Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Agriturismo - impianto elettrico esistente

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto Utenteclanis » 14 ott 2015, 15:38

Oggi ho eseguito un sopralluogo presso un'azienda agricola, la situazione è un po' complicata e devo far chiarezza su diversi aspetti.

L'azienda agricola è composta da 3 edifici indipendenti oltre a giardino e piscina esterna.
Unica ragione sociale, ben 5 forniture Enel indipendenti (!?!?!?!?!), tutte BT alcune 400/230V altre 230V.
Edificio 1: adibito a cantina, superficie superiore a 200m², 2 forniture Enel (1 400V da 6 kW e 1 230V da 3 kW)
Edificio 2: adibito ad appartamenti per agriturismo (n°4), 2 forniture Enel 230V 3 kW ciascuna, superficie superiore a 200m²
Edificio 3: adibito ad appartamenti per agriturismo (n°3) + locali comuni (reception, ufficio, ecc.), 2 forniture Enel (1 400V 10 kW e 1 230V 3 kW), superficie superiore a 200m². DA queste forniture sono derivate anche le alimentazioni delle utenze esterne (illuminazione, piscina, ecc.).

Gli impianti sono piuttosto datati, ma ristrutturati nel 1999 e nel 2009, non c'è traccia di mezzo progetto, ma ci sono diverse dichiarazioni di conformità a copertura della quasi totalità dell'attività.

Tutto ciò da cosa è nato? Da un controllo USL, che gli ha richiesto la denuncia di impianto di messa a terra originale (mai fatta la denuncia).
Non mi è mai capitato di avere a che fare con un'attività unica con ben 5 forniture Enel. Come la trattereste voi? Un'unica attività soggetta a progetto?

Io avevo pensato così:
Edificio 1, rilievo impianto esistente, progetto di adeguamento e ristrutturazione, e dich. di conformità con riferimento alle precedenti;
Edificio 2, non soggetto a progetto, se il cliente vuole possiamo comunque ricontrollare l'impianto esistente;
Gli impianti sono piuttosto datati, ma ristrutturati nel 1999 e nel 2009, non c'è traccia di mezzo progetto, ma ci sono diverse dichiarazioni di conformità a copertura della quasi totalità dell'attività.
Edificio 3, rilievo impianto esistente, progetto di adeguamento e ristrutturazione, e dich. di conformità con riferimento alle precedenti.
Che ne dite?
Grazie a tutti
Avatar utente
Foto Utenteclanis
105 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 147
Iscritto il: 18 mar 2009, 18:55

0
voti

[2] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 14 ott 2015, 16:05

Dove li hai trovati questi :?:
che casino, io in un caso del genere ho fatto eliminare tutte le forniture e con una sola hanno risparmiato tanti di quei soldi che mi hanno pagato la parcella volentieri!
Poi progetto unico di adeguamento per tutta l'attività e nuova DICO unica.

Butta pure via le DICO vecchie, tanto sono da considerare FALSE.
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
2.940 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2435
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[3] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto UtenteMike » 14 ott 2015, 16:16

Una valutazione di quanto gli costano di costi fissi tutte queste forniture lo farei. A di là di questo, va redatto un progetto di adeguamento per ogni impianto, ovvero ogni punto di consegna, ma questo non significa che devi fare 100 progetti diversi, il progetto può essere unico.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[4] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto Utenteclanis » 14 ott 2015, 18:17

Ci ho pensato a riunire le forniture in una unica fornitura, il problema è che sono dislocate tutte in posizioni diverse, su 3 edifici distinti, senza cavidotti interrati predisposti, quindi i lavori per la centralizzazione non sarebbero banali.

Mike, perché dici di fare un progetto a copertura di tutte le forniture? Tu la consideri come un'unica attività ricadente nell'obbligo di progetto ai sensi del 37/08?
A onor del vero, l'edificio dove ci sono 4 appartamenti, con 2 forniture monofase da 3 kW, pensavo di escluderlo dal mio progetto.
Avatar utente
Foto Utenteclanis
105 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 147
Iscritto il: 18 mar 2009, 18:55

0
voti

[5] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 14 ott 2015, 18:21

Ma per l'edificio 2 hai scritto che ha Superficie >200mq.

Io comunque farei gli scavi e quanto serve per unificare gli impianti.
Risolvi molti problemi, anche di sicurezza.
Se hai tanti scavi da fare magari l'investimento non rientra in un anno, ma comunque rientra.
Si semplifica per loro anche la gestione dei pagamenti, il controllo sui consumi, ecc.
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
2.940 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2435
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[6] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto UtenteMike » 16 ott 2015, 15:13

clanis ha scritto:Mike, perché dici di fare un progetto a copertura di tutte le forniture? Tu la consideri come un'unica attività ricadente nell'obbligo di progetto ai sensi del 37/08?
A onor del vero, l'edificio dove ci sono 4 appartamenti, con 2 forniture monofase da 3 kW, pensavo di escluderlo dal mio progetto.


Ricordati che il progetto è sempre obbligatorio, trattandosi di una unica attività trovo coerente progettare tutto, poco importa se quella parte potrebbe essere esclusa (da parte del professionista ma non dall'elettricista).
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

3
voti

[7] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto Utentesebago » 16 ott 2015, 16:57

Piccolo OT:
quando nacquero le attività di "agriturismo" lo stato gli concesse una fiscalità agevolata, perché pensava di realizzare favorevoli sinergie fra le attività agricole (o similari) e l'economia del turismo orientato a visitare luoghi ameni che fossero centro di attività lavorative del settore e, allo stesso tempo, fossero disponibili ad offrire ospitalità e ristoro. Fra i requisiti che "l'agriturismo" doveva avere possedere che c'erano, in primis, la presenza di attività (il gestore o chi per lui doveva farci l'agricoltore e/o l'allevatore) e, in secundis, l'obbligo che di quanto somministrato come cibaria una percentuale significativa fosse prodotta direttamente in loco.
Non so come siano oggi i disposti normativi.
Mi limito ad osservare che, per quei pochi che ho avuto occasione di vedere, assomigliano sempre di più a strutture ricettive del tutto pari a hotel-ristoranti, qualcuna dotata di comfort di lusso (quando mai s'è vista una piscina in un'azienda agricola o in un ovile? tutt'al più si trattava della pozza primaverile del torrente), dove vengono serviti prodotti da gran gourmet, fatti arrivare con il camion frigo freschi freschi dal mercatone all'ingrosso. I prezzi, manco a dirlo, sono lievitati quel tanto che basta a paragonarli a quelli di mercato della concorrenza "cittadina" di pari livello. Ma continuano a chiamarsi "agriturismo" perché sono "nel verde".
E, sospetto, perché continuano a godere del privilegio della fiscalità agevolata.
Fine OT

Sulla questione del thread, due parole semplici semplici: fatti due conti di quanto gli costa annualmente di fisso il tenere la bellezza di cinque forniture, contro l'importo di una fornitura unica. Ho idea (di più non so, perché non conosco il posto) che molto probabilmente entro un ragionevole lasso di tempo si ripagherà dell'investimento fatto per l'adeguamento complessivo.
Se poi è un cliente di quelli che, pur incassando parecchio, per fare uscire i soldi dal portafoglio aspetta le calende di ellenica memoria, stai in guardia. Assomiglia molto al mio ultimo (pure lui "agrituristico"), che per pagarmi 1500 €, regolarmente fatturati, ci ha messo 2 anni e 8 mesi (e ti risparmio le scuse che ha inventato).
Saluti
Sebastiano
________________________________________________________________
"Eo bos issettaìa, avanzade e non timedas / sas ben'ennidas siedas, rundinas, a domo mia" (P. Mossa)
Avatar utente
Foto Utentesebago
15,1k 4 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: 1 apr 2005, 19:59
Località: Orune (NU)

0
voti

[8] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 16 ott 2015, 17:02

sebago ha scritto:per pagarmi 1500 €, regolarmente fatturati, ci ha messo 2 anni e 8 mesi

Nel frattempo avresti potuto prenderti una mucca e una gallina :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
2.940 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2435
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[9] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto Utentesebago » 16 ott 2015, 17:09

Danielex ha scritto:una mucca e una gallina

Magari, ma non ce n'erano :(
Sebastiano
________________________________________________________________
"Eo bos issettaìa, avanzade e non timedas / sas ben'ennidas siedas, rundinas, a domo mia" (P. Mossa)
Avatar utente
Foto Utentesebago
15,1k 4 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: 1 apr 2005, 19:59
Località: Orune (NU)

1
voti

[10] Re: Agriturismo - impianto elettrico esistente

Messaggioda Foto UtenteMike » 16 ott 2015, 17:51

A me voleva pagarmi in vino :lol:
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 41 ospiti