Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Interruttori cinesi

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

2
voti

[1] Interruttori cinesi

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 18 feb 2016, 18:10

In un appartamento di recente costruzione, non ancora abitato, ho visto che nel quadro elettrico (centralino) sono stati impiegati esclusivamente interruttori di fabbricazione cinese "doc", come quello raffigurato:

Magnetotermico differenziale cinese.png
Magnetotermico differenziale cinese
Magnetotermico differenziale cinese.png (242.22 KiB) Osservato 3419 volte

Ho subito pensato che l'installatore abbia voluto risparmiare, per cui, per curiosità, mi sono fatto un giro sul sito di Aliexpress per vedere i prezzi, e sono rimasto esterefatto: il magnetotermico differenziale raffigurato costa la bellezza di € 1,83 e può essere spedito con raccomandata in Italia aggiungendo € 4,93 per le spese di spedizione. Niente spese doganali, vista l'entità della cifra.
L'inserzione precisa che ci possono essere sconti in base alla quantità ordinata, e in tale caso è logico aspettarsi spese di spedizione adeguatamente ridotte.
Le caratteristiche tecniche dichiarate sono adeguate (tranne forse il tempo d'intervento del differenziale, per il quale si dichiara genericamente un massimo di 100 ms).
Naturalmente, sullo stesso sito web gli interruttori solo magnetotermici costano ancora di meno.

Ora, sappiamo che per quanto riguarda in genere i prodotti cinesi (quelli "doc") la qualità può essere a volte ottima, solo decente oppure decisamente pessima, però mi chiedo: quanto c'è da fidarsi di un magnetotermico differenziale che costa meno di 2 euro? In che cosa consiste la differenza con i dispositivi che costano 15 volte di più ed hanno (sulla carta) le stesse caratteristiche? Varia forse l'affidabilità nel tempo? Non posso credere che sia solo questione di basso costo della manodopera!
Sono tentato di acquistarne uno per testarlo e poi smontarlo, giusto per vedere se riesco ad individuare, nell'ambito delle mie possibilità, una qualche ragione tecnica che giustifichi un simile prezzo.
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.833 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1209
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[2] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 18 feb 2016, 18:33

Per prima cosa bisognerebbe fargli un bel test dei tempi di intervento.

Io scommetto che chiudiamo subito la questione :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
3.005 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2463
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[3] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto Utenteivano » 18 feb 2016, 19:59

quandoci scappera' il morto poi ne vieteranno l'uso.
comunque non capisco come si possa realizzare un impianto con apparecchi di protezione nemmeno marcati CE
( o quando presente e' palesemente falso)
Avatar utente
Foto Utenteivano
736 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 986
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

0
voti

[4] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto Utenteferri » 18 feb 2016, 20:26

da quanto so (ma non compro materiale elettrico) un differenziale 1P+N/4,5kA/0,03A classe AC costa ad un installatore meno di quanto indicato... (ultimi prezzi visti era attorno ai 16,00 €, gli installatori di professione forse mi smentiranno)
Ho la "vaga" impressione che si stia veramente raschiando il fondo...
Avatar utente
Foto Utenteferri
1.109 2 4
Expert
Expert
 
Messaggi: 335
Iscritto il: 24 nov 2012, 11:41

2
voti

[5] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto Utenteattilio » 18 feb 2016, 20:59

O.T.

Dipende dalla marca e dalla politica commerciale dei vari costruttori.
Ultimamente ho preso gli Schneider serie Dom, a €12,7 + iva, che da me è un buon rapporto qualità/prezzo (prima i Siemens erano ancora meno)
Di contro sono lievitati i prezzi dei magnetotermici mono modulo, che da € 4,8 + iva, ora sono sui 7 € + iva.
Ci sono vendor che invece hanno prezzi più alti per i magnetotermici differenziali (sui 15 - 20 € + iva) e hanno mantenuto invariati quelli dei magnetotermici.

Poi ovviamente dipende dal distributore locale (il mio grossista è un leader che opera in Sicilia e Calabria) e dalla percentuale di sconto, che a sua volta è funzione dei volumi di acquisto. Quindi i miei sono numeri "relativi".

---------------

Ritornando in tema, sarebbe interessante ritirarne uno per testarlo in varie condizioni (anche senza bisogno di avere un laboratorio) e poi smontarlo per compararne materiali e meccaniche.
Io non sono prevenuto, però qualche domanda me la pongo.
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,6k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8607
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

6
voti

[6] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 19 feb 2016, 14:11

Come già accennato nel mio post iniziale, ho acquistato oggi un magnetotermico differenziale da 16 ampere su Aliexpress, pagandolo poco più di 5 euro, incluse spese di spedizione. Ci vorranno un ventina di giorni prima che arrivi, poi vi comunicherò i risultati dei primi test.

Ho definito gli interruttori in argomento "cinesi" semplicemente perché non sono italiani o non sono tedeschi. Punto e basta. Non sono prevenuto sulla qualità dei prodotti cinesi (nel mio post ho detto chiaramente che "per quanto riguarda in genere i prodotti cinesi (quelli "doc") la qualità può essere a volte ottima, solo decente oppure decisamente pessima") ma, se permetti, di fronte ad un interruttore che all'utente finale costa 1 euro e 83 centesimi, mi è venuta la curiosità di saperne di più sul motivo di tale costo. Tutto qui.
Grazie per l'attenzione.
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.833 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1209
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[7] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto Utenteedgar » 19 feb 2016, 14:30

Franco012 ha scritto:Ci vorranno un ventina di giorni prima che arrivi

La mia ultima spedizione di Aliexpress ha impiegato oltre 60 giorni :(
Avatar utente
Foto Utenteedgar
5.442 3 3 8
Master
Master
 
Messaggi: 2634
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[8] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 19 feb 2016, 15:34

A me non è mai capitato un ritardo di tale entità, ma ti credo.
I 20 giorni che ho indicato sono il tempo medio che ho sperimentato.
Tieni presente, comunque, che la maggior parte dei venditori (o forse tutti?) su Aliexpress prevede il rimborso totale se l'articolo non arriva entro il tempo fissato (generalmente 60 giorni per l'Italia), anche se l'articolo è già stato spedito ed è in viaggio. Le istruzioni dicono che l'ordine viene considerato completato solo quando clicchi su "Confermo ricezione ordine" oppure superi l'intervallo di tempo specifico entro il quale devi confermare.
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.833 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1209
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

2
voti

[9] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto UtentePoirot » 19 feb 2016, 17:13

Qual è il problema di chiamare cinese quello che è cinese?
Se uno avesse dei dubbi, basta che cerchi con Google "jotta circuit breaker".
Quello che non sono riuscito a capire è se ha la marcatura CE, anche perché nel loro sito non mi sembrano che le informazioni trabocchino (a dire il vero non ho neanche trovato quel differenziale).
Avatar utente
Foto UtentePoirot
3.292 1 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 874
Iscritto il: 1 ott 2008, 15:08

0
voti

[10] Re: Interruttori cinesi

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 19 feb 2016, 18:01

Se ti interessa, l'interruttore che ho acquistato è questo.
Nelle varie figure non vedo marcature CE.
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.833 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1209
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 50 ospiti