 9 gen 2012, 3:46

Ops...devo essermi confuso! Volevo scrivere Rf ma nel frattempo stavo rileggendo il post di Isidoro e ho fatto il suo stesso errore di scrittura eheheh :-P piccolo lapsus...

Comunque su questo circuito era abbastanza facile capire che tipo di retroazione fosse (parallelo-parallelo) ma in generale mi resta parecchio ostico da capire: esiste qualche "trucchetto" per identificare al volo il tipo di retroazione? O, nel caso non esistesse, come bisogna ragionare per identificarla correttamente?

Vi chiedo scusa per le mille domande, ma insieme al Sedra-Smith sto leggendo il libro del mio professore, che tratta l'argomento in maniera diversa, e la somma delle 2 trattazioni sta generando parecchia confusione nella mia testa!

Grazie mille!
Avatar utente
Foto Utentepinux10
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 4 gen 2012, 15:14

0
voti

[9] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 9 gen 2012, 4:55

pinux10 ha scritto:esiste qualche "trucchetto" per identificare al volo il tipo di retroazione? O, nel caso non esistesse, come bisogna ragionare per identificarla correttamente?

Forse usando i modelli (ibrido \pi o T) dei transistori e proseguire con l'analisi.

Il Sedra Smith [1] [2] dedica un intero capitolo alla retroazione, ed usa anche il modello ibrido per le illustrazioni, serie - parallelo, parallelo - serie, serie - serie e parallelo - parallelo.

O_/
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

4
voti

[10] Re: Amplificatore differenziale

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 9 gen 2012, 19:34

pinux10 ha scritto:esiste qualche "trucchetto" per identificare al volo il tipo di retroazione?


Qual e` il libro del tuo prof, e come tratta la retroazione?

Per identificarla faccio in questo modo: cortocircuito il carico, se non torna indietro nulla il prelievo e` di tensione. Poi apro il carico, se non torna indietro nulla e` di corrente.

Se il segnale di retroazione arriva sullo stesso piedino del dispositivo di ingresso a cui arriva anche il segnale di corrente, il confronto e` in corrente, se arrivano su piedini diversi, il confrono e` in tensione.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
103,9k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18469
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 22 ospiti