Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dubbio impiantistico

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Dubbio impiantistico

Messaggioda Foto Utentekleymn » 7 apr 2014, 14:16

Salve a tutti
volevo porre il mio quesito per raccogliere delle vostre opinioni in merito.
Sono stato contatto dal mio amico elettricista per condividere un problema che ha verificato e riscontrato in un impianto elettrico di un suo cliente a seguito di alcune difformità sulle bollette elettriche.
Premettendo che l'impianto elettrico in esame è riferito ad un fabbricato ad uso industriale e l'attività svolta all'interno è quella di preparazione per la vendita di capi di abbigliamento, pertanto i carichi presenti all'interno sono costituiti da macchine taglia-cuci, ferri da stiro industriali alimentati da un generatore di vapore completi di piani riscaldati con resistenze elettriche e aspiranti, impianto di illuminazione generale e prese.
Inizialmente la potenza totale assorbita era di 30kW e a monte dell'impianto era stato installato un rifasamento fisso di "tot" kvar.
A seguito di questa maledetta crisi il titolare ha dovuto ridimensionare l'attività eliminando una buona parte dei carichi, pertanto ad oggi si ritrova ad assorbire circa 9kW medi.
Attraverso uno strumento di misura, collegato sull'interruttore generale, è stato rilevato un valore di cos fi pari a 0,2 (presumo negativo, non l'ho chiesto), disinserendo il rifasamento fisso il f.d.p raggiungeva il valore di 0,7 e durante l'avviamento di un compressore di 4,5kW il cos fi saliva a 0,9.
Con il primo valore (0,2) ho ipotizzato che a seguito di questa diminuzione rilevante di potenza il rifasamento fisso esistente risulta eccessivo per i 9 kW medi attuali assorbiti dall'impianto, pertanto ci si trova a cedere in rete potenza reattiva induttiva (vietata).
Per quanto riguarda il secondo valore (0,7), anche se un po' strano, visto la presenza di resistenze elettriche, non mi ha colpito molto, mentre sono sorpreso per il valore di 0,9 che il cos fi raggiungeva con l'avviamento di un compressore.
Cosa ne pensate? Grazie mille.
Avatar utente
Foto Utentekleymn
0 3
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 4 apr 2014, 12:26

0
voti

[2] Re: Dubbio impiantistico

Messaggioda Foto Utentemagoxax » 7 apr 2014, 14:22

...a monte dell'impianto era stato installato un rifasamento fisso...

Rifasamento fisso?
Vuoi dire che ci sono "tot" kvar inseriti 24 ore su 24 per 365 giorni l'anno!? :shock:
Avatar utente
Foto Utentemagoxax
2.629 2 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1180
Iscritto il: 18 mar 2009, 14:56

0
voti

[3] Re: Dubbio impiantistico

Messaggioda Foto UtenteElectro » 7 apr 2014, 14:47

Siamo sicuri delle misure, a spanne direi che c'è qualcosa che non va nei numeri.
Con che strumento è stato fatto il rilievo?
"La progettazione, il primo presidio della sicurezza" [Michele Guetta]
Avatar utente
Foto UtenteElectro
2.127 2 2 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:14
Località: Bari

0
voti

[4] Re: Dubbio impiantistico

Messaggioda Foto UtenteMike » 7 apr 2014, 15:11

Il rifasamento fisso va bene se abbinato a un carico fisso e correlato al suo funzionamento. I numeri non tornano nemmeno a me. L'ente distributore cosa rileva nelle fatture?
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[5] Re: Dubbio impiantistico

Messaggioda Foto Utentemagoxax » 7 apr 2014, 16:57

è stato rilevato un valore di cos fi pari a 0,2 (presumo negativo, non l'ho chiesto), disinserendo il rifasamento fisso il f.d.p raggiungeva il valore di 0,7 e durante l'avviamento di un compressore di 4,5kW il cos fi saliva a 0,9.

Se le misure sono veritiere sembrerebbe che anche staccando il "rifasamento fisso", qualche batteria "occulta" rimanga comunque inserita.
Da 0,2 capacitivo (con tutto il rifasamento) a 0,7 capacitivo (con qualche batteria occulta) a 0,9 (capacitivo o induttivo, chissà) con il compressore acceso.
Avatar utente
Foto Utentemagoxax
2.629 2 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1180
Iscritto il: 18 mar 2009, 14:56

0
voti

[6] Re: Dubbio impiantistico

Messaggioda Foto Utenterosino » 7 apr 2014, 17:13

Controlla il senso di inserzione dei TA non si sa mai...
La saggezza non può essere trasmessa. La saggezza che un saggio tenta di trasmettere suona sempre simile alla follia.
Hermann Hesse - Siddharta
Avatar utente
Foto Utenterosino
3.566 2 7 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 11 gen 2010, 13:18
Località: Treviso (TV)

0
voti

[7] Re: Dubbio impiantistico

Messaggioda Foto Utentekleymn » 7 apr 2014, 18:21

magoxax ha scritto:
...a monte dell'impianto era stato installato un rifasamento fisso...

Rifasamento fisso?
Vuoi dire che ci sono "tot" kvar inseriti 24 ore su 24 per 365 giorni l'anno!? :shock:


Sì, infatti ho consigliato di scollegare la batteria di condensatori
Avatar utente
Foto Utentekleymn
0 3
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 4 apr 2014, 12:26


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 45 ospiti