Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Lavori in presenza di PE interrato?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Lavori in presenza di PE interrato?

Messaggioda Foto Utentesteve95 » 24 nov 2015, 21:56

Buonasera, ho alcuni dubbi riguardo ad una situazione "particolare" (ma immagino che per quelli del mestiere sia roba da tutti i giorni... :D ).
Attualmente: cavo N07V-K 16mm2 dal nodo equipotenziale del mio appartamento direttamente al dispersore; prima di quest'ultimo, in una cassetta di derivazione, è stata collegata la terra dell'appartamento dei vicini (in seguito al rifacimento dell'impianto e con il nostro consenso, ovviamente), usando un apposito morsetto applicato sul N07 senza interromperlo.
Il tratto fra la cassetta e il dispersore (~4 metri) è interrato di una decina di cm appena, e il problema è che, dovendo riasfaltare il cortile, il PE ovviamente è in mezzo che "rompe le scatole"...considerando che sicuramente non è lungo abbastanza per poter passare nella nuova conduttura interrata "a norma" e che ho letto di alcune restrizioni sulle "giunte" della messa a terra, come si può agire? Nuovo nodo equipotenziale nella derivazione con sostituzione del tratto interrato (magari con un altro tipo di cavo, dato che a quanto ho capito l'N07V-K non è interrabile in nessun caso)?
Inoltre nel mentre dei lavori (2-3 giorni, dicono) non mi pare accettabile lasciare 2 appartamenti senza messa a terra...
Per tutto ciò mi sembra quindi indispensabile l'intervento di una persona qualificata, che stacchi il vecchio cavo e soprattutto ricolleghi appena possibile il nuovo al dispersore (ho letto di protezioni contro l'ossidazione...di sicuro non è tutto tanto semplice quanto avvolgere il cavo sguainato intorno alla palina).
Voi che dite?
Grazie e buona serata O_/
Avatar utente
Foto Utentesteve95
166 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 28 dic 2012, 17:39

0
voti

[2] Re: Lavori in presenza di PE interrato?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 24 nov 2015, 22:17

steve95 ha scritto:magari con un altro tipo di cavo, dato che a quanto ho capito l'N07V-K non è interrabile in nessun caso?

non in questo caso, stiamo parlando di un cavo destinato al collegamento di terra, di per se potresti passare l' N07V-K totalmente privato dell'isolante ed essere a posto!

a questo punto direi che potreste fare un'altra cosa, ovvero:
fare diventare collettore principale la cassetta dove attualmente c'è la connessione al PE all'altro appartamento con morsetto a mantello, in cui verrà interrotto il PE originario che arrivava al vostro nodo, dalla cassetta contenente il nuovo collettore farete partire un nuovo cavo o meglio ancora una treccia di rame da 25 mm^2 da interrare direttamente (sarebbe un peccato non approfittare dei lavori per farlo!) ad almeno 60/80 cm di profondità, da ricollegare al primo (o unico) dispersore esistente
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8572
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[3] Re: Lavori in presenza di PE interrato?

Messaggioda Foto Utentesteve95 » 24 nov 2015, 22:28

Attilio ha scritto:
steve95 ha scritto:magari con un altro tipo di cavo, dato che a quanto ho capito l'N07V-K non è interrabile in nessun caso?

non in questo caso, stiamo parlando di un cavo destinato al collegamento di terra, di per se potresti passare l' N07V-K totalmente privato dell'isolante ed essere a posto!

In effetti avrebbe senso :D

Attilio ha scritto:...o meglio ancora una treccia di rame da 25 mm^2 da interrare direttamente (sarebbe un peccato non approfittare dei lavori per farlo!) ad almeno 60/80 cm di profondità, da ricollegare al primo (o unico) dispersore esistente

Ecco, questo sarebbe una bella questione ma purtroppo dubito sia fattibile...sai, soliti problemi con condomini/amministratore, meno lavori "extra" si fanno e meglio è...anche se è vero che comunque un nuovo spezzone di cavo andrebbe comunque comprato, chi farà i lavori di fresatura/asfaltatura parlava di 5/10 cm di materiale (sottofondo) sopra alle condutture, quindi scavare 60/80 cm sarebbe una cosa in più.
Il mio grosso dubbio riguarda anche i tempi...servirebbe che l'elettricista fosse presente appena interrata la nuova conduttura, in modo da rimanere senza terra per meno tempo possibile (ho sentito anche dire "eh vabbè, per 3 giorni non si muore": sarà, ma a me l'idea sinceramente non piace per nulla).
Avatar utente
Foto Utentesteve95
166 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 28 dic 2012, 17:39

1
voti

[4] Re: Lavori in presenza di PE interrato?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 24 nov 2015, 22:42

posare la treccia di rame a 10 cm non da grossi benefici, a questo punto ripristinate il collegamento in cavo per com'era precedentemente

steve95 ha scritto:...considerando che sicuramente non è lungo abbastanza per poter passare nella nuova conduttura interrata "a norma"

è comico come si faccia attenzione a posare un tubo a norma, un cavo a norma, un pozzetto a norma per il dispersore magari, e poi si trovino mille difficoltà per fare la sola cosa che abbia un minimo di senso ai fini del miglioramento dell'impianto di terra stesso (non mi riferisco a te ovviamente)
a questo punto, lasciali fare ma esigi (fai una richiesta scritta se è il caso) di non rimanere senza collegamento di terra nemmeno in quei tre o quattro giorni di lavori

sai quanto ci vuole a piantare un dispersore provvisorio di cantiere fuori dalla zona di lavoro?! si perde più tempo a dirlo...
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8572
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[5] Re: Lavori in presenza di PE interrato?

Messaggioda Foto Utentesteve95 » 24 nov 2015, 23:16

Attilio ha scritto:
è comico come si faccia attenzione a posare un tubo a norma, un cavo a norma, un pozzetto a norma per il dispersore magari, e poi si trovino mille difficoltà per fare la sola cosa che abbia un minimo di senso ai fini del miglioramento dell'impianto di terra stesso (non mi riferisco a te ovviamente)

Mah, a norma sinceramente non so quanto ci sia...fatto abbastanza bene da funzionare decentemente sì, per il resto boh :?:
In realtà l'amministratore non fa troppi problemi su queste cose, se ne vale la pena convince anche gli altri condomini; la questione è proprio di fondo, date le "leggere divergenze" con i vicini meglio evitare cose in più e attenersi allo "stretto necessario".
Più che altro i lavori sono praticamente imminenti e bisognerebbe trovare un elettricista disponibile almeno a preparare il lavoro: ho pensato che potrei fare già collegare il nuovo cavo al dispersore, con il "connettore ad anello" (non so il nome preciso) all'altro capo, preparare la barra equipotenziale e a quel punto basterebbe passarlo nel nuovo tubo appena possibile e collegarlo.
Avatar utente
Foto Utentesteve95
166 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 28 dic 2012, 17:39


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 41 ospiti