Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

fusibile termico su saldatore

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto Utentediego2020 » 27 set 2014, 23:00

buonasera a tutti volevo chiedervi io ho comprato un saldatore tipo quelli che costano 4 euro....ma dopo alcuni secondi la punta si ossida e diventa nera...poi mi è venuta l'idea di usare un fusibile termico...che riporta i seguenti dati (ANDE BAILE RY227 TF227°C 250V 10A) secondo voi posso metterla nel saldatore per interrompere la corrente appena la punta raggiunge i 227 gradi ed evitare che si ossidi oppure non salderà piu come prima ?? :?: :?: :?:
Avatar utente
Foto Utentediego2020
18 1 2
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 15 ago 2014, 22:40

0
voti

[2] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 27 set 2014, 23:18

Perdona la mia ignoranza,
ma se è un fusibile significa che una volta arrivato a temperatura interrompe e muore lì!
Non credo che si ripristina da solo.
Non ho ancora visto il data sheet del termico ma suppongo che non sia adatto al tuo scopo.
A te serve un termostato o una PTC.
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,3k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6220
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[3] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto Utentediego2020 » 27 set 2014, 23:34

ok grazie mille :lol:
Avatar utente
Foto Utentediego2020
18 1 2
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 15 ago 2014, 22:40

1
voti

[4] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 28 set 2014, 0:21

Quando li ho cercati dall'unico rivenditore della mia zona, non li ho trovati

ma oltre ai fusibili termici che raggiunta la loro temperatura di targa saltano

e restano definitivamente un circuito aperto

esistono anche fusibili termici ripristinabili

RS ne vende alcuni

http://it.rs-online.com/web/p/fusibili-termici-ripristinabili/1769154/

http://it.rs-online.com/web/p/fusibili-termici-ripristinabili/2047449/

K
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.259 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2243
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

0
voti

[5] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto Utentecore » 28 set 2014, 8:22

Ciao 227°C mi sembrano un po' pochini, mi chiedo poi come fai inserirlo nella punta, lo puoi inserire in serie al filo ma a quel punto misureresti la zona dove lo hai collegato.
Inoltre ammesso di riuscire fare il tutto, il tempo di risposta e' assai lungo, mi piacerebbe vederti mentre stai saldando ed interviene il fusibile aspettare magari 5 minuti per riprendere
Ultima modifica di Foto Utentecore il 28 set 2014, 8:34, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utentecore
718 3 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 15 nov 2013, 16:07

2
voti

[6] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 28 set 2014, 8:32

Beh, ci sono anche i disgiuntori o interruttori termici autoripristinanti che intervengono ad una certa temperatura e tornano a riposo quando questa è scesa di tot gradi.
Quel termico citato nel primo messaggio, oltre ad essere inadatto perché non credo sia autoripristinante, pare abbia temperatura di intervento troppo bassa (227°C).
A questo si aggiungono le difficoltà di montaggio meccanico. A questo punto sarebbe meglio mettere una termocoppia e, in base al suo segnale, controllare l'alimentazione del saldatore con un circuito elettronico, ma così abbiamo inventato la stazione saldante :mrgreen:
Quei saldatori da così poco sono praticamente usa e getta, direi che è meglio spendere in un saldatore un po' più serio piuttosto che spendere nell'impossibile impresa di di far diventare serio quello ;-)
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

1
voti

[7] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto Utenteedgar » 28 set 2014, 9:06

FedericoSibona ha scritto:meglio spendere in un saldatore un po' più serio piuttosto che spendere nell'impossibile impresa di di far diventare serio quello ;-)

Oltretutto a conti fatti aggiungere un palliativo al saldatore esistente rischia di costare quasi quanto un nuovo saldatore migliore. Si trovano con temperatura regolabile a una quindicina di euro
Avatar utente
Foto Utenteedgar
6.297 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3163
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[8] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto Utentegiorgio25760 » 1 ott 2014, 14:35

Metti in serie all'ingresso di rete (direttamente nella spina) un "vulgaris" diodo come un 1N4007.

La punta non dovrebbe più diventare nera.
Se lo diventa ancora kla colpa non è della temperatura ma del materiale con cui è costruita la punta.


Ciao
Giorgio
Avatar utente
Foto Utentegiorgio25760
2.310 1 3 5
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1700
Iscritto il: 6 dic 2009, 17:02
Località: Brescia

0
voti

[9] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 1 ott 2014, 15:02

giorgio25760 ha scritto:...un "vulgaris" diodo come un 1N4007...

Probabilmente la punta non si scurirebbe ma a che temperatura arriverebbe con una sola semionda?
Arriverà alla temperatura di fusione dello stagno?
Anni fa giravano dei saldatori con il diodo ed un pulsante che lo cortocircuitava.
Il saldatore, una volta inserita la spina si manteneva in temperatura.
Quando lo si prendeva in mano si schiacciava il pulsantino ed aumentava la temperatura della punta.
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
11,3k 4 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 6220
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

1
voti

[10] Re: fusibile termico su saldatore

Messaggioda Foto Utentegiorgio25760 » 1 ott 2014, 15:38

abusivo ha scritto:Anni fa giravano dei saldatori con il diodo ed un pulsante che lo cortocircuitava.
Il saldatore, una volta inserita la spina si manteneva in temperatura.
Quando lo si prendeva in mano si schiacciava il pulsantino ed aumentava la temperatura della punta.


Mi dispiace contraddirti ma anni fa giravano anche saldatori "doppia potenza".
Tale doppia potenza (es. 25/50W) era ottenuta inserendo un diodo per la potenza più bassa.
Tale diodo veniva poi cortocircuitato per ottenere la massima potenza.

Io ne ho avuti almeno un paio e ti garantisco che anche alla massima potenza la punta non diventava nera.

Nel caso esposto dal nostro amico, se la punta si surriscalda al punto da annerirsi, credo che di potenza ve ne sia abbastanza da potersi scaldare egregiamente anche con un diodo in serie.

Comunque alla fine sarà lui a dircelo..

Ciao
Giorgio
Avatar utente
Foto Utentegiorgio25760
2.310 1 3 5
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1700
Iscritto il: 6 dic 2009, 17:02
Località: Brescia

Prossimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 33 ospiti