Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Fusibile termico 121 °C.

Circuiti e campi elettromagnetici

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] Fusibile termico 121 °C.

Messaggioda Foto UtenteOsvaldo » 8 ott 2019, 16:02

Salve,
mi è capitato di fare una riparazione dove, tra l'altro, ho dovuto sostituire un fusibile termico 121°C con estremità color bianco (o molto simile al bianco). Non sono stato in grado di sapere a cosa corrispondono i colori, ammesso ci sia una logica, e la prima sostituzione l'ho fatta con uno di pari valore ma di colore verde; saltati in bere temo 2 di questi, li ho sostituiti con uno, pari valore, ma azzurro che nel giro di un paio di settimane anch’esso è saltato. Certamente non dipende da problemi di temperatura (il primo caso era dovuto alla rottura di un termostato) e poi ho anche sostituito un interruttore bipolare da 16 A con una da 20 A. perché un contatto del primo a volte scaricava e, documentandomi, ho trovato che le repentine variazione di tensione, dovute anche a scintillio, sono spesso causa di questa interruzione.
Ora, per la terza volta, lo stesso inconveniente s’è presentato; qualcuno mi può dare un consiglio o spiegazione di cosa posso ancora controllare? Tutti questi fusibili, indipendentemente dal colore di testa, erano e sono da 121 °C, 220 V. e 10 A.
Ringraziando, porgo cordiali saluti.
Osvaldo
Avatar utente
Foto UtenteOsvaldo
75 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 1 mag 2017, 18:01

0
voti

[2] Re: Fusibile termico 121 °C.

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 10 ott 2019, 2:42

:-) Non lo so neanche io :mrgreen: però
Osvaldo ha scritto: ...ammesso ci sia una logica...
cercando un po' in rete ho notato che per alcuni produttori il colore varia proprio al variare della temperatura di fusione (che comunque è specificata sul corpo del fusibile) ed ho trovato anche una tabella (tra le immagini) per fusibili da 15 A, 250 V con la corrispondenza tra colori e temperature di fusione e nel range di temperature non mi pare ci fosse il valore di 121 °C da cui ipotizzo che non ci sia una codifica "standard" come invece è p. es. per i resistori; a questo punto però mi sorge il dubbio se per altri produttori il diverso colore a parità di temperatura, tensione e intensità di corrente non possa magari indicare un diverso tempo di intervento :roll:
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10173
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[3] Re: Fusibile termico 121 °C.

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 10 ott 2019, 8:37

per quanto ne so io, questo tipo di fusibili sono alquanto imprecisi, se il valore è vicino (anche di molti gradi) alla temperatura fatidica arriverà a saltare.

A mio parere questo fusibile devi metterlo ad una temperatura molto lontana da quella di lavoro, a livello normativo, viene introdotto generalmente per impedire il funzionamento in caso di guasto, impedendone il ripristino, l'apparecchio supera le norme anche se fuso. Nel tuo caso, a livello funzionale, mi pare di capire, che ci sia un termostato ripristinabile, ed è quello che lavora a temperatura corretta.


saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.191 3 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2511
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[4] Re: Fusibile termico 121 °C.

Messaggioda Foto Utentesetteali » 10 ott 2019, 8:52

E' verissimo, non sono molto precisi come temperatura, ti dico la mia esperienza sui fusibili che cambio sui ferri da stiro con caldaia, la caldaia od il ferro non superano i 140° e di suo montano dei termofusibili da 240° com del resto ci monto anch'io.
Ma ho dovuto escogitare un trucco perché a volte saltavano dopo qualche giorno.
Siccome io li crimpo con un tubetto apposito di rame, non li ho mai saldati anche per non rovinare il fusibile, a volte il filo su cui devo collegarlo è diventato brunito oppure ossidato dalla temperatura, con una limetta o carta abrasiva, filo filo li pulisco in modo da ritrovare il rame ed eventualmente ci aggiungo 3 o 4 filetti per avere maggiore superficie di contatto, a questo modo non mi sono più tornati indietro.
Però metto la foto dei termofusibili a cui mi riferisco io.
Alex
Allegati
aa fuse.png
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
5.526 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3009
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

-1
voti

[5] Re: Fusibile termico 121 °C.

Messaggioda Foto UtenteTITAN » 10 ott 2019, 10:54

Se ricordo bene però sono autoripristinanti o sbaglio ?
Avatar utente
Foto UtenteTITAN
539 3 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 823
Iscritto il: 31 dic 2012, 20:22

0
voti

[6] Re: Fusibile termico 121 °C.

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 10 ott 2019, 11:18

In relazione al tipo di fusibile descritto dallo OP e di cui ha messo una immagine Foto Utentesetteali sbagli; quel tipo non è autoripristinante.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10173
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[7] Re: Fusibile termico 121 °C.

Messaggioda Foto Utentesetteali » 10 ott 2019, 13:16

Ma l'OP non parla di fusibile autoripristinante!
Alex
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
5.526 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3009
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[8] Re: Fusibile termico 121 °C.

Messaggioda Foto UtenteOsvaldo » 15 ott 2019, 19:50

Ringrazio tutti voi.
In effetti la temperatura di lavoro di un piano da stiro professionale va attorno hai 70 - 80 °C e già quello in essere (che ha durato decenni) era da 121 °C ed anche riportato sul libretto di macchina.
Anch'io li crimpo (come già era) sempre ripelando il filo che però, in effetti, non è bello lucido come il normale rame nuovo o non riscaldato. Se mi ricapita darò una disossidata al rame con soluzione di acido cloridrico, diventa come nuovo.
Ancora grazie e cordiali saluti
Osvaldo
Avatar utente
Foto UtenteOsvaldo
75 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 1 mag 2017, 18:01


Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti