Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 30 apr 2015, 11:52

Ciao atutti,
Ho letto diverse discussioni riguardanti i trasformatori di isolamento.
Leggendole ho trovato spiegazioni molto esaurienti e riferimenti a norme Cei ma delle volte commenti discordanti.
Per questo motivo mi sorge un dubbio. Cercherò di spiegarmi bene..

Il soggetto:il trasformatore di isolamento a mantello 220+220 2KW

Utilizzo: Utilizzare in sicurezza all'interno di una abitazione con diff da 0,003A un macchinario (cnc) con elettromandrino ed inverter operante a 400Hz

Problematica: senza usare un trafo, il solo collegare il macchinario alla rete fa saltare il magnetotermico in quanto l'inverter scarica a terra grosse correnti che il diff di casa vede come differenze di potenziale elevate

Postilla: Non è possibile portare ne una linea dedicata al macchinario ne, per ovvie ragioni, sostituire il magnetotermico con uno da 0,3A


Domanda: con un trasformatore di isolamento credo sia assodato che il macchinario funzionerebbe in modo corretto in quanto le ddp generate dall'inverter scaricherebbero sul trafo. La domanda è: un guasto sul trafo farebbe comunque entrare in gioco il differenziale di casa o paradossalmente diventerebbe pericoloso?
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

1
voti

[2] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 30 apr 2015, 12:39

ciao,
specifica bene cosa sia di preciso a "saltare" quando colleghi la macchina alla rete di casa, hai scritto magnetotermico, ma dal problema che esponi sembra tu ti riferisca al differenziale
se non stabiliamo prima questo, ha poco senso andare avanti

alexcagliari ha scritto:Non è possibile portare ne una linea dedicata al macchinario ne, per ovvie ragioni, sostituire il magnetotermico con uno da 0,3A

questo perché tendenzialmente i nostri impianti sono fatti nell'ottica only-trentammilliamper,
se avessi queste tarature solo per i circuiti che lo richiedono con a monte un differenziale unico "selettivo" con Idn maggiore (0,1 o 0,3 A) forse te la caveresti egregiamente (sempre che il problema sia da imputare alla corrente di dispersione dell'inverter)

alexcagliari ha scritto:con un trasformatore di isolamento credo sia assodato che il macchinario funzionerebbe in modo corretto in quanto le ddp generate dall'inverter scaricherebbero sul trafo

il macchinario non lo so, ma di certo non avresti alcuna corrente significativa in grado di chiudersi verso terra

alexcagliari ha scritto:un guasto sul trafo farebbe comunque entrare in gioco il differenziale di casa o paradossalmente diventerebbe pericoloso?

un trasformatore di isolamento nasce per garantire assoluta sicurezza di separazione elettrica tra i due avvolgimenti, per questo motivo vengono adottate soluzioni costruttive diverse che per un trasformatore di tensione comune
ciò non toglie che il primario o il secondario (ciascuno per conto proprio) possano come ogni macchina elettrica dare origine a guasti di isolamento tra gli avvolgimenti
ma quando hai protetto in maniera efficiente il trasformatore con dei fusibili o un magnetotermico hai fatto il tuo dovere,
collegando poi la massa/carcassa del trasformatore al PE ti cauteli anche contro i guasti a terra sul primario,
mentre ovviamente il secondario non avendo riferimenti a terra, non da luogo a correnti rilevanti in caso di primo guasto

ciao
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8582
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[3] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteivano » 30 apr 2015, 12:53

ti conviene comunque rendere il secondario del trasformatore un sistema TN-S.
poi metti solo la protezione magnetotermica adeguata e non avrai problemi.
Avatar utente
Foto Utenteivano
736 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 982
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

1
voti

[4] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 30 apr 2015, 12:58

Mi spieghi quest'ultimo intervento? Il trasformatore (esterno, in un case) non va collegato direttamente alla 220 casalinga? Ci va interposto un differenziale?

@Attilio: la macchina è nuova, appena acquistata ed il suo quadro a norma. Cio che stacca è il differenziale, difatti il costruttore della macchina mi avvisò dal fatto che doveva funzionare con un differenziale da 0,3A A causa delle correnti create dall inverter ma che ovviamente non posso mettere nel principale dell'abitazione.

Questo è il trafo di cui ho chiesto preventivo:
Immagine
Ultima modifica di Foto Utentealexcagliari il 30 apr 2015, 13:34, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

0
voti

[5] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 30 apr 2015, 13:31

ma il trasformatore ce l'hai già?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8582
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

1
voti

[6] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 30 apr 2015, 13:33

No Attilio, sono in procinto di comprarlo.
Nella foto qui sopra vedrai le specifiche, me lo hanno appena preventivato.
Sto cercando come ovviare al problema del differenziale da 0,3 che non posso metter a casa e dell'impossibilità delka linea dedicata pur restando in sicurezza, non sono un incoscente e voglio che tutto si operi in sicurezza..
Grazie per il tuo aiuto
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

0
voti

[7] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealdofad » 30 apr 2015, 13:46

Senza la terra in una CNC i disturbi aumentano al punto tale che a volte la velocita' degli assi va ridotta per perdita passi
Avatar utente
Foto Utentealdofad
843 4 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 689
Iscritto il: 21 gen 2014, 1:07
Località: Treviso

2
voti

[8] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 30 apr 2015, 13:46

valutando previa misurazione strumentale, la bontà dell'impianto di terra, si potrebbe anche optare per una linea dedicata per l'alimentazione del tornio, derivata in parallelo all'interruttore generale e avente protezione dai contatti indiretti fatta tramite differenziale di tipo S da 300 mA

prova a descrivere come è fatto il tuo impianto a partire dal contatore di energia
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8582
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[9] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 30 apr 2015, 13:51

Si a questo ci avevo già pensato Attilio, ma per indisponibilità economica non posso permettermi ora questa spesa (la cnc è al 2 piano) per cui mi occorre una soluzione tampone..


@aldofad: conosco diverse persone (pazzi) che la usano togliendo il cavo di terra dalla spina senza alcun problema..
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

1
voti

[10] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 30 apr 2015, 14:58

perché, il trasformatore quanto lo pagheresti?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8582
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 33 ospiti