Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Collegamento 380 V - 220 V

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[1] Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utentelanfranco2500 » 15 ott 2019, 15:28

Buongiorno, mi chiamo Lanfranco e sono un nuovo iscritto. Ho bisogno del vostro aiuto in quanto del tutto digiuno di elettronica. Mi hanno regalato una sega a nastro alimentata 380 V che vorrei utilizzare con alimentazione 220 V.
Su uno dei componenti elettrici sono collegati i fili di alimentazione (celeste, marrone e blu oltre al cavo di terra) inoltre è previsto un collegamento diretto 0-380V ma vi è la possibilità di effettuare un collegamento 0-220V.
Devo spostare quest ponte? Inoltre dove collegherò i due cavetti (celeste e blu) della nuova alimentazione, dovendo escluderne uno? Allego due foto per dare una idea dei collegamenti attuali.
Ringrazio in anticipo e vogliate scusare la mia ignoranza in materia.
Lanfranco
Allegati
img083.jpg
Avatar utente
Foto Utentelanfranco2500
5 2
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 14 ott 2019, 11:13

0
voti

[2] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utentediab58 » 16 ott 2019, 23:48

Così non si capisce se dietro la scritta 220 esiste un condensatore che crea una falsa fase.

Controlla il circuito e vedi se c'è un condensatore da 220 ad una fase.
Avatar utente
Foto Utentediab58
125 2
New entry
New entry
 
Messaggi: 82
Iscritto il: 16 set 2019, 17:03

1
voti

[3] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 17 ott 2019, 0:38

:mrgreen: Più che altro così non si capisce proprio una sega (a nastro...)
il motore dovrebbe prevedere alimentazione trifase sia a 380 V che a 220 V con collegamenti a stella e a triangolo... sicuro che quello che hai disegnato corrisponda tutte le indicazioni presenti sulla morsettiera (magari sul coperchio) ? Ritengo sia meglio se posti delle foto di morsettiera, coperchio e targa del motore.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,9k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10298
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[4] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto UtenteMike » 17 ott 2019, 9:45

Il motore elettrico è sempre trifase, può essere alimentato a 380 V oppure a 220 V cambiando i collegamenti in morsettiera da stella a triangolo, ma rimarrà sempre trifase. Per far lavorare il motore in monofase si deve utilizzare un condensatore opportunamente dimensionato. Ovviamente il rendimento del motore sarà inferiore.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[5] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 17 ott 2019, 23:55

Certo, ma ci sono quei collegamenti "0-380-220" che non è chiaro a cosa si riferiscano per quello ho chiesto le foto.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,9k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10298
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[6] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utentelanfranco2500 » 18 ott 2019, 16:20

Buongiorno e grazie di aver risposto al mio quesito. Riconosco di essere stato poco chiaro nella descrizione del mio piccolo problema e nell'allegato. Vorrei utilizzare un utensile trasformando la sua alimentazione da 380 V a 220 V. All'interno del vano che ospita i componenti elettrici, non ho trovato condensatori.A llego uno schizzo dei componenti e dei cablaggi sperando possa esseredi qualche utilità. Grazie in anticipo e saluti
Lanfranco
Sega a nastro.jpg
Ultima modifica di Foto Utentemir il 18 ott 2019, 18:51, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Immagine capovolta. Ripostata in posizione corretta.
Avatar utente
Foto Utentelanfranco2500
5 2
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 14 ott 2019, 11:13

0
voti

[7] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utentesetteali » 18 ott 2019, 23:25

Una foto sono convinto che non avrebbe fatto il risultato del disegno :ok: :ok:

Ed ora è tutto chiaro il punto 380 e 220 , quando avrai fatto il collegamento sul motore dovrai spostare il collegamento dal punto che indica 380 V a quello che indica 220, perché quetsa è solo una scheda che aziona il teleruttore per alimentare il motore.
E inoltre anche qui è da trovare qual è la fase da utilizzare per mettere il condensatore, ma ne riparleremo dopo.
Devi smontare il coperchietto sul motore dove sono collegati i fili, vedrai che ci saranno 6 viti con dei ponticelli e probabilmente troverai anche lo schema di come collegarlo a 220 V, forse sul coperchio.
Vediamo la foto di questo ;-)
Alex
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.026 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3100
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[8] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utentelanfranco2500 » 19 ott 2019, 16:15

Buongiorno Alex e grazie per le tue delucidazioni. Purtroppo il motore è inscatolato nell'involucro dell'utensile e, pertanto quasi inaccessibile. L'unica targhetta rivettata sull'involucro stesso riportano solo dati che riguardano le caratteristiche del motore ovvero N. di serie 10856, tipo SM 280 Hz 50, V380, Hp 1. Smontando la scatola con i componenti elettrici, si intravedono i cavetti elettrici che vanno direttamente all'avvolgimento del motore per cui, penso, si debba inserire il condensatore collegandolo direttamente ai morsetti presenti sulla scheda esterna .
saluti
Lanfranco
Allegati
IMG_20191019_151909.jpg
Avatar utente
Foto Utentelanfranco2500
5 2
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 14 ott 2019, 11:13

0
voti

[9] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utentelanfranco2500 » 19 ott 2019, 16:17

Buongiorno Alex,
per quanto possa servire poco, allego una seconda foto della parte elettrica dell'utensile.
Lanfranco
Allegati
IMG_20191019_152006.jpg
Avatar utente
Foto Utentelanfranco2500
5 2
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 14 ott 2019, 11:13

0
voti

[10] Re: Collegamento 380 V - 220 V

Messaggioda Foto Utentesetteali » 19 ott 2019, 21:42

Ancora più noioso.
Intanto ti devi assicurare che sui fili che sono dentro il motore siano siglati RST e Z X Y, se così è
dovresti procurarti un mammut a tre posti e fare il collegamento come da schema.
I tre fili collegati insieme, vanno separati.
Se non ti è chiaro , lo dici.
Come di avevo detto, bisogna prima di tutto sapere dove sono collegati i fili di alimentazione che vanno alla schedina, ti consiglio di fare in questo modo:
-Stacchi il motore.
- fai il collegamento a 230 V sul morsetto che dicono.
- colleghi la 230 V tra L3 & L2 e provi ad accendere la macchina , se il teleruttore attacca, è OK lo schema.
se non attacca, provi tra L3 & L1, altrimenti tra L2 & L1.
Dipende da quale di queste tre posizioni per decidere dove mettere il condensatore.

Una volta appurato questo e fatto i collegamenti, bisogna vedere se la macchina gira nel senso giusto.

Alex
Ultima modifica di Foto Utentesetteali il 20 ott 2019, 21:46, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: Correzione dello schema
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.026 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3100
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 45 ospiti