Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

scopo configurazione BJT

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[1] scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto Utentementos » 25 gen 2018, 20:52

Buonasera a tutti, scusate se non sarò precisissimo nel porre la domanda, e scusate anche se sono un po' "ignorante" in materia, ma in merito alla figura che vi mostro sotto vi contatto per chiedervi lo scopo di una tale configurazione.
Tengo a precisare che si tratta di una rappresentazione schematica.
In pratica si ha un certo segnale in uscita in tensione da un certo blocco che viene amplificato (vedi amplificatore A in figura), e successivamente posto in ingresso nella configurazione dei due BJT che vedete in figura.
Anche se è schematica, mi sapete dire il "senso" di tale configurazione?
Grazie
Immagine
Avatar utente
Foto Utentementos
75 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 24 apr 2012, 17:29

2
voti

[2] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto Utentefaberz » 25 gen 2018, 21:06

Quello raffigurato in uscita all'amplificatore è uno stadio di potenza. Serve nel momento in cui ad esempio, il carico richiede una corrente che l'amplificatore non riesce a fornire. Questa corrente viene fornita appunto dallo stadio di potenza, costituito dai due transistor in configurazione push-pull.
"One good operational amplifier is worth 1000 microprocessors!"
L'arrogante pensa di essere superiore agli altri. Chi ha autostima pensa di non essere inferiore a nessuno.
Avatar utente
Foto Utentefaberz
170 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 4 giu 2016, 9:15

0
voti

[3] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto Utentementos » 25 gen 2018, 21:19

chiarissimo, grazie!!
Avatar utente
Foto Utentementos
75 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 24 apr 2012, 17:29

1
voti

[4] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto Utentewruggeri » 25 gen 2018, 21:48

La risposta te l'ha già data Foto Utentefaberz... aggiungo solo che quello è un amplificatore in classe B.
Rispondo solo a chi si esprime correttamente in italiano e rispetta il regolamento.
Se non conosci un argomento, non parlarne.
Gli unici fatti sono quelli dimostrabili, il resto è opinione.
Non sono omofobo, sessista, leghista o analoghe merdate.
Avatar utente
Foto Utentewruggeri
5.584 2 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1146
Iscritto il: 25 nov 2016, 18:46

0
voti

[5] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 26 gen 2018, 0:21

:-) Credevo che l'opamp col suo stadio di uscita provvedesse a polarizzare le basi del push-pull aggiuntivo in modo da rendenderlo un classe AB... :?
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,1k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12498
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[6] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto Utentewruggeri » 26 gen 2018, 1:07

claudiocedrone ha scritto::-) Credevo che l'opamp col suo stadio di uscita provvedesse a polarizzare le basi del push-pull aggiuntivo in modo da rendenderlo un classe AB... :?


Dallo schema, mi pare di capire che i due transistor non siano polarizzati a priori, come invece richiederebbe un amplificatore in classe AB... un classe AB dovrebbe avere una struttura del genere, per quanto ne so io:

Rispondo solo a chi si esprime correttamente in italiano e rispetta il regolamento.
Se non conosci un argomento, non parlarne.
Gli unici fatti sono quelli dimostrabili, il resto è opinione.
Non sono omofobo, sessista, leghista o analoghe merdate.
Avatar utente
Foto Utentewruggeri
5.584 2 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1146
Iscritto il: 25 nov 2016, 18:46

0
voti

[7] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 26 gen 2018, 1:25

:-) Premesso che stiamo andando OT, è che molto tempo fa, non ricordo dove, avevo visto tale configurazione proposta proprio per un piccolo semplice finale audio, da cui il mio dubbio; se fosse un classe B la distorsione di cross-over renderebbe il risultato inascoltabile :mrgreen: ...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,1k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12498
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[8] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto Utentewruggeri » 26 gen 2018, 12:35

OT? Insomma, sempre di quell'amplificatore stiamo parlando... :mrgreen:

Comunque, mi sa che quell'amplificatore audio che dici faceva un po' schifo :mrgreen:
Giusto per capirci: se dall'amplificatore A esce un segnale sinusoidale a valor medio nullo, per esempio, quello che succede è che ciascuno dei due transistor "funziona" per più o meno una semi-onda, e al cambio di polarità dell'ingresso si verifica la distorsione di crossover.
Rispondo solo a chi si esprime correttamente in italiano e rispetta il regolamento.
Se non conosci un argomento, non parlarne.
Gli unici fatti sono quelli dimostrabili, il resto è opinione.
Non sono omofobo, sessista, leghista o analoghe merdate.
Avatar utente
Foto Utentewruggeri
5.584 2 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1146
Iscritto il: 25 nov 2016, 18:46

4
voti

[9] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto UtenteMarkyMark » 26 gen 2018, 12:46

@claudiocedrone, forse ti riferisci al caso in cui lo stadio di potenza è incluso nell'anello di retroazione. In questo modo l'operazionale cerca di nascondere le non linearità e quindi riduce la distorsione di cross-over. Credo sia sempre un classe B dato che i transistor conducono uno per volta.
mark
Avatar utente
Foto UtenteMarkyMark
3.183 2 3 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 495
Iscritto il: 11 giu 2016, 12:01

7
voti

[10] Re: scopo configurazione BJT

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 26 gen 2018, 20:40

Si è un classe B ma la distorsione è molto ridotta dalla controreazione.

In pratica quando la tensione di uscita dell'operazionale passa per la zona in cui i due transistor sono entrambi spenti, da circa -0.6V a +0.6V, la tensione sugli emettitori non varia, quindi è come se venisse a mancare la controreazione e di conseguenza il guadagno aumenta tantissimo e l'uscita dell'operazionale salta rapidamente quella zona mascherando così la distorsione.

Funziona benino a frequenze basse ma già a qualche kHz i limiti di velocità dell'operazionale non consentono un salto rapidissimo, quindi la distorsione cresce vistosamente con la frequenza.

Certamente il risultato molto dipende dai limiti di banda e dallo slew rate dell'operazionale ma non mi pare si riesca a fare gran che.

E' una soluzione comunque attraente perché è completamente esente dai problemi di stabilità termica dei classe AB.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
34,7k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot], Google Feedfetcher e 33 ospiti