Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Scheda madre con condensatori a stato solido

Linguaggi e sistemi

Moderatori: Foto UtentePaolino, Foto UtenteMassimoB, Foto Utentefairyvilje

0
voti

[1] Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 5 dic 2018, 2:50

Mi sto interessando a questo argomento e mi chiedevo se qualcuno potesse illustrare le differenze tra le mobo con condensatori elettrolitici (vecchio tipo) e quelle più "recenti" con condensatori a stato solido, soprattutto facendo riferimento alla eventuale differente durata media operativa delle 2 tipologie, ovviamente a parità di condizioni di lavoro.
Per evitare fraintendimenti dovuti alla mia scarsa/nulla conoscenza della materia, mi riferisco a mobo come le gigabyte ultra durable, che hanno solo condensatori del genere
Gigabyte965PDq6_m.jpg
Gigabyte965PDq6_m.jpg (91.05 KiB) Osservato 477 volte

La domanda posta in modo sintetico è "vale la pena acquistarne una con soli codensatori a stato solido se costa di più di una con soli (o quasi tutti) condensatori vecchio tipo, a parità bene o male di tutto il resto"? Esperienze dirette sono ben accettate O_/
Avatar utente
Foto UtenteJim80
61 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[2] Re: Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto UtenteTITAN » 5 dic 2018, 8:07

Possono chiamarli come vogliono ma sono normali condensatori elettrolitici.
Avatar utente
Foto UtenteTITAN
507 3 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 769
Iscritto il: 31 dic 2012, 20:22

0
voti

[3] Re: Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 5 dic 2018, 8:50

TITAN ha scritto:...sono normali condensatori elettrolitici.

Già!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
8.365 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 4722
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[4] Re: Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto UtenteSerTom » 5 dic 2018, 9:48

Jim80 ha scritto:... condensatori elettrolitici ... con condensatori a stato solido

Condensatori a "stato solido" ... ??? (:OOO:) (:OOO:) (:OOO:)
Il Marketing colpisce ancora !

Bye O_/ Ser.Tom

P.S: oppure la foto non centra nulla e la descrizione va corretta in "... condensatori elettrolitici in allumunio (quelli della foto) con condensatori al tantalio ...".
Questi ultimi hanno, per tecnologia costruttiva, una minore, ESR la quale garantisce una maggiore durabilità quando usati in alimentatori switching ...
Avatar utente
Foto UtenteSerTom
4.199 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1956
Iscritto il: 18 mag 2012, 9:57

0
voti

[5] Re: Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto Utentesetteali » 5 dic 2018, 10:15

Hai messo una foto parlando di condensatori, ma non hai specificato di quali!!!
Oggi fanno dei condensatori ceramici multistrato che arrivano almeno oltre i 20 µF e 25 V che sono montati su tutte le schede SMD per lo meno i condensatori non elettrolitici che tra l'altro non è chiara la polarità.
Invece quei barilotti, sono, come ti hanno già detto, dei normalissimi condensatori elettrolitici, che hanno i pin piegati all'interno per saldarli SMD, che tra l'altro basta raddrizzare i pin e si possono usare benissimo da mettere nei fori.
Allegati
Immagine.png
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
4.641 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2616
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

1
voti

[6] Re: Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 5 dic 2018, 10:25

Si tratta di condensatori polimerici, prodotti da AVX Corporation.
Rispetto ai tradizionali,offrono caratteristiche più elevate,una tra queste l'alta capacità,1500 µF con tensioni fino a 125 V in un profilo ribassato e stretto.
Sono utilizzati anche nel campo militare e aerospaziale,oltre che nella produzione civile.

Sì distinguono per serie:un esempio sottostante un condensatore serie TCJ polimerico standard.
Allegati
Y1441493-01.jpg
Esempio serie TCJ
Y1441493-01.jpg (14.78 KiB) Osservato 427 volte
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,7k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3025
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

0
voti

[7] Re: Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 5 dic 2018, 15:03

In effetti non li ho mai visti di presenza, mi sono limitato a prendere un'immagine che rispondesse alle parole-chiave "gigabyte solid state capacitors" :-) Però di sicuro l'immagine postata è di una mobo gigabyte e sono quasi certo che si tratti di quelli a "barilotto" perché sono quelli a spuntare sempre fuori dalle ricerche correlate :-)

Quindi tutta la manfrina dei "50,000 Hour Japanese Solid Capacitors" descritta qui, per es. In terms of lifespan, solid capacitors last longer than electrolytic capacitors, especially at lower working temperatures, è solo fuffa?
Ricordo che molto tempo fa c'è stato un gran parlare dei condensatori in genere e della loro durata, questione che ho reperito, bene o male, su questa pagina di wikipedia. Mi chiedevo quindi se avevate esperienza di tutto ciò ed in particolare, sempre chiesto da un ignorante in materia, ditemi se prendere al giorno d'oggi (quindi con la qualità media dei condensatori d'oggi) una mobo con solo quelli in oggetto (qualsiasi forma abbiano), possa contribuire a garantirle una longevità maggiore o no. E' possibile risponde a tale domanda in linea di massima o è necessario portare casi e dati più specifici a paragone?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
61 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

3
voti

[8] Re: Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto Utentebrabus » 5 dic 2018, 15:15

La differenza c'è eccome, come detto da Foto Utentestefanob70.

Esternamente è molto difficile distinguere i normali elettrolitici dagli elettrolitici a dielettrico polimero, ma parliamo di due tecnologie molto diverse.

Banalmente, Wikipedia offre una interessante panoramica: https://en.wikipedia.org/wiki/Polymer_capacitor

Panasonic per scendere nel tecnico: https://na.industrial.panasonic.com/products/capacitors/polymer-capacitors

Per un condensatore polimero arriviamo a parlare di una vita di, udite udite, 200.000 ore a +85°C. ?% ?% ?%
Panasonic dichiara 1000 ore a +150°C, quando nessun elettrolitico tradizionale supera i +105°C.

Ulteriori vantaggi del dielettrico polimero: insensibilità pressoché totale della capacità rispetto alla temperatura d'esercizio e, soprattutto, alla tensione di lavoro! Basta con questi MLCC che perdono il 50% della capacità se caricati a 5V! :mrgreen:
Ulteriori magie: ESR dell'ordine del milliohm (!), self healing, niente derating, guasto open circuit... un paradiso.

C'è parecchio su cui discutere, dico solo che stiamo valutando attentamente l'introduzione di questa tipologia di condensatore non solo per sostituire buona parte degli elettrolitici standard, bensì addirittura molti MLCC.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
17,8k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2461
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

0
voti

[9] Re: Scheda madre con condensatori a stato solido

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 5 dic 2018, 23:37

Ok, vada per l'acquisto della mobo a soli condensatori elettrolitici a dielettrico polimero (dire "solido" era errato ma più sbrigativo) :-). Immagino che bisogna fare delle distinzioni anche riguardo la "qualità" di questi, ovvero la durata di funzionamento dichiarata dal costruttore, come messo in evidenza da brabus per il caso panasonic "os-con", e lì mi sa che ci si possa fidare un po' di meno da quanto dichiara la casa costruttrice della mobo, o mi sbaglio? :-)
Avatar utente
Foto UtenteJim80
61 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37


Torna a PC e informatica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti