Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utentealessandro87 » 30 gen 2013, 23:55

In un contesto di un impianto elettrico domestico, qual è la differenza tra questi due tipi?

Correggetemi se sbaglio: l'idea che mi sono fatto è che il bipolare funziona anche da sezionatore per il circuito interessato, mentre l'altro no, mentre per quanto riguarda l'intervento per sovraccarico o corto circuito non dovrebbero esserci differenze... è giusto questo ragionamento?

Ma allora, con che criterio scelgo uno o l'altro tipo?

Poi avrei un'altra domanda: in un albergo ho notato che in una generica stanza c'è un differenziale e un magnetotermico unipolare con In = 3 A, mentre nel corridoio c'è un quadro generale che alimenta un gruppo di camere, e ad ognuna di queste corrisponde un magnetotermico (bipolare o unipolare non lo so, ma credo bipolare) c10. Quindi abbiamo interruttore generale, magnetotermico c10, differenziale e magnetotermico c3 in sequenza.

Per farla breve: ma che diavolo l'hanno messo a fare quell'interruttore magnetotermico c3? Solo per una questione di limitazione di consumi?

Grazie in anticipo

Alessandro
Avatar utente
Foto Utentealessandro87
774 2 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 653
Iscritto il: 1 gen 2013, 23:38

1
voti

[2] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utenteguzz » 31 gen 2013, 0:26

credo che il ragionamento sia giusto.

riguardo al c3, direi che è abbastanza impossibile, dato che con 3 A ci fai andare si e no un phon...
sicuro di non aver letto male?
Almeno l'itagliano sallo...
Avatar utente
Foto Utenteguzz
3.497 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2069
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

0
voti

[3] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utentealessandro87 » 31 gen 2013, 0:31

Foto Utenteguzz no no [-X ho letto bene eccome!

bticino E81/3; 1P; 230/400 V ~ C3 ; 6000 (potere di interruzione)

p.s infatti ogni volta che uso il phon mi va puntualmente in sovraccarico :mrgreen:

sarei quasi tentato ad aprire il quadro e bypassarlo :evil: (ovviamente non farò mai una cosa del genere...)
Avatar utente
Foto Utentealessandro87
774 2 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 653
Iscritto il: 1 gen 2013, 23:38

1
voti

[4] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto UtenteMassimoB » 31 gen 2013, 0:53

Potrebbe essere dedicato alle prese per limitare appunto la potenza erogabile per singola stanza.
Teniamo presente che ormai per esempio il phon negli alberghi è spesso presente in dotazione fissa quindi si presuppone che le prese servano più che altro per laptop, telefonini o simili e se nel tuo caso non è presente dovrai utilizzare un phon con minor potenza.
MCSA Windows Server 2012 R2
Cisco CCNA R&S - Cisco CCNA Security - Cisco CCNA Cyber Ops
CompTia A+ - CompTia Linux+ - CompTIA Systems Support Specialist CSSS
CompTia Pentest+ LPIC-1
Avatar utente
Foto UtenteMassimoB
13,7k 6 12 13
Expert free
 
Messaggi: 3040
Iscritto il: 28 ott 2012, 9:56
Località: Milano

0
voti

[5] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utentealessandro87 » 31 gen 2013, 1:27

si infatti d'altra parte i cavi sono da 1,5 mmq, per cui sicuramente serve a limitare la potenza disponibile...

Foto UtenteMassimoB volevo chiederti se il ragionamento che avevo scritto sugli interruttori uni e bipolari è corretto.
Avatar utente
Foto Utentealessandro87
774 2 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 653
Iscritto il: 1 gen 2013, 23:38

0
voti

[6] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utentemarcover » 31 gen 2013, 11:57

La differenza è che nel magnetotermico unipolare la fase è protetta mentre il neutro è sezionabile (o passante? non ricordo bene..). Negli interruttori bipolari sono protetti entrambi, sia la fase che il neutro. Stesso discorso per megnatotermici tripolari+neutro e quadripolari.
Ultima modifica di Foto Utentemarcover il 31 gen 2013, 12:01, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utentemarcover
0 1
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 30 gen 2013, 20:35

0
voti

[7] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utenteguzz » 31 gen 2013, 11:58

marcover ha scritto:La differenza è che nel magnetotermico unipolare la fase è protetta mentre il neutro è sezionabile.

non è detto. ci sono magnetotermici unipolari senza sezionatore per il neutro...
Almeno l'itagliano sallo...
Avatar utente
Foto Utenteguzz
3.497 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2069
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

0
voti

[8] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utentemarcover » 31 gen 2013, 12:03

guzz ha scritto:non è detto. ci sono magnetotermici unipolari senza sezionatore per il neutro...


Avevo appena corretto il mio commento perché non ricordavo se sono passanti o sezionati! :-)
Avatar utente
Foto Utentemarcover
0 1
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 30 gen 2013, 20:35

0
voti

[9] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utentealessandro87 » 31 gen 2013, 12:34

Foto Utentemarcover comunque il magnetotermico nel caso mio ha solo due morsetti (1 ingresso e 1 uscita) che interrompono la fase, quindi è unipolare senza il sezionatore per il neutro.

Da quanto ho capito in una stanzina d'albergo non hai grandi esigenze e comunque se proprio devi eseguire un sezionamento per fare un intervento ti basta disattivare il differenziale.

Se magari hai un impianto domestico con una linea luci 10A e un circuito a 16A, essendo un impianto più importante lì conviene avere la possibilità di eseguire un sezionamento di un circuito lasciando l'altro in tensione, quindi occorre un magnetotermico bipolare oppure unipolare con sezionatore del neutro.

Altrimenti dovresti eseguire il sezionamento tramite il differenziale, con conseguente esclusione anche dell'altro circuito non interessato ad un intervento di manutenzione

Ma allora come scegliere tra un magnetotermico unipolare con sezionatore del neutro e uno bipolare? C'entra qualcosa la rapidità d'intervento in caso di corto circuito?
Avatar utente
Foto Utentealessandro87
774 2 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 653
Iscritto il: 1 gen 2013, 23:38

0
voti

[10] Re: magnetotermico uni / bipolare, differenze?

Messaggioda Foto Utente6367 » 31 gen 2013, 12:41

1P+N ed 1P non sono la stessa cosa
Avatar utente
Foto Utente6367
18,8k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6064
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti