Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Saldatura microrelè

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[1] Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utentecoppo76 » 17 ago 2019, 17:45

Ciao a tutti del forum.
Ho un problema su un analizzatore di spettro, ora non saprei se è un difetto di fabbrica oppure una tensione eccessiva o elettrostatica ad aver danneggiato le saldature di questo componente: foto ingrandita x30
microrelè.jpg

Che come si vede ha 4 pin per lato e su un lato la saldatura è venuta fuori in superfice e sembra anche spostata. Il componente se scaldato a 200° torna a funzionare per qualche giorno, ma poi di nuovo non funziona a dovere e non commuta bene gli attenuatori fino a 15dB. Dovrebbe essere un microrelè che commuta i segnali a altri microrelè e attenuatori o preamplificatore.
La mia domanda è se qualcuno potrebbe dirmi se è possibile acquistare questo componente e se esiste modo di risaldarlo senza usare attrezzature troppo sofisticate.
Con ingrandimento fino a 40x sono riuscito a vedere bene un lato dove la saldatura e ottimale e su questo sembra quasi che una o più microsfere di stagno siano integrate dentro dei minuscoli buchini e i contatti dell'integrato siano saldati ad aria calda.
Avatar utente
Foto Utentecoppo76
210 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 1 set 2018, 15:48

0
voti

[2] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 17 ago 2019, 18:28

se è come dici il componente ha una saldatura o più saldature che si sono deteriorate a causa del calore, per poterlo risaldare occorre del flussante che andrebbe messo torno torno il componente e poi riscaldato sopra e di lato con aria calda. In internet ho visto che alcuni adoperano una lampada alogena da 100 watt per auto, io ho fatto alcune prove affrettate ma non sono riuscito a cavarci nulla, forse ci vuole un po più di pazienza. Se vuoi provare sperimenta prima su una vecchia scheda così vedi il risultato prima di rovinare la tua.
https://www.youtube.com/results?search_ ... logen+lamp
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
4.032 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2175
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[3] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utentecoppo76 » 17 ago 2019, 19:13

:lol: La cosa della lampada mi sembra una bufala...e anche se funziona ho dei dubbi sulla qualità della saldatura, che non sarebbe calda a dovere. Lo stagno per fondersi necessità di almeno 200°.
Comunque con il saldatore ad aria oppure con un phon da carrozziere che abbia il regolatore si dissalda e risalda facilmente.
Il problema è che quel componente andrebbe anche ripulito e poi il mio dubbio è quello di rimuovere lo stagno dalla scheda e rimetterlo dentro quei buchini. I pin del componente sembrano dei capelli e anche i buchini della scheda sono piccolissimi.
Secondo mè hanno messo internamente delle piccole sfere di stagno nei buchini e poi anno scaldato sotto e sopra.
Non posso neppure fare pratica in quanto non ho mai visto un simile sistema. Il reballing utilizza sfere molto più grandi e si posizionano con delle matrici, tutte attrezzature sofisticate che non dispongo, ma sarebbe più facile che un qualche laboratorio sia fornito.
Adesso lo strumento funziona bene dopo che ho scaldato e usato il flussante, ma so già che non durerà a lungo, dato che è una procedura che ho già fatto altre volte, poi dato che le saldature attuali quasi si sfiorano tra un pin e laltro, cose di centesimi di millimetro, basta poco per avere falsi contatti.
Mentre se tentassi un qualcosa di fatto meglio, una saldatura non ottimale potrebbe sicuramente peggiorare la condizione. Poi questi microrelè sono introvabili!.
Avatar utente
Foto Utentecoppo76
210 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 1 set 2018, 15:48

0
voti

[4] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 17 ago 2019, 19:39

Purtroppo con componenti così piccoli è un grosso problema, prima ci provavo ma da quando devo portare occhiali per miopi e anche con quelli ci vedo poco, ho lasciato stare. Ti ricordo che con una lampada da 100 watt arrivi bene a 200°
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
4.032 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2175
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[5] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utentecoppo76 » 17 ago 2019, 20:05

Si il componente è davvero piccolo, poco più di 2mm e senza lente non si capisce neppure quanti pin ci sono.
Questo lavoro va oltre le mie possibilità ed attrezzature. Sarebbe già diverso se avessi un componente nuovo e smontato, dato che i pin sembrano essere molto delicati e avrei paura di romperli, inoltre parte delle piste si trovano nel lato posteriore.
Attendo comunque qualcuno che mi possa consigliare un buon laboratorio che riesca a fare questi lavoretti senza spendere un patrimonio.

Caspita le lampade auto scaldano parecchio, in effetti non si possono toccare se son calde.

Grazie comunque.
Avatar utente
Foto Utentecoppo76
210 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 1 set 2018, 15:48

0
voti

[6] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 18 ago 2019, 11:03

ciao Foto Utentecoppo76 il miglior sistema per fare quel tipo di saldature e costruito con lampade all'infrarosso, se si mette molto flussante e si riscalda bene lo stagno entra nella sua posizione da se, in realtà questo succede automaticamente. La temperatura deve essere calcolata bene, ho notato che il calore eccessivo invece di saldare o dissaldare fa il contrario non permette allo stagno di fluidificarsi.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
4.032 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2175
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[7] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utentecoppo76 » 3 dic 2019, 1:56

Domenica ho provato a dissaldare il componente e mi sono accorto che è forato tra i due angoli, si vedeva anche dalla foto con il microscopio, ma non ci avevo fatto caso... ecco perché non funzionava!. Subito dopo il connettore IN RF c'è un condensatore e poi questo componente, il condensatore l'ho sostituito e adesso mi manca questo.
Sebra però introvabile, ho mandato una meil al produttore, ma mi aveva già detto al telefono che non forniscono componenti, al massimo fornisco tutta la scheda.
Non so che fare!!!
Avatar utente
Foto Utentecoppo76
210 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 1 set 2018, 15:48

1
voti

[8] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utentebrabus » 3 dic 2019, 10:02

Il componente in questione è un HMC427, switch RF prodotto dalla Hittite, ora Analog Devices.

Datasheet: https://www.analog.com/media/en/technic ... hmc427.pdf

Il package è QFN, quindi dimentichiamo le tecniche adatte ai BGA (reballing, etc): si tratta di una tecnologia diversa.

Si può dissaldare ad aria calda, pulire bene la zona e le pad, applicare stagno fresco e risaldare ad aria calda e flussante. L'alternativa è la pasta, ovviamente senza pre-saldare le pad.

Per i ricambi: https://www.digikey.at/product-detail/d ... ND/5813108
Però, costicchia! :-)
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
18,8k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2646
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

1
voti

[9] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utentecoppo76 » 3 dic 2019, 13:44

Grazie Brabus, ho ordinato il componente per 57 euro tasse e spedizioni comprese.
Ho guardato il manuale di questo integrato e dice di non superare i 260° di picco. Forse e meglio prescaldare la scheda da sotto?
io preferirei di no, dato che per rimuovere la schermatura posteriore dovrei svitare altre 200 viti. Prima di fare il lavoro aspetto anche di procurarmi un apposito cono per convogliare l'aria solo in quel punto, dato che i piccoli condensatori vicini sono grandi come dei granelli di sabbia. Per fare questo lavoro mi dovrei anche procurare un termometro con la termocoppia?
Avatar utente
Foto Utentecoppo76
210 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 1 set 2018, 15:48

1
voti

[10] Re: Saldatura microrelè

Messaggioda Foto Utentebrabus » 3 dic 2019, 13:53

Foto Utentecoppo76,

Puoi tranquillamente regolare l'aria calda a 380°C e saldare il componente da sopra, senza preriscaldare il PCB, a patto che non cia sia una fuga termica esagerata sotto al chip (ad esempio: un grande piano di massa o addirittura un dissipatore).

Non preoccuparti per la temperatura dell'aria: quella che arriva al chip è parecchie decine di gradi più fredda rispetto a quella in uscita dall'ugello. I 260°C del datasheet sono specifici per la saldatura in reflow, non farci caso. Ho tenuto IC sotto un getto a 400°C per dieci minuti allo scopo di verificare un fenomeno di invecchiamento: non ne hanno risentito minimamente.
Mai usato termometri o termocoppie: l'ultima parola spetta alle saldature, quando sono belle sode e lucenti hai finito.

Se proprio non riesci a smontare il blocco inferiore d'alluminio, cerca almeno di riscaldarlo. Anche portandolo solamente a 50°C si lavora meglio rispetto ai 20°C della temperatura ambiente. Scaldalo con una lampada a infrarossi, o meglio, con una piastra adeguata a un PCB.

Piuttosto, se non hai mai effettuato un lavoro del genere, fai pratica su alcune board di scarto prima di mettere mano al circuito finale, soprattutto per dosare bene flussante e pasta (ne basta pochissima!!).

Per schermare le zone da non surriscaldare (tipicamente connettori di plastica) puoi usare del nastro di Kapton, è un materiale a dir poco miracoloso.

P.S.: il guasto che hai descritto è compatibile con un difetto del bonding interno al chip. Riscaldandolo si può arginare la situazione per qualche settimana, poi il guaio ritorna. L'unica soluzione è proprio sostituire il chip.

Buon lavoro!
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
18,8k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2646
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16


Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti