Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

generatore sincrono dubbio

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentefpalone, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[1] generatore sincrono dubbio

Messaggioda Foto Utentewetfa » 31 mar 2012, 17:57

in un generatore sincrono sappiamo che il campo magnetico rotante generato dal rotore è sincrono con quello di statore. il primo viene generato dalla corrente continua che genera un campo magnetico stazionario ma per via della rotazione del motore primo e quindi del rotore è rotante. il secondo campo come si viene a formare????
grazie
Avatar utente
Foto Utentewetfa
10 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 62
Iscritto il: 1 ott 2011, 17:36

1
voti

[2] Re: generatore sincrono dubbio

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 31 mar 2012, 20:42

"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
53,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12599
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[3] Re: generatore sincrono dubbio

Messaggioda Foto Utentecosimo88 » 31 mar 2012, 20:55

Non è proprio così, il campo magnetico sullo statore è sincrono rispetto alla velocità (meccanica) del rotore chiamata omega r.
Il campo magnetico sul rotore si concatena con gli avvolgimenti di statore generando in essi per la legge di faraday e lenz una forza elettromotrice indotta e quindi una tensione ai capi della macchina. Se la macchina è a due poli la frequenza delle forme d'onde sullo statore e pari al numero di giri al secondo compiuti dal rotore.
Attenzione:
Il campo magnetico sul rotore è costante. lo statore invece grazie alla rotazione del rotore vede un campo magnetico rotante pari alla velocità del rotore. Per cui l'essere sincrono deriva dal fatto che il rotore e il vettore rappresentativo del campo magnetico sullo statore viaggiano alla stessa velocità.
Avatar utente
Foto Utentecosimo88
5 2
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 5 mag 2009, 19:53

0
voti

[4] Re: generatore sincrono dubbio

Messaggioda Foto Utenteetec83 » 31 mar 2012, 21:12

wetfa ha scritto:in un generatore sincrono sappiamo che il campo magnetico rotante generato dal rotore è sincrono con quello di statore. il primo viene generato dalla corrente continua che genera un campo magnetico stazionario ma per via della rotazione del motore primo e quindi del rotore è rotante. il secondo campo come si viene a formare????
grazie


Ma semplicemente per la legge dell'induzione elettromagnetica.
Il campo rotante viene visto come variabile a causa della rotazione e induce delle correnti nelle fasi statoriche che creano a loro volta un campo che si oppone a quello di rotore.
Per opporsi deve essere rotante anch'esso e avere la stessa velocità... che ciò poi non significa che siano per forza in fase, anzi.

Stessa cosa che succede nell'asincrono all'inverso, con la differenza che il rotore invece ruota tentando di raggiungere la velocità del campo di statore, ma non ci riesce e quindi si crea coppia per forza di cose.
Avatar utente
Foto Utenteetec83
262 1 2 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 378
Iscritto il: 17 mar 2007, 10:19

0
voti

[5] Re: generatore sincrono dubbio

Messaggioda Foto Utentewetfa » 31 mar 2012, 21:18

per etec 83
ma allora quando sono in sincronismo non si dovrebbe indurre niente sullo statore???
Avatar utente
Foto Utentewetfa
10 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 62
Iscritto il: 1 ott 2011, 17:36

0
voti

[6] Re: generatore sincrono dubbio

Messaggioda Foto Utenteetec83 » 31 mar 2012, 23:04

wetfa ha scritto:per etec 83
ma allora quando sono in sincronismo non si dovrebbe indurre niente sullo statore???


Stai confondendo il campo che si viene a creare, con il fatto che lo statore è sempre fermo.
I conduttori di statore sono fermi e tagliano sempre le linee di flusso del campo magnetico di rotore, quindi perché non dovrebbero crearsi delle correnti indotte sullo statore?

Avresti ragione se lo statore potesse muoversi alla stessa velocità del rotore.
Avatar utente
Foto Utenteetec83
262 1 2 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 378
Iscritto il: 17 mar 2007, 10:19

0
voti

[7] Re: generatore sincrono dubbio

Messaggioda Foto Utentewetfa » 31 mar 2012, 23:18

perfetto
Avatar utente
Foto Utentewetfa
10 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 62
Iscritto il: 1 ott 2011, 17:36

9
voti

[8] Re: generatore sincrono dubbio

Messaggioda Foto UtenteLele_u_biddrazzu » 31 mar 2012, 23:29

In aggiunta a quanto già detto, provo ad inserire le seguenti considerazioni...

Con riferimento alla figura sottostante, si considerino gli avvolgimenti statorici di una macchina sincrona, aventi assi magnetici sfasati di 120° e percorsi dalle tre correnti così definite (sistema equilibrato di correnti):

\begin{aligned}i_{1}\left(t\right) & =I_{\textrm{max}}\,\sin\left(\omega t\right)\\
i_{2}\left(t\right) & =I_{\textrm{max}}\,\sin\left(\omega t-\frac{2}{3}\pi\right)\\
i_{3}\left(t\right) & =I_{\textrm{max}}\,\sin\left(\omega t+\frac{2}{3}\pi\right)
\end{aligned}



Ogni avvolgimento statorico di fase, essendo percorso da una corrente pulsante, produce un campo magnetico anch'esso pulsante ed allineato con l'asse magnetico dell'avvolgimento stesso; detto campo magnetico si può pensare come la somma di due campi magnetici rotanti in senso opposto con velocità angolare \omega e aventi ampiezza pari alla metà di quella del campo risultante... quanto detto si potrebbe riassumere con la seguente figura...



Il campo risultante al traferro è pari alla somma vettoriale dei campi pulsanti prodotti dalle correnti circolanti nei vari avvolgimenti statorici di fase, ovvero alla somma vettoriale dei rispettivi campi rotanti costituenti; tale somma può essere agevolmente effettuata per via grafica così come riportato nella figura sottostante...



Da quanto appena detto si possono trarre le seguenti due conclusioni...

1. I vettori rotanti in senso antiorario (h1s, h2s e h3s), essendo sempre sfasati di 120° nello spazio e avendo la medesima ampiezza, danno luogo ad una somma vettoriale nulla;

2. I vettori rotanti in senso orario (h1d, h2d e h3d), risultando sempre appaiati, danno luogo ad un campo magnetico risultante rotante in senso orario e avente ampiezza costantemente pari 3/2 Hmax (Hmax è l'ampiezza dei singoli campi magnetici pulsanti).

In definitiva si può affermare che "un sistema equilibrato di correnti circolanti in tre avvolgimenti uguali con assi magnetici sfasati di 120°, produce un campo magnetico risultante rotante con velocità angolare \omega (pari alla pulsazione delle correnti) nel verso del ritardo delle fasi (1->2->3)".

Nella speranza di non aver detto castronerie, mi auguro di esserti stato di aiuto. O_/
Emanuele Lorina

- "Non è forte chi non cade, ma chi cadendo ha la forza di rialzarsi". (J. Morrison)
- Tavole della legge by admin
Avatar utente
Foto UtenteLele_u_biddrazzu
8.044 3 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1285
Iscritto il: 23 gen 2007, 16:13
Località: Modena


Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti