Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

trasformatori in parallelo, si può?

Circuiti e campi elettromagnetici

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utentedanyto » 31 ago 2019, 16:01

ciao a tutti, vi porgo questo quesito, in quanto non sono riuscito a trovarne risposta. ho due trasformatori da 100 va e 12v. posso collegare in parallelo le due uscite dei trasformatori per ottenere una potenza superiore? grazie, daniele.
Avatar utente
Foto Utentedanyto
308 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 194
Iscritto il: 14 mar 2015, 12:12
Località: mascalucia ct

0
voti

[2] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 31 ago 2019, 16:34

direi proprio di si, ma devi individuare la fase dei secondari per non collegarli involontariamente in opposizione di fase, che vorrebbe dire fare un bel corto circuito.

Inoltre sarebbe opportuno usare due trasformatori identici altrimenti a vuoto (nessuno carico collegato) avresti un certo assorbimento (spreco di energia) dovuto alle piccole differenze di tensione al secondario.

Se devi raddrizzarne l'uscita credo sarebbe meglio collegarli in parallelo dopo i rispettivi ponti di diodi
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7561
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[3] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utentedanyto » 31 ago 2019, 17:03

ciao e grazie per la preziosa risposta, i trasformatori sono uguali, ma non ho capito bene a cosa ti riferisci quando parli della fase dei secondari. :shock:
Avatar utente
Foto Utentedanyto
308 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 194
Iscritto il: 14 mar 2015, 12:12
Località: mascalucia ct

1
voti

[4] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 31 ago 2019, 17:14

Ti chiedo scusa, non essendo elettrotecnico uso sicuramente termini sbagliati, provo a spiegarlo meglio.

In uscita da ogni trasformatore avrai una sinusoide es a 12V AC sincrona con la tensione di rete, ma invertendo i due connettori in uscita inverti ovviamente la polarità della tensione in uscita.

In pratica quindi puoi connettere i due trasformatori in modo che a un determinato istante diano entrambi il valore di picco positivo della tensione in uscita, oppure uno darà il valore di picco positivo (+16V circa se un 12V nominale) e l'altro -16V.

Infatti esistono trasformatori toroidali con due avvolgimenti secondari, in tal caso i cavi dei secondari hanno colori diversi e una tabella spiega come collegarli per avere uscita parallelata (stessa tensione, doppia corrente, doppia potenza) o in serie (doppia tensione, stessa corrente, ovviamente sempre doppia potenza)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7561
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[5] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 31 ago 2019, 17:37

Il Voltmetro non indica tensione collegamenti esatti.
Il Voltmetro indica tensione scambiare tra loro i morsetti nel primario oppure nel secondario.

Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
2.263 3 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 1543
Iscritto il: 16 set 2010, 19:29

0
voti

[6] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utentedanyto » 31 ago 2019, 18:59

vi ringrazio per le risposte, ma come posso procedere per essere certo di fare un collegamento corretto? :ok:
Avatar utente
Foto Utentedanyto
308 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 194
Iscritto il: 14 mar 2015, 12:12
Località: mascalucia ct

0
voti

[7] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 31 ago 2019, 20:01

richiurci ha scritto: ...devi individuare la fase dei secondari per non collegarli involontariamente in opposizione di fase, che vorrebbe dire fare un bel corto circuito...


Non è un cortocircuito per via dell'isolamento galvanico.... solo come hai specificato dopo, con caratteristiche perfettamente identiche, se in opposizione di fase si ottiene tensione nulla;
Foto UtenteStefanoSunda, lo schema con l'inserzione del voltmetro è corretto ma Foto Utentedanyto essendo non vedente non è in grado di leggerlo...
a proposito Foto Utentedanyto, come fai per le misure di tensione, corrente etc. ? Possiedi qualche strumento che ti fornisce una indicazione vocale ? Altrimenti bisogna pensare come poterti aiutare :roll: quindi delucidaci .
O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,5k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10073
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[8] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 31 ago 2019, 20:07

Claudio perché dici che due trasformatori collegati in antiparallelo sul secondario non farebbero un bel corto circuito in uscita?

Non ci ho mai provato ma mi sembra logico...sono proprio messo male :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7561
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[9] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 31 ago 2019, 22:50

:-) Forse ivece a essere messo male* sono io :mrgreen: ma non vedo sostanziale differenza in questo senso tra due trasformatori distinti e due avvolgimenti secondari separati a condizione che siano identici, monofase e flottanti (senza un capo messo a terra) o un avvolgimento secondario con presa centrale (o comunque multi-tap) di un unico trasformatore... :roll:

P.s. *Considerato che specialmente di elettrotecnica (per non parlar del resto :mrgreen: ) so poco o nulla...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,5k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10073
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[10] Re: trasformatori in parallelo, si può?

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 31 ago 2019, 23:18

mmmm credo che l'isolamento galvanico salvi se solo un punto di un circuito tocca l'altro circuito, ma se tu colleghi due trasformatori in antiparallelo è come collegare due generatori di tensione in serie tra loro, essendo tra loro perfettamente sincroni.

Altrimenti non funzionerebbe neanche il metterli in serie, considera che due trasformatori in antiparallelo sono esattamente uguali elettricamente a due trasformatori in serie con uscita in corto.

Spero solo che Danyto non si stia preoccupando troppo visto il livello dei suoi consulenti ahahhhhhh
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7561
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

Prossimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti