Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Taratura differenziali a valle fornitura

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto Utentebicio8591 » 16 ott 2015, 21:30

Buonasera,
durante alcune verifiche e rilievi su Q.Elettrici installati presso strutture pubbliche, abbiamo riscontrato che in alcune, la protezione differenziale subito a valle della fornitura e' regolata su Idn.1A e T(s)3.
Presupponendo che per necessita' di selettività, avendo altre protezioni differenziali a valle, siano stati regolati con quei dati, la normativa pero' se non sbaglio permette fino a 1A e tempo d'intervento 1s ?
Se la linea fosse interrata e fino al Q.Generale dell'edificio non ci fosse la possibilita' che vada in contatto accidentalmente con parti metalliche o altro (dubito ma....) la taratura eseguita e' corretta'? Se si' potrebbe non essere obbligatoria neanche la protezione differenziale. Premetto che alcune linee sono lunghe oltr 100 metri.

grazie
Avatar utente
Foto Utentebicio8591
50 1 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 243
Iscritto il: 30 gen 2011, 21:41
Località: Craui' (UD)

0
voti

[2] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 17 ott 2015, 8:31

bicio8591 ha scritto: la normativa pero' se non sbaglio permette fino a 1A e tempo d'intervento 1s ?


La norma non stabilisce un valore massimo della taratura ma impone che sia coordinata con il valore di resistenza di terra. Molto difficilmente comunque ci può essere la necessità di andare oltre 1A, quindi meglio non superarlo.
Per il tempo di intervento sì, se il sistema è TT c'è il limite di 1s (CEI 64-8/4 413.1.4.2)

Se il differenziale non serve perché non ci sono masse puoi tararlo come vuoi.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.312 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2043
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[3] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto Utenteivano » 18 ott 2015, 11:48

nel sistema TT e' imposto un valore massimo di Idn pari a 1A.
cio' a causa del limite imposto ai distributori riguardo al valore massimo della resistenza di terra del neutro.
in realta' normalmente e' molto bassa, ma potrebbero esserci casi in cui la RT del neutro non lasci circolare correnti di guasto a terra superiori a 1A
Avatar utente
Foto Utenteivano
706 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 971
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

0
voti

[4] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto Utentebicio8591 » 20 ott 2015, 17:35

Quindi devo considerare Idn 1A imposto o consigliato,pur se coordinato con il valore di terra?
Il sistema comunque é TT.
Avatar utente
Foto Utentebicio8591
50 1 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 243
Iscritto il: 30 gen 2011, 21:41
Località: Craui' (UD)

0
voti

[5] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto UtenteMike » 20 ott 2015, 18:03

La taratura massima ammessa, salvo casi particolari (regola dell'arte), per i sistemi TT è 1A/1s, ovviamente questo valore deve essere coordinato con la resistenza di terra, pertanto negli ambienti ordinari non deve superare i 50 ohm, 25 in quelli a maggior rischio elettrico.
Detto questo, se a valle del contatore non ci sono masse, non è necessaria nessuna protezione dai contatti indiretti e quindi nessun differenziale.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[6] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto Utentebicio8591 » 20 ott 2015, 21:03

Essendo questi differenziali a protezione della linea pricipale di alimentazione dell'edificio, nel tragitto in cavidotto sotterraneo (profondita' 60 cm.) ok non ci sono i presupposti perché la linea venga a contatto con parti metalliche o masse.Però nel percorso interno all'edificio seppur per pochi metri entra in canale metallico e comunque il Q.generale di distribuzione è in carpenteria metallica. Quindi 5 o 6 mt. in canale + la carpenteria fa sì che il differenziale serva e con giusta taratura quindi Idn.1A e tempo 1s. (terra 4,3ohm per cui non ci sono problemi).
Se si evita il canale, la carpenteria in metallo del Q.G. è sufficente per obbligare il differenziale o comunque tarature più alte?
Avatar utente
Foto Utentebicio8591
50 1 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 243
Iscritto il: 30 gen 2011, 21:41
Località: Craui' (UD)

1
voti

[7] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 21 ott 2015, 7:52

bicio8591 ha scritto:la carpenteria in metallo del Q.G. è sufficente per obbligare il differenziale o comunque tarature più alte?

Sì, a meno che l'interruttore generale del quadro sia differenziale: in quest'ultimo caso è concesso omettere la protezione a monte
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.312 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2043
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[8] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 ott 2015, 9:06

bicio8591 ha scritto:Se si evita il canale, la carpenteria in metallo del Q.G. è sufficente per obbligare il differenziale o comunque tarature più alte?


Come ha scritto Foto UtenteGoofy, devi ragionare sulle masse non sulle parti metalliche.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[9] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto Utenteandreandrea » 21 ott 2015, 16:38

Mike ha scritto:La taratura massima ammessa, salvo casi particolari (regola dell'arte), per i sistemi TT è 1A/1s (...)

Tempo fa si era detto una cosa diversa: viewtopic.php?f=3&t=49561&p=522097#p522097
#-o
non è crollato solo un ponte, sta crollando una città
Avatar utente
Foto Utenteandreandrea
1.399 1 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 673
Iscritto il: 21 apr 2008, 13:26
Località: Genova

0
voti

[10] Re: Taratura differenziali a valle fornitura

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 ott 2015, 19:00

andreandrea ha scritto:
Mike ha scritto:La taratura massima ammessa, salvo casi particolari (regola dell'arte), per i sistemi TT è 1A/1s (...)

Tempo fa si era detto una cosa diversa: viewtopic.php?f=3&t=49561&p=522097#p522097
#-o


Urca!!!! Vero, fatal error! Confermo che il limite riguarda solo il tempo = 1s, per la corrente non c'è limite, dipende solo dal coordinamento con la resistenza di terra.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 20 ospiti