Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Migrazione al LED: solo rose e fiori?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

2
voti

[1] Migrazione al LED: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto Utenteelectrocompa » 19 feb 2016, 22:03

Buonasera,

ormai il mercato delle lampade e corpi illuminanti è stato invaso per buona parte dalle sorgenti led.
Ormai nei cataloghi e siti web il capitolo led è predominante rispetto a tutte le altre tecnologie.
Si tratta di una tecnologia relativamente nuova e sicuramente non matura come le altre, quindi vorrei porvi alcuni quesiti:

- la qualità della luce, intesa come resa dei colori e disturbi all'apparato visivo, sono alla pari delle altre tecnologie?
- l'efficienza lm/W è veramente così performante?
- le ore di funzionamento dichiarate sono realistiche e il decadimento naturale com'è ?
- ci sono delle controindicazioni nel caso in cui le sorgenti led siano installati in ambienti esterni (sensibilità alle sovratensioni)? Oppure in ambiente elettromagneticamente inquinati (esempio impianti industriali con forte distorsione armonica)?
- esistono delle sorgenti led riparabili (sostituzione solo del led, oppure del drive), oppure la maggior parte va sostituita integralmente in caso di guasto o fine vita?
- l'installazione di luce led comporta l'inquinamento delle linee elettriche con ulteriori armoniche?

Scusate lo scetticismo, ma quando tutti ti vogliono far credere che il led abbia solo vantaggi... meglio approfondire e sentire cosa ne pensa anche chi è del settore.

Grazie.
Avatar utente
Foto Utenteelectrocompa
56 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 309
Iscritto il: 25 feb 2011, 21:28

0
voti

[2] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto UtenteMassimoB » 19 feb 2016, 22:10

Perdonami ma dei tuoi tanti quesiti non ho capito il punto....stai facendo una caccia alle streghe? Altrimenti rispondere ai tuoi quesiti richiederebbe più di un articolo
MCSA Windows Server 2012 R2 - Comptia A+ - Cisco CCNA R&S
Avatar utente
Foto UtenteMassimoB
13,4k 6 12 13
Expert free
 
Messaggi: 2945
Iscritto il: 28 ott 2012, 9:56
Località: Milano

7
voti

[3] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto UtenteGiudiceDiPace » 19 feb 2016, 23:24

Purtroppo Foto Utenteelectrocompa hai posto questioni tecniche e ti hanno risposto con la filosofia ... :D

Molto di quello che dici è vero, alterazione cromatica, vita non così lunga, incompatibilità alla grande, disturbi elettromagnetici ... tutto quello che hai citato, e oltre ...
Ma tant'è, l'economia deve andare avanti (e crescere) ! Bisogna consumare (credendo di risparmiare) e buttare tutto quello che è vecchio.
Devi buttare quello che hai (e che funziona benissimo) per acquistare l'ultimo trovato della tecnologia.
E che non sia tutto a posto ... non interessa a nessuno !
Devi cacciare i soldi perché altrimenti sei vecchio ed obsoleto.
Chi credi abbia finanziato i nostri Europarlamentari per quella demente direttiva sull'abolizione delle vecchie ed economiche lampade a filamento ?
Ma quanto spendi per acquistare il nuovo ... e per risparmiare cosa ... ?
Ma qual è il consumo energetico dell'illuminazione rispetto a tutta l'energia sprecata per raffreddare d'estate incredibili palUtenteCancellato in vetro e cemento ?

Come al solito è meglio far pagare a tante piccole ignare persone (convinte pure di risparmiare) e poter così gonfiare, a dismisura, il portafoglio di pochi ricchi finanzieri.

E tutti ad osannare la tecnologia ... :mrgreen:

DiPaceGiudice
Avatar utente
Foto UtenteGiudiceDiPace
587 5
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 mag 2014, 8:47

0
voti

[4] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto UtenteSerTom » 19 feb 2016, 23:42

Confermo: esperienza personale!
Lampade a LED pagate profumatamente (e di marche note; no cineserie) che durano molto meno di quanto dichiarato.... 10000 ore ? Un anno ininterrotto... ?
Ah... ma poi dichiarano 30.000 accensioni !
Cazzo ma se ne fai 50 al giorno (Sob) sono sempre 600 giorni.
E se mi si fotte dopo 6 mesi ?
Se vado nel negozio (e ci sono stato) mi dicono che è colpa mia, l'ho bruciata io ! [-X Forse dovevo essere più delicato ad accenderla :twisted:

E poi che fastidio: spegni l'interruttore .... e la luce si spegne 2 secondi dopo !
Ma il tempo di reazione di un umano non è tra 0,5 e 1s ?
Tecnici ! Ricordatelo !

Bye O_/ Ser.Tom
Avatar utente
Foto UtenteSerTom
4.194 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1956
Iscritto il: 18 mag 2012, 9:57

3
voti

[5] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 20 feb 2016, 1:07

Se le vecchie lampade a incandescenza sono davvero superate, allora io mi chiedo che bisogno c'era di vietarle.
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.139 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2915
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

0
voti

[6] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto Utenteelectrocompa » 20 feb 2016, 8:56

Non volevo generare un vespaio, nemmeno essere provocatorio. chiedo scusa
L'argomento penso sia ancora oggetto di opinioni divergenti. A mio modo di vedere la tecnologia led è sicuramente valida, altrimenti la bolla sarebbe già esplosa da tempo.
Sicuramente sotto c'è un forte interesse economico e la spinta alla migrazione è forte, anche dove non sarebbe così necessario.
Ad ogni modo il mercato nel lungo termine non mente, pertanto tra qualche anno vedremo su quale equilibrio i produttori bilanceranno il proprio "paniere" di scelta.
Se il led manterrà tutte le promesse resterà poco spazio per le altre teconologie, che rimarranno relegate a nicchie particolari.
Viceversa dovessero emergere problematiche inizialmente trascurate o minimizzare, allora vedremo un ritorno anche alle tecnologie tradizionali e il led rimarrà a disposizione però su una fetta meno importante di quella attuale.
Penso che questa battaglia nel campo dell'illuminazione ricordi un po' la guerra delle correnti, tra ac e dc..
Avatar utente
Foto Utenteelectrocompa
56 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 309
Iscritto il: 25 feb 2011, 21:28

1
voti

[7] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto UtenteGiudiceDiPace » 20 feb 2016, 9:36

EcoTan ha scritto: ... allora io mi chiedo che bisogno c'era di vietarle.


La Direttiva aveva il chiaro scopo di "forzare la mano" ed imporre una tecnologia che altrimenti avrebbe dovuto competere ad armi pari.
Agli inizi, come avrebbero convinto la S.ra Maria a spendere 20€ per una lampada a led (peraltro ancora poco "luminosa") al posto di una comune Edison da meno di 1 € ?

DiPaceGludice
Avatar utente
Foto UtenteGiudiceDiPace
587 5
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 mag 2014, 8:47

0
voti

[8] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto UtenteGiudiceDiPace » 20 feb 2016, 9:49

electrocompa ha scritto:...Ad ogni modo il mercato nel lungo termine non mente, pertanto tra qualche anno vedremo su quale equilibrio i produttori bilanceranno il proprio "paniere" di scelta....

Purtroppo non c'è nessuna scelta ! Il vincitore è già stato stabilito per legge!
Le lampade a incandescenza sono vietate.
Se la tecnologia led ha problemi (e ne ha) te li tieni così.
La sfida leale se c'è (e per ora c'è) è fra i led e le fluorescenti con queste ultime fortemente in vantaggio sopratutto sulle potenze più alte, dove i led arrancano, ed arrancheranno per molto visti i noti problemi di temperatura.
E tutto, nonostante il contenuto di Mercurio, vietato dappertutto tranne che nelle fluorescenti ... :evil:

DiPaceGiudice
Avatar utente
Foto UtenteGiudiceDiPace
587 5
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 mag 2014, 8:47

10
voti

[9] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto UtenteNSE » 20 feb 2016, 12:27

Per un periodo di tempo mi sono trovato a gestire alcuni fabbricati (terziario) in cui si poneva il seguente problema:
a) se fare una sostituzione totale (sostituire FL con led)
b) se fare un sostituziuone a fine vita (anzichè cambiare i tubi, sostituire con tubi a led e/o nuove plafoniere)
c) come muoversi sulle nuove costruzioni.

Ti riporto le considerazioni a cui sono arrivato.

QUALITA' DELLA LUCE
La luce led è diversa, può piacere o non piacere ma è diversa.
Se vai su led che rendono di più ti trovi luce più fredda, se vai su led che rendono meno ti trovi luce più calda.
E' una caratteristica tecnica dell'emissione dei led stessi (rendono di più sul blù).
Il LED essendo una fonte molto direzionale tendono a fare una luce più dura (come dicono i fotografi), anche questo può piacere o non piacere e può essere irrelevante o meno, ma per il confort va tenuto di conto.
Se ti trovi a sostituire luce in lacali già "popolati" puoi creare anceh disagio (opure no). in quanto chi c'è è abiutato ad un certo tipo di luce.

DURATA
più rendono meno durano.
Anche questa è una scelta in funzione di che tipo di economia di esercizio si vuole ottenere, è una caratteristicha del LED, più li "spinogno" (maggiore resa) più devono lavoare per smaltire il calore e la qualità di un led la vedi esattamente nel come hanno ingegnerizzato la possibilità di dissiprare il calore della giunzione.
Alcuni costruttori spingono più sulla durata (ma "occultano" un po' la resa) e viceversa.

REVAMPING
LA sostituzione di tubo FL con tubo LED va calcolata bene.
Dai datasheet che avevo al tempo non c'era proprio questa equivalenza (esaminai solo DS di primarie aziende).
Un Tubo al LED produce meno luce di un corrispettivo tubo (in lunghezza) FL.
Consuma meno, ma produce anceh meno luce.
L'utente e il tecnico medio, non se ne accorgono, perché vanno a sostituiure il tubo FL a fine vita (quindi già con flusso decaduto) con un nuovo tubo LED (e sembra che sia stata fatta una patta), in realtà ti ritrovvi il problema quando anceh il tubo led arriva a fine vita (quindo ancora meno luce).
Questa sostituzione te la puoi permettere in ambienti incui hai un bel po' di lux e puoi farne a meno, altrimenti devi reingegnerizzare il tutto (es aggiungendo corpi illuminanti).
Una ulteriore criticità è valutare bene le ricadute sulle luminanze (in caso di problemi di riflessi)

NUOVE INSTALLAZIONI
qui la faccenda è diversa.
Il led ha il vantaggio/svantaggio di essere più direzionale di una FL.
Quindi l'analisi della convenienza deve essere fatta sull'illuminazione sul piano di lavoro, non sul flusso emesso.
Per ottenere il medesimo illuminamento è necessaria meno potenza in quanto il led, nel suo corpo illuminante dedicato, ha una resa complessiva maggiore rispetto ad un FL nella sua plafoniera.
Il tubo FL disperde più flusso prima che esso arrivi a destinazione (si pensi alla luce che rimbalza in alto sui rilfettori o la frazione di luce messa inviata in alto e messa in ombra dal tubo stesso).
Quindi qui il vantaggio dei corpi illuminanti LED nativi è importante
E' necessaria maggior ingegnerizzazione però per quanto riguarda soluzioni "dark light"
Rimane comunque il discorso della luce dura, ma a parer mio ininfluente.
Però su questo tipo di soluzione c'è (secondo me, ma non ho ulteriormente approfondito) un macigno ovvero la ricambistica.
Ovvero una volta che io ho installato 200 corpi illuminanti a led della ditta Microsoft (per fare un esempo paradossale) una votla che mi si bruciano i led cosa faccio?
Esistano del led standard (come le lampadine con attacco E24) oppure sono obbligato a comprare il ricambio dalla ditta Microsoft?.
perché la sensazione forte che ho avuto è che i costruttori di corpi illuminanti stiano spingendo sulle soluzioni a LED per conquistare fette di mercato sui ricambi delle lampade.

LA conclusione a cui sono arrivato è che i LED sono ancora in fase di decollo, ed è una soluzione interessante, il rischio è che (come committenti) di farsi spostare sul terrendo in cui il ricambio dipende da un unico fornitore.
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
1.606 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 426
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

4
voti

[10] Re: migrazione al led: solo rose e fiori?

Messaggioda Foto UtenteMike » 20 feb 2016, 13:29

Condivido le considerazioni di Foto UtenteNSE. Per il revaping (o relamping) ero scettico, ma mi sono dovuto ricredere, sia nel terziario (uffici) che nell'industriale, i risultati sono validi dal punto di vista tecnico ed economico. Mi riferisco però alla sostituzione totale dell'apparecchio, non del tubo lampada FL con analogo a LED, su quello non ho esperienza diretta e non ho voluto proporla proprio per l'esperienza fatta da altri :D
Non è detto che il LED sia sempre conveniente, va valutato opportunamente. Ad oggi tra le mie casistiche nell'industriale i PBT variano dai 1,5 ai 3 anni, considerando solo il risparmio energetico.
Condivido la perplessità del ricambio. Però non si può più ragionare come prima. Se una volta per essere dei bravi produttori di apparecchi di illuminazione dovevi avere grandi competenze illuminotecniche, adesso sono vincenti le aziende che hanno grande competenza elettronica. E come succede ai prodotti elettronici, diventerà conveniente sostituire tutto l'apparecchio piuttosto che un suo componente.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,2k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14111
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 27 ospiti