Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

HP 8593A selftest?

Apparecchi di misura: oscilloscopi, multimetri, analizzatori di rete ecc
0
voti

[1] HP 8593A selftest?

Messaggioda Foto Utentepoggioventoso » 25 ago 2014, 22:56

Salve , chiedo per avere info sulla procedura di selftest per questo analizzatore di spettro .
Dopo aver seguito passo passo le istruzioni per l'autotest mi trovo nella condizione di non riuscire a terminare il test AMPTD ma ricevere messaggio FAIL .
Cerco di spiegare in dettaglio le procedure da me adottate con premessa , non dispongo dei cavetti originali che ho rimpiazzato con codini disponibili , sma-semirigido-N per collegare uscita COMB OUT con ingresso e bnc-H155-N per collegare CAL OUT con ingresso .
Riesco a terminare il test CAL YFT , CAL FREQ ma non il test CAL AMPTD , con messaggio CAL FAIL .
Nel caso CAL YFT tutto si svolge dall'inizio sino alla fine regolarmente e ricevo messaggio di calibrazione riuscita , nel caso di calibrazione CAL FREQ e AMPTD e CAL AMPTD , dopo ricevuto messaggio CAL SIGNAL NOT FOUND digito da tastiera -37Hh (questa opzione la ho provata dopo aver letto la procedura di calibrazione su un modello diverso in caso di messaggio di errore ) vedo procedere il self test fino alla fase in cui il test coinvolge l'ampiezza segnale e .. a questo punto appare il messaggio CAL SIGNAL NOT FOUND .
In parole povere riesco a eseguite tutte le fasi tranne quella che dovrebbe stabilire il valore di ampiezza .
Domanda : si tratta di un'inconveniente riscontrato da qualcuno e probabilmente ricorrente oppure no .

Aggiungo : cercando info in rete ho trovato riscontri simili ma su modelli diversi imputabili all'attenuatore posto sull'ingresso .

Personalmente non credo di avere problemi nel metterci le mani dentro ma preferirei avere un qualche indizio .
Spero di essere sufficientemente chiaro , nel caso chiedete pure .
Grazie per ogni suggerimento .
Avatar utente
Foto Utentepoggioventoso
450 1 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 120
Iscritto il: 18 ago 2014, 18:27

0
voti

[2] Re: HP 8593A selftest ?

Messaggioda Foto Utentebanjoman » 25 ago 2014, 23:51

Non conosco il tuo particolare modello, ma ti avverto che ripararlo da solo non è una cosa banale. Te lo dico per esperienza, dato che mi occupo di riparazioni/restauri di strumenti Tektronix vintage.

Se proprio vuoi provare, la prima cosa che devi fare è procurarti il Service Manual. Vi sono diversi siti specializzati nella vendita di siffatti manuali, sia in formato cartaceo che PDF.
Io di solito mi rifornisco da YourManualSource oppure da ManualsPlus.
ManualsPlus possiede il set completo di manuali. Ti puoi già fare un'idea dei costi della e non-banalità del caso :-)
Te lo studi attentamente e solo dopo, molto dopo, inizi a mettere le mani nello strumento.

Fossi in te, se non hai esperienze pregresse di riparazione e revisione di strumentazioni elettroniche vintage, contatterei un centro riparazioni per tali strumenti. In Italia ve ne sono diversi, tutti di buon livello.
Il costo logicamente non è economico, ma d'altra parte uno strumento come il tuo, adeguatamente revisionato e calibrato, campa altri vent'anni. :-)
Se funziona quasi bene, è tutto sbagliato. A.Savatteri/M.Mazza
Avatar utente
Foto Utentebanjoman
7.273 5 8 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1139
Iscritto il: 19 set 2013, 19:27

0
voti

[3] Re: HP 8593A selftest ?

Messaggioda Foto Utentepoggioventoso » 26 ago 2014, 0:27

Caro banjoman , comprendo bene quanti mi dici , conosco gli strumenti HP e ogni volta che ho la possibilità di sbirciare al loro interno rimango meravigliato per l'accuratezza nei cablaggi e , per apparecchiature vecchiotte , anche per la parte meccanica .
Diciamo che non sono un profondo conoscitore degli strumenti di misura HP ma nemmeno uno sprovveduto avventuriero , per questo ho preferito chiedere info ad una platea di soggetti sicuramente competenti .
Leggo che tratti la riparazione e recupero di apparecchi Tektronix , ebbene sono riuscito a salvare dalla discarica , all'ultimo minuto , un 7854 con una serie di cassetti che mi sono ripromesso di ricondizionare .
L'ultimo utilizzatore mi dice che si tratta di uno strumento funzionante ma aspetto di avere il tempo necessario per controllare lo stadio di alimentazione prima di accenderlo , gli elettrolitici sono un anello debole ,e procedere in tutte le fasi di verifica .
Ritornando al mio problemino , sicuramente prima di intervenire attendo di avere sufficienti e chiari indizzi per non fare danni , come ultima spiaggia mi rivolgerò a dei professionisti , preventivo spese permettendo ...
Avatar utente
Foto Utentepoggioventoso
450 1 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 120
Iscritto il: 18 ago 2014, 18:27

0
voti

[4] Re: HP 8593A selftest ?

Messaggioda Foto Utentebanjoman » 26 ago 2014, 1:17

Nella discarica doveva finirci il proprietario, non il 7854 :twisted:
Se funziona quasi bene, è tutto sbagliato. A.Savatteri/M.Mazza
Avatar utente
Foto Utentebanjoman
7.273 5 8 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1139
Iscritto il: 19 set 2013, 19:27

1
voti

[5] Re: HP 8593A selftest ?

Messaggioda Foto Utentegiorgio25760 » 23 set 2014, 12:05

Ciao, conosco abbastanza quello strumento.

ha 2 talloni di Achille (lo so per esperienza)

1) non vuole continua al suo ingresso
2) il tracking generator ha uno stadio di uscita delicato.


Per effettuare la calibrazione devi collegare l'uscita del tracking all'ingresso dell'analizzatore.

Se :
a) lo stadio di uscita del tracking è danneggiato
oppure
b) lo stadio di ingresso dell'analizzatore è danneggiato
Non riuscirai ad ottenere un messaggio di successo dalla procedura di calibrazione.

Prova con un generatore di segnali calibrato (o quasi) se riesci a misurare un corretto valore del segnale applicato.
In caso contrario il guasto è da rintracciare nello stadio attenuatore di ingresso.

Stessa cosa per il generatore di tracking.
Se metti l'analizzatore in zero span, il generatore non sweepperà più ed avrai un segnale in CW della stessa ampiezza prefissata in uscita nella sezione tracking generator out.

Ciao
Giorgio
Avatar utente
Foto Utentegiorgio25760
2.310 1 3 5
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1700
Iscritto il: 6 dic 2009, 17:02
Località: Brescia

0
voti

[6] Re: HP 8593A selftest ?

Messaggioda Foto Utentepoggioventoso » 30 set 2014, 21:00

Grazie Giorgio per le info, sono sempre più persuaso che il colpevole sia l'attenuatore di ingresso anche perché la prova del segnale noto iniettato è stata una delle prime fatte, in pratica mancano all'appello circa 16 dB.
Provo a cercare in rete un eventuale ricambio, nel caso non riuscissi a risolvere il problema dell'attenuatore, elettrico o meccanico che sia, e poi ci metto mano e staremo a vedere ...
Avatar utente
Foto Utentepoggioventoso
450 1 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 120
Iscritto il: 18 ago 2014, 18:27

0
voti

[7] Re: HP 8593A selftest ?

Messaggioda Foto Utentegiorgio25760 » 1 ott 2014, 10:00

Il modulo attenuatore è facilmente riconoscibile. (lo trovi subito dopo l' N di ingresso)

Il problema può essere stato causato da un elevato segnale in ingresso oppure da continua in ingresso.

I guasti a cui sono soggetti glia ttenuatori sono la bruciatura degli elementi inseriti al momento del guasto.

Puoi provare ad escludere l'attenuatore, di solito ha dei connettori SMA e provare a vedere come funziona l'amplificatore di ingresso.

Attento che senza attenuatore è delicato !

Talvolta negli stadi di ingresso vi è uno schottky messo come protezione che va in corto oppure ti attenua le frequenze più elevate.

Verifica se lo trovi.

Ciao
Giorgio
Avatar utente
Foto Utentegiorgio25760
2.310 1 3 5
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1700
Iscritto il: 6 dic 2009, 17:02
Località: Brescia

0
voti

[8] Re: HP 8593A selftest ?

Messaggioda Foto Utentepoggioventoso » 1 ott 2014, 21:16

Ho già dato una sbirciata all'interno e l'attenuatore è facilmente individuabile ma mi sono astenuto dallo smontare l'intero blocco RF proprio perché sono conscio, come giustamente mi ricordava Banjoman, che certi interventi devono essere fatti a ragion veduta.
Nel mio piccolo ho una certa esperienza nel campo delle microonde e comprendo la delicatezza dei collegamenti fra i vari stadi, non si tratta solamente di continuità elettrica ma di un'insieme a costanti distribuite dove mezzo giro di un connettore vale alcuni dB in più o in meno.
Avatar utente
Foto Utentepoggioventoso
450 1 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 120
Iscritto il: 18 ago 2014, 18:27

2
voti

[9] Re: HP 8593A selftest ?

Messaggioda Foto Utentepoggioventoso » 30 ott 2014, 20:12

Ho aperto il contenitore e smontato il gruppo RF d'ingresso, sono servite due ore di lavoro tra appunti, marcatura connettori e foto per ristabilire l'originale disposizione dei cavi.
DSC_0055.JPG
Il gruppo rf con l'attenuatore smontato

Poi ho cominciato a controllare tutto quanto, dal connettore d'ingresso ai cavetti rigidi, utilizzando un generatore RF e bolometro, comandando manualmente l'attenuatore noto la prima incongruenza, uno dei quattro stadi interni introduce un'attenuazione di 66dB, strano valore, e una volta aperto scopro la molto probabile causa del malfunzionamento, un pad ceramico a supporto della cella di attenuazione risulta rotto.
DSC_0089 pad.jpg

DSC_0123.JPG
Dettaglio del pad rotto

Provvederò a sostituire l'intero attenuatore, quello rimosso finirà in un casseto in attesa di usarlo come fonte di parti di ricambio per future riparazioni su altri strumenti.
Forse con questa sostituzione riesco a risolvere il problema.
Avatar utente
Foto Utentepoggioventoso
450 1 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 120
Iscritto il: 18 ago 2014, 18:27

1
voti

[10] Re: HP 8593A selftest? -risolto-

Messaggioda Foto Utentepoggioventoso » 9 nov 2014, 11:24

Problema risolto, dopo la riparazione dell'attenuatore lo strumento porta a termine l'autocalibrazione correttamente.
Ho voluto tentare una riparazione sul campo utilizzando parti di altri attenuatori simili dopo avere letto in giro sulla rete che questo tipo di dispositivi sfruttano una configurazione costruttiva invariata nel tempo.
Oltre al pad da 20dB rotto è stato sostituito pure quello da 10 ( quello che di default resta sempre collegato ) che danneggiandosi, forse a causa di un segnale troppo forte e introducendo un'attenuazione maggiore non consentiva il corretto funzionamento.
Con una certa dose di pazienza, mano ferma e un santino in bella vista di San Giuda Taddeo Apostolo, santo protettore dei casi difficili o disperati, sono stati sostituti i due pad incriminati, una ripulita finale dei contatti con alcol isopropilico, rimontato il tutto e testato ... perfetto.
Grazie a tutti per i consigli.
O_/
Avatar utente
Foto Utentepoggioventoso
450 1 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 120
Iscritto il: 18 ago 2014, 18:27


Torna a Strumentazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti