Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto UtenteFranco140751 » 19 mar 2013, 12:42

Qualcuno può postare dei riferimenti (sentenze, pareri etc.) in merito alla reponsabilità degli ispettori (ASL o O.A.) per imperizia, imprudenza o negligenza in caso di infortunio?
La curiosità mi nasce dal modo sempre più trascurato con cui mi pare che vengano effettuate le verifiche ex DPR 462.
Mi pare che si stia verificando una omologazione al basso della qualità delle verifiche che coinvolge anche gli O.A. più blasonati.
Chi effettua verifiche serie va rapidamente fuori mercato, sia perché ha costi maggiori (le verifiche serie durano di più) sia perché il committente straccia il contratto e si rivolge ad un O.A. più accomodante (c'è solo l'imbarazzo della scelta).
Se le verifiche non sono serie viene meno il filtro che discrimina gli installatori e i progettisti professionali da quelli incompetenti: se le luci si accendono e i motori girano, l'impianto va bene e tutti sono bravi allo stesso modo.
A mio modo di vedere questo sistema di verifiche "finte" è la causa principale del degrado che mi pare di notare a tutti i livelli nel settore degli impianti elettrici.
Senza contare la gran mole di lavoro che potrebbe scaturire dagli interventi di adeguamento di impianti spesso fatiscenti ma che sono tranquillamente verificati con esito positivo.

Grazie
Avatar utente
Foto UtenteFranco140751
248 1 2 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 305
Iscritto il: 10 feb 2007, 7:29

0
voti

[2] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 19 mar 2013, 12:56

perché ex?
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
34,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4735
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:38

3
voti

[3] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto Utentesebago » 19 mar 2013, 17:23

Suppongo che volesse dire "ex" in senso "latino", ovvero "derivanti da".
Sebastiano
________________________________________________________________
"Eo bos issettaìa, avanzade e non timedas / sas ben'ennidas siedas, rundinas, a domo mia" (P. Mossa)
Avatar utente
Foto Utentesebago
15,1k 4 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2046
Iscritto il: 1 apr 2005, 19:59
Località: Orune (NU)

3
voti

[4] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto Utentesebago » 20 mar 2013, 19:16

Franco140751 ha scritto:Qualcuno può postare dei riferimenti (sentenze, pareri etc.) in merito alla reponsabilità degli ispettori (ASL o O.A.) per imperizia, imprudenza o negligenza in caso di infortunio?

Se qualcuno li avesse sarei curiosissimo di darci una sbirciata anch'io, ma mi pare che entrambi, caro amico Foto UtenteFranco140751, stiamo cercando l'araba fenice di metastasiana memoria.
Purtroppo viviamo in un paese in cui le verifiche sono state (da sempre) il punto debole del funzionamento di ogni intrapresa.
E così accade che:
1) i committenti affidano la progettazione a progettisti che chiedono poco, e che in genere faranno poco, perché tanto nessuno li controlla (e in molti casi non ci sono neppure le persone con le competenze idonee a controllare);
2) i lavori vengono eseguiti male perché tanto nessuno li controlla veramente (nel caso di lavori di impiantistica elettrica, spesso non c'è neanche la figura di direttore dei lavori);
3) le verifiche avvengono... come hai già detto tu.

Come vedi, è solo l'ultimo anello della catena. E con un'aggravante: che anche quando i lestofanti vengono beccati, se la cavano con poco o nulla.

Si fa un gran parlare dell'abolizione del valore legale del titolo di studio, dell'abolizione degli ordini professionali (che non hanno mai fatto il loro mestiere, che non era quello di tutelare gli iscritti ma di garantire gli utenti del servizio intellettuale della libera professione) ma l'avvenire che si prospetta è ancora più buio.
Senza controllo, semplicemente aumenteranno i topi i quali continueranno a mangiare tranquillamente il formaggio, tanto il gatto è diventato troppo pigro per dare loro la caccia, visto che comunque ha il pasto assicurato da altro e da altri.

Personalmente mi sono stufato e, dopo l'ennesima presa in giro di un lavoro soffiato da un altro che ha chiesto neppure un quarto di quanto chiedevo io (e ti assicuro che i progetti li curo scrupolosamente e che non sono affatto esoso), ho seriamente intenzione di chiudere baracca dopo vent'anni.
Non ne vale più la pena, tutto qui.
A te, e a tutti i giovani che stanno iniziando, auguro sinceramente una migliore fortuna.
Saluti
Sebastiano
________________________________________________________________
"Eo bos issettaìa, avanzade e non timedas / sas ben'ennidas siedas, rundinas, a domo mia" (P. Mossa)
Avatar utente
Foto Utentesebago
15,1k 4 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2046
Iscritto il: 1 apr 2005, 19:59
Località: Orune (NU)

0
voti

[5] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto UtenteMassimoB » 20 mar 2013, 21:42

sebago ha scritto:2) i lavori vengono eseguiti male perché tanto nessuno li controlla veramente (nel caso di lavori di impiantistica elettrica, spesso non c'è neanche la figura di direttore dei lavori);


?% ?% ?%

Forse in 20 anni mi è sempre capitato di lavorare con persone serie ma mi trovi in totale disappunto.
MCSA Windows Server 2012 R2
Cisco CCNA R&S - Cisco CCNA Security - Cisco CCNA Cyber Ops
CompTia A+ - CompTia Linux+ - CompTIA Systems Support Specialist CSSS
CompTia Pentest+ LPIC-1
Avatar utente
Foto UtenteMassimoB
13,7k 6 12 13
Expert free
 
Messaggi: 3040
Iscritto il: 28 ott 2012, 9:56
Località: Milano

0
voti

[6] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto Utentesnaffo » 21 mar 2013, 2:25

Ciao, spero di esserti di aiuto guarda qui

http://www.laprevidenza.it/news/documen ... iello/5629

In particolare se scorri giù verso metà pagina trovi un paragrafo con sottotitolo grassetto
"LA CIRCOLARE 30/2006 ED IL CODICE DI COMPORTAMENTO DEI FUNZIONARI DI VIGILANZA"

Troverai qualcosina commentato e spiegato, prova a cercare la circolare specifica e avrai (spero) risposte alle tue domande.
Avatar utente
Foto Utentesnaffo
185 1 5
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 17 mar 2013, 19:16

0
voti

[7] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto Utentealphabit » 21 mar 2013, 10:49

Ma è proprio sbagliata la legge, il controllato paga il controllore ma in qual altra parte del mondo si è mai visto?

Io per esperienza ho molta fiducia nei tecnici ASL ed invece nessuna per gli enti notificati. Bastava dare la possibilità all'ASL di poter incaricare di verifiche società di professionisti o verificatori di loro fiducia e far pagare all'utente una tassa a kW per la verifica.
Invece adesso per gli enti notificati guadagnano cifre pazzesche, la verifica di un condominio (ho visto le fatture) costa 250-300 euro, ne fanno 4 o 5 al giorno, fatevi il conto voi quanto si portano a casa al mese, non guardano i documenti, se uno sistema quello che loro dicono di sistemare non richiedono il progetto e la dichiarazione di conformità dei lavori eseguiti, un Far West nel quale ci guadagnano solo loro a discapito di tutte le altre parti: committente, elettricisti seri, progettisti ecc.

Un saluto
Avatar utente
Foto Utentealphabit
425 2 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 708
Iscritto il: 20 mar 2007, 6:52
Località: Milano

0
voti

[8] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto UtenteFranco140751 » 21 mar 2013, 12:41

@ Alphabit
Sono completamente d'accordo con te. Tu scrivi da Milano, io dall'Umbria, ma la situazione è la stessa.
Nel momento in cui si fa della sicurezza un business, le conseguenze sono inesorabili e dettate dalle leggi del mercato.
Bisogna essere produttivi, meno durano le verifiche, più se ne fanno, più si guadagna. Esperienza personale: la verifica di un medio stabilimento industriale fatta dai tecnici ASL durava circa 5 giorni. Il verificatore ASL lavorava con la calma e la diligenza necessarie, tanto alla fine del mese il suo stipendio era lo stesso. Ora i "tecnici" dell' O.A. la fanno in tre ore.
In un altro caso ho visto personalmente i tecnici di un O.A. rilasciare il verbale di verifica senza mettere piede nel reparto e senza tirar fuori gli strumenti dal cofano della macchina.
Aggiungo poi che gli O.A. si fiondano dove ci sono i MW o le centinaia di kW installati. Ma il laboratorio artigiano che dista 50 km e che ha un solo picchetto di terra (verifica da 200 o 300 €) non se lo fila nessuno. Il risultato è che ci sono una miriade di piccolissime attività disperse sul territorio che nessuno controlla più.
Qualcuno è a conoscenza di un O.A. che abbia mai notificato agli UPG di ASL/ARPA le irregolarità gravi riscontrate nel corso della verifica?
Saluti
Avatar utente
Foto UtenteFranco140751
248 1 2 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 305
Iscritto il: 10 feb 2007, 7:29

0
voti

[9] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto Utentemarco61 » 21 mar 2013, 15:07

Franco140751 ha scritto: Ma il laboratorio artigiano che dista 50 km e che ha un solo picchetto di terra (verifica da 200 o 300 €) non se lo fila nessuno.

Tranquillo che in questi periodi di magra si filano anche il bar da 3 kW!

Franco140751 ha scritto:Qualcuno è a conoscenza di un O.A. che abbia mai notificato agli UPG di ASL/ARPA le irregolarità gravi riscontrate nel corso della verifica?

da noi in 12 anni ne è capitato uno solo, l'O.A. si era scocciato perché ritornando dopo 1 anno (!!!!), il titolare non aveva fatto gli interventi che doveva eseguire.
Avatar utente
Foto Utentemarco61
540 1 6
Master
Master
 
Messaggi: 482
Iscritto il: 13 feb 2006, 15:17
Località: Lecco

0
voti

[10] Re: Responsabilità degli ispettori in caso di infortunio

Messaggioda Foto Utentesebago » 21 mar 2013, 19:20

MassimoB ha scritto:Forse in 20 anni mi è sempre capitato di lavorare con persone serie

Beato te!
Ti racconto l'ultima (di questo pomeriggio) che mi ha riferito un collega: in un quadro (impianto sotto obbligo di progetto, impianto regolarmente progettato, schema unifilare a posto, corrente nominale di quadro Inq = 50 A) l'installatore ha aggiunto, sua sponte, un magnetotermico da 40 A (e relativo circuito) "perché il cliente ha aggiunto un'altra macchina". Il tutto senza contattare il progettista, senza varianti al progetto, senza nulla di nulla.
Ad ogni buon conto non intendevo dire che tutti gli installatori (e neppure la maggior parte di loro) siano dei pasticcioni, volevo semplicemente soffermarmi sulla catena nefasta che lega i progetti malfatti e le verifiche inesistenti.
Saluti
Sebastiano
________________________________________________________________
"Eo bos issettaìa, avanzade e non timedas / sas ben'ennidas siedas, rundinas, a domo mia" (P. Mossa)
Avatar utente
Foto Utentesebago
15,1k 4 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2046
Iscritto il: 1 apr 2005, 19:59
Località: Orune (NU)

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 39 ospiti