Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

presentazione riguardo low power ADC

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[1] presentazione riguardo low power ADC

Messaggioda Foto Utenteingmarketz » 8 ott 2017, 15:30

Salve a tutti, Mi servirebbe un vostro parere.

Presto dovro' fare una presentazione dal titolo : "convertitori ADC a basso consumo per sensor's applications" , di fronte a una commissione di tecnici, ma anche di fronte a un pubblico non nel campo.

Ho cercato di creare una presentazione il piu' semplice possibile e pensavo di strutturarla nel seguente modo:
1) Che cosa e' un sistema di acquisizione? (descrizione catena di acquisizione)
2) Introduzione agli ADC parlando molto in generale di come lavorano (campionamento, quantizzazione)
3) descrivere solo gli ADC a bassa potenza (SAR,sigma-delta)
4) analizzare le loro fonti di consumo di potenza
5) discussione su alcuni articoli IEEE in cui vengono introdotte nuove strategie sulla riduzione del consumo
di potenza per ADC in particolari applicazioni. Ovvero discussione dell stato dell'arte. Tuttavia avevo scelto due particolari applicazioni : biomedical applications e sensors for imaging, poiche' a mio parere sono i campi
in cui si ha avuto un maggiore sviluppo recentemente e presente nell vita quotidiana di tutti.

Detto cio', se foste nella platea durante questa presentazione. Quali curiosita' avreste? Quali domande porreste?
Vorrei trovarmi preparato per la presentazione, suscitando anche un po di curiosita', tuttavia siccome il pubblico e' misto tra chi ne sa di piu' e chi ne sa di meno , alcune volte penso : non posso farla troppo semplice per chi non sa e non posso farla troppo nel dettaglio per chi sa. Avete altri consigli?

Personalmente questa presentazione che tra l altro e' di 40 minuti secondo me dovrebbe essere un introduzione non andare nel dettaglio, anche perche' di cose ce ne sarebbero da dire infinite.

Grazie a chiunque mi sappia dare un suggerimenti riguardo la struttura, o anche solo riguardo a cosa potrei aggiunger alla mia presentazione. Poi come finisco questo periodo intenso, magari la scrivo su word e scrivo un articolo qui su EY.

A presto
Avatar utente
Foto Utenteingmarketz
155 1 2 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 23 nov 2011, 23:49

0
voti

[2] Re: presentazione riguardo low power ADC

Messaggioda Foto Utentewruggeri » 8 ott 2017, 16:20

Avendo a disposizione solo un breve sommario, credo sia molto difficile rispondere al tuo quesito; tra l'altro, non ci hai neanche detto perché stai svolgendo questa presentazione: devi presentare un progetto? È una tesi di laurea? È una conferenza?

Il massimo che possa fare è dirti cosa mi aspetterei, da persona minimamente competente ma comunque non appartenente allo specifico settore, di sentire se partecipassi ad una conferenza sul tuo tema:

- Una brevissima introduzione: cosa sono gli ADC, quali sono i concetti di elaborazione dei segnali alla base del tutto... una cosa velocissima, comunque, giusto un paio di minuti.

- Una panoramica delle conoscenze classiche sui convertitori a basso consumo: topologie base, loro variazioni e loro caratteristiche, possibili impieghi dei vari tipi di ADC... questa parte me l'aspetterei abbastanza corposa, perché si tratta di quella che introduce davvero ciò di cui vuoi parlare. In particolare, curerei la qualità della presentazione dei Sigma-Delta: se spiegati male (come fa, purtroppo, il 90% delle persone che ho sentito #-o ) sembrano una cosa quasi aliena, mentre basterebbero poche parole - ma ben selezionate - per far comprendere il loro funzionamento e la "banale genialità" dell'idea da cui nascono (giusto per intenderci, un'ottima presentazione in merito - brevissima, peraltro - l'ha scritta il docente di uno dei corsi che frequento; leggila se ti ritrovi il libro tra le mani: magari per i tuoi scopi non è sufficiente, ma è comunque un ottimo punto di partenza).

- Una presentazione dello state of art in materia di ADC a basso consumo: discussione di articoli specialistici, presentazione di casi pratici, magari accenni alle ricerche ancora in corso... onestamente, qui mi aspetterei una discussione approfondita, completa e molto chiara, quindi gradirei che l'autore preparasse un'ampia e ragionata bibliografia e che curasse in modo particolare l'esposizione.

- Una breve conclusione: ok, mi hai spiegato tutte queste belle cose, mi hai presentato la bibliografia, hai discusso casi pratici interessanti... tutto bellissimo, ma dove vuoi arrivare?
Rispondo solo a chi si esprime correttamente in italiano e rispetta il regolamento.
Se non conosci un argomento, non parlarne.
Gli unici fatti sono quelli dimostrabili, il resto è opinione.
Non sono omofobo, sessista, leghista o analoghe merdate.
Avatar utente
Foto Utentewruggeri
5.519 2 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1134
Iscritto il: 25 nov 2016, 18:46

0
voti

[3] Re: presentazione riguardo low power ADC

Messaggioda Foto Utenteingmarketz » 8 ott 2017, 16:33

Grazie mille per la tua dettagliata risposta,
Allora, questa presentazione mi e' stata delegata da alcune aziende che mi hanno chiesto una presentazione su questo argomento con dieci giorni di anticipo, per capire se sono in grado di fare un analisi delle problematiche in un settore dell'elettronica legato al lor marketing, in poco tempo. Inoltre la presentazione deve essere chiara semplice ma nello stesso tempo dettagliata , (cosi mi hanno detto). Se tutto va bene, riesco ad ottenere dei fondi e in piu' mi affideranno dei progetti su cui fare consulenza per la loro azienda.
Grazie ancora per i tuoi suggerimenti.
Avatar utente
Foto Utenteingmarketz
155 1 2 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 23 nov 2011, 23:49

0
voti

[4] Re: presentazione riguardo low power ADC

Messaggioda Foto Utenteingmarketz » 9 ott 2017, 9:48

Un ultima domanda, se doveste spiegare in poche parole per quale motivo il SIGMA DELTA e' un buon candidato per implementare un low power ADC, cosa direste?

Io pensavo di presentare i seguenti punti :

1) minimizza l'uso di componenti analogici rispetto gli altri ADC
2) grazie al noise shaping e oversampling possiamo ottenere alte risoluzioni con un bit senza necessitare di componenti di alta qualita' che consumerebbero piu' potenza

Voi cosa aggiungereste?
Avatar utente
Foto Utenteingmarketz
155 1 2 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 23 nov 2011, 23:49

0
voti

[5] Re: presentazione riguardo low power ADC

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 9 ott 2017, 10:15

Io sui sigma delta aggiugnerei che esistono degli AFE (Analog Front End.. con gli acronimi in inglese sarà un apoteosi) e includono diversi componenti che semplificano il condizionamento del segnale e la diagnostica in caso di guasto.
Qui Texas Insturment AFE
Poi dipende da cosa devi misurare puoi dare maggior risalto a certe caratteristiche.
Per esempio gli AFE di cui sopra io li ho usati per misure sonde PTC100 hanno già i generatori di corrente integrati per la misura e la compensazione. Generatori che puoi utilizzare in casi più generali per verificare la connessione del sensore e dare allarme in caso di guasto.
Il fatto di avere tutto integrato è un enorme vantaggio per misure di precisione non hai bisogno di tarare ogni singolo pezzo del circuito di misura. tutte le parti sono praticamente alla stessa temperatura e puoi compensare errori dovuti a variazioni termiche leggendo un sensore di temperatura interno al chip.

Dimenticavo: importante l'AFE si riconfigura tutto da software con l'ovvia flessibilità
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
3.117 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1830
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[6] Re: presentazione riguardo low power ADC

Messaggioda Foto UtenteFedhman » 9 ott 2017, 10:59

ingmarketz ha scritto:1) Che cosa e' un sistema di acquisizione? (descrizione catena di acquisizione)
2) Introduzione agli ADC parlando molto in generale di come lavorano (campionamento, quantizzazione)

Non più di 5 minuti. A chi non è perito/ingegnere basta sapere che gli ADC trasformano in bit ("codice") un' "onda" continua, che possono andare veloci un tot e che consumano un tot in base agli altri fattori. Magari un bel diagrammino dei trade off: se vado più veloce consumo di più, eccetera, in termini semplici e senza conti.

ingmarketz ha scritto:3) descrivere solo gli ADC a bassa potenza (SAR,sigma-delta)
4) analizzare le loro fonti di consumo di potenza

Ok, di nuovo rapidamente (10 minuti), con qualche minuto dedicato a dei numeri e conti fatti su prodotti disponibili in commercio. I micro sono pieni di SAR, un esempio su un tipico micro da 1$ sarebbe interessante.

ingmarketz ha scritto:5) discussione su alcuni articoli IEEE in cui vengono introdotte nuove strategie sulla riduzione del consumo
di potenza per ADC in particolari applicazioni. Ovvero discussione dell stato dell'arte. Tuttavia avevo scelto due particolari applicazioni : biomedical applications e sensors for imaging, poiche' a mio parere sono i campi
in cui si ha avuto un maggiore sviluppo recentemente e presente nell vita quotidiana di tutti.

Tutto il resto della conferenza

ingmarketz ha scritto:Avete altri consigli?

Fai parecchi esempi, stringati e su casi reali.

ingmarketz ha scritto:un introduzione non andare nel dettaglio, anche perche' di cose ce ne sarebbero da dire infinite.

A nessun tecnico interessa l'ennesima introduzione agli ADC. Agli altri...forse, rimanendo sul generico e con discorsi orientati ai costi. Anche al reparto marketing interessano i discorsi sui trade-off, con cui possono guadagnare e cercare nicchie di mercato.
I don't fight weather - Woodrow W. Smith
Avatar utente
Foto UtenteFedhman
5.170 2 9 13
Master
Master
 
Messaggi: 475
Iscritto il: 4 giu 2013, 14:05
Località: Augusta Taurinorum


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 53 ospiti