Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Regolatore lineare LDO con PNP

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[1] Regolatore lineare LDO con PNP

Messaggioda Foto Utentefaberz » 22 feb 2017, 18:16



Salve a tutti! Volevo esporvi un mio dubbio su questo circuito proposto a lezione come regolatore lineare LDO.
Il pnp, avendo una V_{BE} negativa, garantisce che l'ingresso sia sempre più alto della tensione di uscita dell'op amp. Tuttavia, essendo il transistor in configurazione common-emitter, avrà un guadagno in tensione negativo e anche elevato se la resistenza di carico è grande.Per rendere la reazione di controllo del carico globalmente negativa, questa viene collegata al morsetto non invertente dell'operazionale.
Ci è stato che questo guadagno elevato in tensione del transistor porta all'instabilità del circuito se non rimediamo con uno schema di compensazione.
Da quello che ho capito, il guadagno di anello viene aumentato dalla configurazione common-emitter. Pertanto potrebbe accadere che la compensazione dei poli dell'op amp non sia più valida. Mi spiego meglio.
L'operazionale è progettato in modo che il suo secondo polo si trovi ad una frequenza per la quale il guadagno di anello è unitario ( o addirittura minore di 1), in modo che il margine di fase del sistema abbia un valore sufficientemente elevato (45deg almeno). Dato che il guadagno di anello viene incrementato dal transistor, potrebbe accadere che questo sia maggiore di uno quando la sua fase è di 180deg e quindi la reazione diventerebbe positiva. Ciò porterebbe il sistema ad essere instabile.

E' giusto come ragionamento? Se no, per quale motivo il guadagno elevato del transistor rende il sistema instabile?

Grazie in anticipo per il vostro aiuto!
"One good operational amplifier is worth 1000 microprocessors!"
L'arrogante pensa di essere superiore agli altri. Chi ha autostima pensa di non essere inferiore a nessuno.
Avatar utente
Foto Utentefaberz
170 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 4 giu 2016, 9:15

1
voti

[2] Re: Regolatore lineare LDO con PNP

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 22 feb 2017, 18:27

Sì è giusto. Il collegamento fra uscita opamp base transistor può anche essere fatto con un partitore per far lavorare l'operazionAle con tensione di uscita non tanto vicina alla tensione di alimentazione.
Per compensare il circuito si mette di solito sull'uscita un condensatore elettrolitica che con la sua ESR introduce nella funzione di trasferimento uno zerochestabilzza il circuito.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
114,8k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20062
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[3] Re: Regolatore lineare LDO con PNP

Messaggioda Foto Utentefaberz » 22 feb 2017, 18:32

Grazie per aver chiarito il mio dubbio!
"One good operational amplifier is worth 1000 microprocessors!"
L'arrogante pensa di essere superiore agli altri. Chi ha autostima pensa di non essere inferiore a nessuno.
Avatar utente
Foto Utentefaberz
170 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 4 giu 2016, 9:15

0
voti

[4] Re: Regolatore lineare LDO con PNP

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 22 feb 2017, 19:37

Oltre a quella situazione, c'e` anche il caso di carico capacitivo che introduce un polo prima della frequenza di crossover, riducendo il margine di fase, tipico ad esempio di grandi condensatori ceramici.

I condensatori elettrolitici di cui parlavo prima introducono si` un polo, ma anche uno zero a frequenza bassa, ben prima del crossover, in questo modo abbassano il guadagno senza ridurre il margine di fase, in pratica si comportano come una rete ritardatrice (lag).
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
114,8k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20062
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 55 ospiti