Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Referendum 17 aprile 2016

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentesebago, Foto Utentemario_maggi

2
voti

[1] Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 27 feb 2016, 23:02

Ho appena saputo che il 17 aprile 2016 si terrà un referendum il cui tema è

Codice: Seleziona tutto
“Divieto di attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi in zone di mare entro dodici miglia marine. Esenzione da tale divieto per i titoli abilitativi già rilasciati. Abrogazione della previsione che tali titoli hanno la durata della vita utile del giacimento”.


Votando SI' si vota per l'abrogazione.

Ora, tralasciando il sangue che mi ribolle, dato che personalmente ritengo che affidare una decisione del genere ad un referendum sia una decisione ASSURDA ( sto cercando di stare il più calmo possibile. Ma quindi questa sarebbe la "politica energetica italiana"? ), voi cosa ne pensate?
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
559 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 490
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

3
voti

[2] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto Utentepinklady » 28 feb 2016, 13:38

Foto UtenteFabio992, onestamente non ero a conoscenza del referendum né tanto meno della questione in oggetto; la penso come te, ritengo sia scellerato affidare questa decisione ad un sì o un no, sicuramente in questo periodo in Italia la politica energetica non è la priorità ed è veramente molto triste. Devo approfondire meglio come sia nata questa decisione e le tematiche collegate, ma resta il fatto che sicuramente darle in pasto ad un voto non è il modo migliore per discuterle.
Agli ingegneri piace risolvere i problemi. Se non ci sono problemi sottomano, gli ingegneri li creeranno.
Scott Adams
Avatar utente
Foto Utentepinklady
2.088 5 11
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 202
Iscritto il: 16 set 2010, 16:27
Località: Sardegna

5
voti

[3] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 28 feb 2016, 14:31

Boh, io mi sentirei uno schifo a non andare a votare visto che si tratta di cose che mi interesso. O meglio, mi piacerebbe andare a votare e essere sicuro del mio voto. Ma cosa dovrei scegliere? In internet non si trova altro che opinioni su blog "Eco-qualcosa" che non forniscono dati oggettivi ma si limitano a spronare la gente a votare sì.Probabilmente gli stessi blog che vieterebbero l'eolico perché ammazza i falchi, il solare perché deturpa il paesaggio e non si smaltisce, la biomassa perché è merda e il nucleare perché esplode tutto. E in TV, voi avete visto qualcosa? Io no.

Io vorrei dare un giudizio che si basi un po' di più che su " il petrolio fa male viva le energie rinnovabili", ma su cosa dovrei basarmi? Come è possibile dare un giudizio su un argomento con così tante variabili in gioco? Quante sono le concessioni che verrebbero terminate? Tra quanti anni? Di quanti soldi parliamo? Che impatto ambientale hanno le trivellazioni attualmente in italia? Di quanti POSTI DI LAVORO parliamo? Come verrebbero investiti i soldi risparmiati dalle trivellazioni? E' ci sono altre migliaia di domande del genere che si potrebbero fare.
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
559 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 490
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

1
voti

[4] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 28 feb 2016, 14:46

pinklady ha scritto: ma resta il fatto che sicuramente darle in pasto ad un voto non è il modo migliore per discuterle.

Il problema di fondo non è neanche tanto questo, ma il fatto che la maggioranza di chi andrà a votare su tale argomento non avrà la idea di cosa si parla e voterà sì o no a caso.
Inoltre, nonostante non sia uno sprovveduto in campo scientifico, non capisco cosa si intenda per "Abrogazione della previsione che tali titoli hanno la durata della vita utile del giacimento". Sarà politichese, ma a me non sembra neanche tanto idioma italico.
Tra l'altro che vuol dire abrogare di una previsione? Una previsione è un dato predittivo sulla consistenza di un giacimento, che senso ha parlre di abrogare tale dato??
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

2
voti

[5] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 28 feb 2016, 14:57

Beh allora parliamo anche della CO2 emessa dagli allevamenti di bovini :mrgreen:
Scusate l'OT.
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[6] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto Utentepaofanello » 28 feb 2016, 15:20

Avete detto tutto e non avete detto niente :mrgreen:
Ho capito che siete contro il referendum (capisco in pieno).
Mi piacerebbe peró che qualcuno possa fornirmi qualche elemento questione : Si riescono a trovare info oggettive su cui basarsi per votare?
Vorrei evitare di dovermi astenere.
Piuttosto che chiedere qualcosa a me, chiedila a Mara Maionchi. E' più competente.
Avatar utente
Foto Utentepaofanello
2.275 8 13
Expert
Expert
 
Messaggi: 532
Iscritto il: 7 lug 2015, 21:01

0
voti

[7] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto Utenteguzz » 28 feb 2016, 15:36

negli ultimi anni, anche grazie all'azione politica di un "partito" (che tra l'altro quella volta che mi sono permesso di criticarlo qui sul forum sono stato azzannato a suon di "ma gli altri sono peggio" e altre cazzate del genere) si è diffusa sempre più l'opinione che il referendum sia il vero strumento democratico.

BALLE

il referendum sarà vero strumento democratico in svizzera, dove tutti hanno una cultura ben più alta della nostra e sanno tranquillamente discutere di queste cose senza cadere più di tanto nei luoghi comuni, ma in italia in referendum può essere solo un mezzuccio per diffondere le mode anche all'ambito legislativo.


mi pare che la discussione fosse incentrata solo sul referendum in se, non sul tema del referendum.
volevo comunque dire che, a quanto ho capito, anche gli altri stati affacciati all'adriatico (croazia, albania, slovenia, ecc) si stanno orientando sul bloccare le trivellazioni.
quindi se si trattava di vietarle noi per prenderci l'inquinamento da petrolio degli altri, tanto valeva correre rischi anche noi (magari anche minori di quelli che si prendono certi stati con legislazioni meno restrittive delle nostre). ma se nessuno si mette a sfruttare determinati giacimenti, meglio lasciar stare e orientarsi su altre risorse energetiche.

riguardo la legna, si, inquina, ma non mi risulta che petrolio, carbone o metano puliscano l'aria...
Almeno l'itagliano sallo...
Avatar utente
Foto Utenteguzz
3.442 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2015
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

1
voti

[8] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto UtenteGiudiceDiPace » 28 feb 2016, 15:44

C'è qualcuno contro la democrazia ?
Ebbene, il referendum, pur con i suoi limiti (es. solo abrogativo) è la massima espressione della democrazia.

Quando i politici non sanno cosa fare ... allora lasciano la penna al popolo. Dov'è il problema ?

Nello specifico, quello che rimane è uno degli 8 quesiti referendari che il comitato promotore aveva proposto (e raccolto i voti); gli altri 7 sono stati "cancellati" grazie ad una legge che riassegna la competenza sull'argomento (concessione per ricerca e realizzazione di nuovi pozzi per idrocarburi) anche alle regioni.
Regioni che con la legge precedente erano escluse ed estromesse da qualsiasi decisione.

La legge rispondeva a 7 quesiti su 8; l'ultimo è rimasto irrisolto.
Certo, letto da solo, perde molto di significato. In se !
Ma rimane molto della questione che rimane alla radice: chi decide sulla nostra pelle ?

DiPaceGiudice
Avatar utente
Foto UtenteGiudiceDiPace
582 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 170
Iscritto il: 17 mag 2014, 8:47

1
voti

[9] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto UtenteGiudiceDiPace » 28 feb 2016, 16:17

Ma secondo te Foto UtenteFabio992; in Italia, c'è una: "Politica energetica" ?
Oppure la Finanza (soprattutto quella energetica) governa a bacchetta la politica italiana ?
Allora forse la questione è altrove.
Quando i politici non riescono a "decidere" (o non ne fanno la libertà) non è meglio che il popolo si esprima.
Da che mondo è mondo le VERE rivoluzioni vengono dal popolo, non dal potere.

DiPaceGiudice
Avatar utente
Foto UtenteGiudiceDiPace
582 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 170
Iscritto il: 17 mag 2014, 8:47

1
voti

[10] Re: Referendum 17 aprile 2016

Messaggioda Foto Utenteguzz » 28 feb 2016, 17:03

un attimo.

non ho mai detto che il referendum è sbagliato a prescindere. dico solo che per avere un risultato serio serve che l'elettorato sia adeguatamente informato ed adeguatamente colto per capire le informazioni che gli vengono date da più campane e riuscire a farsi un'idea propria, da usare poi per esprimere il proprio pensiero attraverso il voto.
la politica italiana, a mio modo di vedere, da decenni è concentrata sul fare l'opposto, ossia creare schiere di persone che votano A o B a seconda che il gruppo di riferimento si orienti su una opzione o sull'altra.
il "partito" che ho indicato è solo la massima espressione di questa deriva che a mio modo di vedere è antidemocratica al massimo. non ho mai detto che la colpa è solo loro, ma è soprattutto loro, dato che ritengono il volere popolare la massima rappresentazione della verità, tanto da voler reintrodurre modalità di referendum non possibili ora.

in altre parole, lo strumento più democratico che esista viene usato per lo scopo opposto, ossia fare dei plebisciti che sono tutto tranne l'espressione democratica dell'elettorato su questioni reali.

per esempio, tempo fa in svizzera c'è stato un referendum (propositivo) per fissare lo stipendio minimo degli operai in base a quello dei dirigenti. ha perso, non perché agli svizzeri piace guadagnare poco, ma perché lo svizzero medio si rende conto che se si alzano gli stipendi poi possono succedere due cose: si alzano i prezzi dei prodotti, oppure la produzione va dove costa meno.
in italia sarebbe il risultato del referendum sarebbe stato lo stesso? non credo...
Almeno l'itagliano sallo...
Avatar utente
Foto Utenteguzz
3.442 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2015
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

Prossimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti