Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

alimentazione elettrica luna park

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto Utenteboiovox » 29 mar 2016, 12:43

Buongiorno, il quesito che pongo è il seguente.
Premessa:
L'alimentazione con la corrente elettrica delle attrazioni dei luna park itineranti, ossia quelli che si fermano per un periodo limitato 30-40gg in un area messa a disposizione del comune, generalmente sono realizzate nel seguente modo.
Enel indica il punto o i punti in cui fornisce la corrente elettrica, in quel punto viene installato un quadro elettrico da cantiere con le relative protezioni, dal quadro elettrico partono i cavi per l'alimentazione delle attrazioni (giostre, autoscontro ...), il cavo di alimentazione è allacciato al quadro bordo macchine (bordo attrazione), che alimenta l'attrazione.
Domanda:
Chi puo:
1.installare il quadro nel punto di consegna Enel ? (il titolare della attrazione ?)
2. posare su strada il cavo che alimenta le attrazioni ? (il titolare della attrazione ?)
3. Il cavo deve essere verificato (sezione e caduta di tensione) ?
3. Se faccio riferimento alla legge 186/68 l'installatore deve essere iscritto nel registro delle imprese (dpr 7/12/1995 n. 581)? se si i titolari delle attrazioni sono esclusi dalla installazione, allora debbono necessariamente chiamare impresa ? (attualmente nessuna attrazione di luna park chiama una impresa per installare quadri e cavi)
4. In generale esiste normativa sull'alimentazione elettrica degli spettacoli itineranti (luna park), dal punto di consegna enel al bordo macchina delle attrazioni ?
Grazie
Avatar utente
Foto Utenteboiovox
0 1 2
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 27 giu 2007, 15:46
Località: sulmona

0
voti

[2] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto Utenteelettro » 29 mar 2016, 13:33

Di fatto - Enel dovrebbe dare disponibilità di un Gem senza limitazione di prelievo asservito con un contratto forfettario.
L'impianto di interfaccia - tra il punto di prelievo e le macchine operanti, dovrebbe essere preso in esame come un impainto temporaneo, come quelli del pubblico spettacolo.
In questi casi, non ricordo se un installatore possa procedere al progetto.
L'impianto a bordo macchina operatrice..è responsabilità del costruttore.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
903 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[3] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto Utenteelettro » 29 mar 2016, 13:54

Mike, può dare contezza della procedura corretta.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
903 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

1
voti

[4] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto UtenteElectro » 29 mar 2016, 14:30

Foto Utenteelettro non ti sei ancora convinto che GEM é solo il nome di un modello di contatore elettronico minofase?!
"La progettazione, il primo presidio della sicurezza" [Michele Guetta]
Avatar utente
Foto UtenteElectro
2.122 2 2 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:14
Località: Bari

0
voti

[5] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 29 mar 2016, 16:05

>1.installare il quadro nel punto di consegna Enel ? (il titolare della attrazione ?)
Impresa con lettera a DM 37/2008

>2. posare su strada il cavo che alimenta le attrazioni ? (il titolare della attrazione ?)
Se il cavo è alimentato da presa e spina puoi sostenere che non rientra nella parte impiantistica regolata dal DM37/2008 quindi può posarlo anche il titolare dell'attività

>3. Il cavo deve essere verificato (sezione e caduta di tensione) ?
Sì certo il cavo deve essere protetto dalle sovracorrenti quindi bisogna sapere la sua portata.

>3. Se faccio riferimento alla legge 186/68 l'installatore deve essere iscritto nel registro delle imprese (dpr 7/12/1995 n. 581)?
L'installatore deve essere abilitato se rientri nel campo di applicazione del DM 37/2008

> se si i titolari delle attrazioni sono esclusi dalla installazione, allora debbono necessariamente chiamare impresa ?
Almeno per l'installazione del primo quadro non vedo alternativa (a meno di farlo passare per "manutenzione ordinaria" se è una installazione seguente alla prima, identica a come era fatta in origine).

>4. In generale esiste normativa sull'alimentazione elettrica degli spettacoli itineranti (luna park), dal punto di consegna enel al bordo macchina delle attrazioni ?
Norme sì, tutte quelle generali, senza sconti. Si può avere lo "sconto" sulla applicazione del DM 37/2008 per quel che è alimentato dal quadro con presa / spina.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.302 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

1
voti

[6] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto Utenteferri » 29 mar 2016, 19:27

In una mia passate esperienza come membro della commissione vigilanza ristretta nel caso dei circhi, luna parck e similari ho notato che:
- non so come ma molto spesso una delle N imprese che gravitano tirava fuori i requisiti (forse all'entrata in vigore della 46/90 hanno trovato un consulente che per la parte formale li ha aiutati molto, forse troppo) e qualche tecnico si arrabatava a fornirgli una pseudocollaudo che faceva tanto contento il membro della commissione provinciale di vigilanza (pezza paraculo); al limite demandava il controllo al ***** di turno (io) di aspetti specifici.

A volte casi clamorosi (esempio di tendone per il periodo natalizio dove giocavano a tombola)
- presenza di progetto (peccato che era lo stesso da 4 anni), nel frattempo il tendone lo hanno spostato su una altra piazza, ma il tecnico continuava imperterrito a presentare la stessa minestra ritimbrata, con tanto di calcolo 81-1... all'indirizzo sbagliato
- presenza di dichiarazione di conformità di un pazzo (non so come altro definirlo) o forse irresponsabile
- peccato che alle 13.00 doveva ancora collegare le autoalimentate, ne aveveva in cantiere 1/4 di quanto indicato sul progetto
il tutto in una struttura che alla sera conteneva 600/700 persone. :shock: :shock:

In un caso appena arrivato noto 4 cavi azzurro/blu poggiati a terra mi avvicino ed erano 4 cordine da 25 mmq (palco con orchestra). Dato che il palco era più alto di un metro si era chiesto il collaudo da parte ing.; Per la parte elettrica il peggio del peggio.
Fatto notare la cosa al service sembravano cadere dalle nuvole (è venuto fuori che la posa del punto di consegna era stato approntato dagli operai comunali) forse speravano che il geometra di turno confondesse il cavo con N1VV-K (a suo tempo si usava). Anche li "fatta notare la cosa" (mi rifiutavo di firmare)

PS alla fine ho preferito defilarmi e non farmi piu rinnovare l'onere, passavo per lo scassaXXXX di turno.

Il vero problema è che troppo spesso i comuni, anche ove U.T.LL.PP. risulta pieno di persone che la in teoria avrebbero le competenze per controllare/verificare, permettono allacci piu che vergognosi in feste padronali, mercatini (prolunghe che alimentano ciabatte, che alimentano triple che....)
Anzi spesso il comune prepara dei bellissimi quadri prese con differenziale da 30mA e prese CEE/16A. Da li in poi anarchia assoluta. Sembra che gli organi di vigilanza passino solo per i cantieri edili o presso le ditte.

Fra le altre cose, ho potuto anche notare "il giro" che a volte vi è in tali mercatini. Con la scusa di prodotti hobbistici, se avessi un negozio mi sentirei "leggermente" p.p.i.c. (chi vuol capire riesce a decifrare senza problemi)
Avatar utente
Foto Utenteferri
1.084 2 4
Expert
Expert
 
Messaggi: 319
Iscritto il: 24 nov 2012, 11:41

0
voti

[7] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto Utenteelettro » 29 mar 2016, 21:11

A mio avviso, nella relatà impiantistica di questo ambito, sono certo che vi sono molte zone franche.
Dal punto di consegna dell'ente distributore, ovvero contatore senza limitatore - chi deve installare il quadro generale di alimentazione?
Rileggendo la normativa in merito agli impainti temporane, sopra la taglia di potenza installata di 1,5kW, è fatto obbligo di redigere progetto - pertanto lo interpreto come a cura di ingegnere professionista iscritto all'albo, fatto salvo particolari prescrizioni dettate dalla commisione locale del comune di installazione.
Credo che queste attività in oggetto, abbiano già di per sé un solo progetto redatto e fatto girare all'occasione ogni qualvolta si spostano. In pratica richiedono fornitura, allacciano il loro quadro in autonomia, consegnano il progetto univoco, poi distribuiscono i loro cavi di potenza alle strutture installate.
Non sono un esperto, ma la vedo in questi termini. O_/
Ultima modifica di Foto Utenteelettro il 29 mar 2016, 21:23, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
903 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[8] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto UtenteMike » 29 mar 2016, 21:22

Premesso che ho fatto le stesse (brutte) esperienze di Foto Utenteferri per i circhi, i luna park itineranti sono ancora peggio... dopo le prime esperienze dove ho cercato di aiutare a risolvere i problemi, ho deciso di essere inflessibile perché ho visto situazioni veramente a rischio, soprattutto sugli impianti bordo macchina, ma quello che è peggio era la convinzione da parte del titolare dell'attrazione che andava tutto bene perché aveva il progetto dell'ingegnere...

Detto questo, provo a rispondere:
1. installare il quadro nel punto di consegna Enel ? (il titolare della attrazione ?)

Trattandosi di attrazione completamente all'aperto sarebbe fuori dal campo di applicazione del DM 37/08, ma quello che esce dalla porta rientra dalla finestra visto che, se organizzato, è un luogo di pubblico spettacolo e ambiente a maggior rischio in caso d'incendio. Questo se organizzato, se invece sono singole attrazioni allora ognuno è responsabile della propria attrazione e non rientra come luogo di pubblico spettacolo, almeno questo è l'orientamento adottato dalle mie parti.
Se organizzato ci deve essere un progetto di tutto il parco anche se temporaneo con tutte le valutazione del caso, valutazione del rischio, piano evacuazione di emergenza, ecc., compreso il progetto dell'impianto elettrico.
In questo caso, ci sarà un impianto elettrico "condominiale" che alimenterà tutte le attrazioni e lo potrà realizzare una ditta qualificata DM 37/08 secondo il progetto redatto dal professionista.

2. posare su strada il cavo che alimenta le attrazioni ? (il titolare della attrazione ?)

Vedi 1.

3. Il cavo deve essere verificato (sezione e caduta di tensione) ?

Vedi 1.


3. Se faccio riferimento alla legge 186/68 l'installatore deve essere iscritto nel registro delle imprese (dpr 7/12/1995 n. 581)? se si i titolari delle attrazioni sono esclusi dalla installazione, allora debbono necessariamente chiamare impresa ? (attualmente nessuna attrazione di luna park chiama una impresa per installare quadri e cavi)


Se l'attrazione è singola e sei totalmente all'aperto non si applica il DM 37/08 ma solamente la L. 186/68 e non ci sono obblighi di persona qualificata, ovviamente la responsabilità rimane in capo al titolare dell'attrazione e di chi ha firmato la dichiarazione alla regola dell'arte.

4. In generale esiste normativa sull'alimentazione elettrica degli spettacoli itineranti (luna park), dal punto di consegna enel al bordo macchina delle attrazioni ?

La normativa è sempre quella (come la girella): CEI 64-8
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[9] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto Utenteelettro » 29 mar 2016, 21:36

:ok: ottimo, interessante l'analisi.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
903 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[10] Re: alimentazione elettrica luna park

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 30 mar 2016, 8:47

Mike ha scritto:Trattandosi di attrazione completamente all'aperto

Foto UtenteMike come classifichi, ad esempio, una pista per autoscontro o un baraccone con qualche attrazione all'interno?
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.302 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 26 ospiti