Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

corrente di guasto verso terra

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto UtenteFABIO280385 » 12 dic 2014, 8:23

Salve ho letto due libri x le cabine elettriche mt/bt volevo un chiarimento per quanto riguarda la corrente di guasto verso terra in una linea mt , se nel mio caso con il neutro compensato e nel punto di consegna ho come corrente di guasto verso terra 40 A >10 s per calcolare le correnti delle cabine successive posso usare la formula IF= 0,003XL1+ 0,2XL2XU, ve lo chiedo perche questa formula me la consiglia in caso di neutro isolato , visto che non mi parla di altre formule io ho pensato di calcolarmi la corrente capacitiva di ogni singola linea e sommarla in parallelo a 40 A ,
Avatar utente
Foto UtenteFABIO280385
0 3
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 24 mag 2014, 12:25

5
voti

[2] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 20 dic 2014, 12:21

La formula a cui fai riferimento è quella semplificata per calcolare il contributo capacitivo di corrente di guasto a terra , con il neutro isolato la corrente di guasto aumenta a dismisura con l’estensione della rete e l’utilizzo di linee in cavo invece che aeree. Per ridurre questa corrente il distributore compensa la corrente capacitiva con un’induttanza messa a terra (bobina di petersen), teoricamente potrebbe ridurre questa corrente anche a zero, toericamente perché in pratica non lo fa. Ma a te questo non interessa un gran che , tu mica sei il distributore, quel valore di corrente di guasto a terra ti serve per dimensionare l’impianto di terra e la formula semplificata per calcolare il contributo capacitivo della tua rete come utente per stabilire se ti occorre o meno il 67n al posto del 51n (tra l’altro la formula semplificata fornisce valori in eccesso, nella realtà le lunghezze limite sarebbero piu alte). Tu non capisco cosa devi calcolare, con tutto il rispetto mi sembra che tu abbia le idee un po’ confuse, non prendertela.
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
12,9k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2661
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[3] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto UtenteFABIO280385 » 4 gen 2015, 0:21

mi servono x calcolare i valori x la 67N non ho capito perché mi scrivi che ho le idee confuse . leggendo il libro della TNE ho visto la formula x il calcolo della IF= (0,003*L1+0,2*L2)*U , io ho come corrente di guasto verso terra fornita dall'enel 40A t >10s , io ho 10 cabine in cascata dopo quella di cosegna , la formula mi serve per calcolare le correnti di guasto delle varie linee tra una cabina e l altra . io ho pensato di sommare in parallelo ai 40A i valori ricavati dalla formula cosi da ricavarmi la corrente di guasto x ogni singola linee in modo da tarare la 67N.
Avatar utente
Foto UtenteFABIO280385
0 3
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 24 mag 2014, 12:25

3
voti

[4] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 4 gen 2015, 12:26

quel valore (40A tempo eliminazione del guasto 10 secondi) ti serve per coordinare l'impianto di terra per quanto riguarda la tensione di contatto. Quando il neutro è compensato e la tensione di esercizio è 15kV, il valore è sempre quello (50ampere con 20kV)La formula che tu citi ti serve eventualmente per determinare se in base alla lunghezza dei cavi del tuo impianto ti serve il 67N in luogo del semplice 51N. Ci sono degli ottimi articoli di Admin inerenti bobina di Petersen sul sito , leggili e vedrai che capirai di piu. Ai fini delle protezioni e dei valori di taratura quei 40A non ti interessano proprio. L'unico interesse che hai riguardo al neutro compensato è il fatto che avrai possibilità (magari limitata) di fare selettività cronometrica per il guasto a terra in quanto il distributore prescrive un tempo di intervento di 0.45 secondi (con il neutro isolato il tempo di intervento è 0.17 secondi). Comunque poi fa fede la lettera del distributore. Ma i tuoi ipotetici calcoli con le 10 cabine non centrano nulla
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
12,9k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2661
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

3
voti

[5] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 4 gen 2015, 13:30

Il contributo capacitivo della corrente di guasto a terra della linea dell’utente si verifica perché se è troppo alto rispetto ai 2ampere a cui è impostato il guasto a terra del 51N si rischiano scatti intempestivi, il 51N non discrimina la direzione del guasto. Se il contributo capacitivo si avvicina pericolosamente a quel valore si adotta allora il 67N che tramite lo sfasamento tra la tensione omopolare (la grandezza polarizzante) e la tensione omopolare determina la direzione del guasto (lo sfasamento tra le due grandezze , in funzione dello stato del neutro, ci indica la direzione del guasto). Ripeto , i tuoi 40ampere , per quei fini a cui accennavi scordateli
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
12,9k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2661
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[6] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 9 nov 2017, 9:41

Ciao Foto UtenteMASSIMO-G ho alcune domande da porti dato che ho un po' di confusione a riguardo,
1-vorrei sapere se il valore che Terna comunica (in questo caso 40 A) per verificare il coordinamento dell'impianto di terra dell'utente per evitare tensioni di passo e contatto pericolose in caso di guasto a terra di una fase possa esser calcolato da Terna con la formula semplificata (IF= (0,003*L1+0,2*L2)*U).
2-Se volessi calcolarmi il contributo della IF della mia utenza composta da N cabine in parallelo dovrei inserire la lunghezza di ogni singola linea in modo da calcolarmi la IF per ogni N-esima linea oppure dovrei sommare la lunghezza totale delle N partenze?
3-Da quello che ho capito una volta verificato che il proprio impianto di terra sia dimensionato correttamente e supponendo di avere sul lato media N cabine secondarie dovrei inserire su ogni partenza la protezione 51N e nel caso in cui il calcolo effettuato da me della IF sia superiore all'80% della taratura della 51N dovrei inserire una protezione direzionale. Non riesco a capire questa affermazione perché se io volessi discriminare quale delle N-cabine è affetta da guasto non basterebbe solo la 51N indipendentemente dal valore della corrente di guasto dovrei montare in ogni caso una protezione 67N o sbaglio?

Grazie. O_/
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
112 1 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 278
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

0
voti

[7] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 9 nov 2017, 10:13

Scusa sono a lavoro
I valori di 40ampere e 50 ampere in funzione della tensione di esercizio sono stati unificati da enel per le reti a neutro compensato con la bobina di petersen con in parallelo la resistenza. Presumo che accorderanno le loro bobine in sottostazione per avere questo lavoro

Devi fare la somma di tutte le linee in cavo in media tensione fino ai trasformatori (i trasformatori ovviamente disaccoppiano dalla rete

Sulle partenze puoi tranquillamente mettere anche dei 51N pur in presenza di linea lunga. Se non si vorranno scatti intempestivi per guasti esterni sarà sufficiente tarare la Io a un valore superiore a quello del contributo capacitivo della linea
Ovviamente in quel caso tale valore sarà maggiore di quello impostato sul generale con tutte le conseguenze del caso
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
12,9k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2661
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[8] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 9 nov 2017, 10:56

Grazie per le risposte, ti disturbo ancora (se non puoi rispondere rispondimi pure in serata o nel week end quando sei più comodo) provando a fare qualche ragionamento sulla base di quanto ho capito anche dalle tue risposte ( correggimi nel caso sia sbagliato).
Ho una sottostazione primaria 130/15 kV a cui sono sottese 7 cabine secondarie 15/0,4 kV. Terna mi ha comunicato una corrente di guasto di 6500 A e tempo di intervento 0,45s. Tale valore suppongo derivi da un ipotetico guasto a terra sul lato AT che interessi il mio impianto di terra. Da tali valori eseguo la verifica della mia resistenza di terra se adeguata ed eventualmente le tensioni di passo e contatto. (il valore di 40 A comunicato da Terna nell'esempio immagino, come hai scritto tu, sia nel caso in cui un utente sia alimentato direttamente in MT).
Fatto ciò vorrei proteggere le mie 7 cabine da un possibile guasto a terra inserendo una protezione adeguata.
Calcolo la IF con la formula citata in precedenza inserendo come lunghezza la somma di tutti i cavi MT delle mie 7 partenze TUTTE in cavo (es L1=100 m, L2=300 m ecc.. --> Lformula= L1+L2+..+L7= 1,3 km) IF=(0.2*1.3)*15=3.9 A
Ora conoscendo questo valore potrei montare una protezione 51N per ognuna delle 7 partenze tarandola con corrente di intervento I0>2 A (per esempio).
In questo caso se avessi un guasto su una delle 7 cabine interverrebbero tutte e 7 le protezioni non essendo in grado di discriminare la direzione del guasto ecco perché dovrei montare una direzionale 67N in modo da discriminare l'angolo tra la tensione omopolare e la I0 della linea permettendo l'intervento della sola protezione sulla linea affetta da guasto.

è corretto il ragionamento? (scusa se mi sono dilungato ma almeno inserendo tutto sono sicuro di aver capito per bene).

Grazie per la disponibilità.

O_/
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
112 1 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 278
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

0
voti

[9] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 9 nov 2017, 11:32

Si i valori citati si riferiscono alle cabine dell’utente alimentate direttamente in media tensione dal distributore. Scatterà in modo intempestivo solo il 51N al quale è allacciata la linea molto lunga , gli altri se sono di lunghezze ridotte (diciamo sotto i 500 metri) non scattano con i 2 ampere che hai ipotizzato nel caso di guasti su altre linee
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
12,9k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2661
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[10] Re: corrente di guasto verso terra

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 9 nov 2017, 11:43

Ah ok.. allora sto commettendo un errore inserendo nella formula la somma di tutte le lunghezze.. dovrei calcolarmi per ogni tratto la IF e tarare la mia 51N per ogni linea ad un valore inferiore a quanto calcolato in linea teorica. Poi però se avessi un corto monofase su una linea lunga anche le altre tarate a valori 'piccoli' interverrebbero siccome sarebbero tarate ad un valore basso. Ecco perché si monta la 67N corretto?

Grazie
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
112 1 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 278
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 25 ospiti