Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Interruttori impianto: sono giusti?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto Utentefenestren » 26 gen 2020, 14:00

Ciao a tutti.

Sto ristrutturando casa e avrei bisogno di un parere in merito alla scelta degli elementi dell'impianto elettrico, per favore.
L'impianto avrà un contatore da 6 kW, un quadro generale da 36 posti da cui partiranno anche un quadretto cucina da 12 posti, un quadretto lavanderia ed uno per officina.

Potreste dirmi se sono quelli giusti?
Grazie mille.

  • Interruttore generale quadro Magnetot./Differ. "In=25A/Icc=6kA/Idn=0,3A Tipo AC"
  • Scaricatore extratensioni "Imax=20kA/In=5kA/Vp=1,5kV Tipo 2/Vc=350V"
  • Interruttore prese zona giorno Magnetot./Differ. "In=16A/Icc=6kA/Idn=0,03A Tipo AC"
  • Interruttore prese zona notte Magnetot./Differ. "In=16A/Icc=6kA/Idn=0,03A Tipo AC"
  • Interruttore prese 10A Magnetot./Differ. "In=10A/Icc=6kA/Idn=0,03A Tipo AC"
  • Interruttore luci zona notte Magnetot./Differ. "In=10A/Icc=6kA/Idn=0,03A Tipo AC"
  • Interruttore luci zona giorno Magnetot./Differ. "In=10A/Icc=6kA/Idn=0,03A Tipo AC"
  • Trasformatore tirante doccia 12V con buzzer
  • Interruttore condizionatore Magnetot./Differ. "In=20A/Icc=6kA/Idn=0,03A Tipo AC"

  • Interruttore quadretto in cucina Magnetot./Differ. "In=20A/Icc=6kA/Idn=0,03 Tipo AC"
  • Interruttore frigo Magnetot. In=10A/Icc=6kA
  • Interruttore forno Magnetot. In=16A/Icc=6kA
  • Interruttore lavastoviglie Magnetot. In=16A/Icc=6kA
  • Interruttore piano cottura Magnetot. In=10A/Icc=6kA
  • Interruttore prese cucina Magnetot. In=16A/Icc=6kA

  • Interruttore generale quadretto in lavanderia Magnetot./Differ. "In=16A/Icc=6kA/Idn=0,03A Tipo AC"
  • Interruttore lavatrice Magnetot. In=16A/Icc=6kA
  • Interruttore asciugatrice Magnetot. In=16A/Icc=6kA
  • Interruttore caldaia Magnetot. In=10A/Icc=6kA

  • Interruttore generale quadretto in officina Magnetot./Differ. "In=16A/Icc=6kA/Idn=0,03A Tipo AC"
  • Interruttore distacco quadretto officina Magnetot. In=16A/Icc=6kA
  • Interruttore prese officina Magnetot. In=16A/Icc=6kA
  • Interruttore luci officina Magnetot. In=10A/Icc=6kA
  • Interruttore prese giardino Magnetot. In=16A/Icc=6kA
  • Salvamotore pompa pozzo (per pompa da 1CV) Questo non saprei da quanto deve essere
  • Interruttore pozzo Magnetot. In=10A/Icc=6kA

  • Interruttore gruppo solare-termico in soffitta Magnetot. In=10A/Icc=6kA
Avatar utente
Foto Utentefenestren
0 2
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17 mag 2007, 14:59

0
voti

[2] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 26 gen 2020, 14:59

Il generale da 25 A non ti perette di usare tutti i 6 kW, per il resto bisognerebbe fare varie considerazioni, per le quali è pagato l'elettricista.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
7.413 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2559
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[3] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto Utentegabrisav » 26 gen 2020, 15:02

Cosa dice il tuo elettricista???
Avatar utente
Foto Utentegabrisav
1.349 2 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1358
Iscritto il: 13 set 2015, 18:26
Località: Borgosatollo (Bs)

0
voti

[4] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 26 gen 2020, 15:04

gabrisav ha scritto:Cosa dice il tuo elettricista???


Se glieli ha proposti l'elettricista, io cambierei elettricista.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
7.413 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2559
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[5] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto Utentegabrisav » 26 gen 2020, 15:05

A me sa tanto di fai da te
Avatar utente
Foto Utentegabrisav
1.349 2 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1358
Iscritto il: 13 set 2015, 18:26
Località: Borgosatollo (Bs)

0
voti

[6] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto Utentefenestren » 26 gen 2020, 15:28

Ciao e grazie a tutti.
Ho lo schema unifilare che mi è stato fatto e sul quale stavo ragionando: non so se sia il caso di allegarlo perché c'è chiaramente indicato l'esecutore.
Mi farebbe piacere un parere diverso.
Avatar utente
Foto Utentefenestren
0 2
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17 mag 2007, 14:59

0
voti

[7] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 27 gen 2020, 20:36

Qualche considerazione al volo

1. Perché tutti gli interruttori con potere di interruzione da 6 kA? Te li passa allo stesso prezzo dei 4,5? La differenza non è irrisoria.

2. I differenziali sono tutti di tipo AC. Forse per carichi come lavatrice e condizionatori, che ormai montano quasi esclusivamente motori comandati da inverter, sarebbe meglio prevedere dei tipo A. Oppure uno solo puro con a valle i sezionamenti per tale tipologia di carichi.

3. Il tirante doccia (con sistema SELV in bassissima tensione) come mai? Lo chiedo perché sento spesso che qualcuno lo indica come apparecchio irrinunciabile, o peggio obbligatorio

4. Il differenziale che hai messo al primo punto, non basta che sia da 300 mA. Deve essere di tipo S (selettivo/ritardato) altrimenti non garantisci il non intervento per guasto a terra a valle degli altri da 30 mA.
Inoltre con 6 kW, il 25A è risicato, anche perché puoi prelevare continuativamente il 10% in più. Meglio un 32A.

5. Cos'è l'interruttore "distacco quadretto officina"?

6. Non so quanto assorbono alla massima potenza lavatrice + asciugatrice, ma con 6 kW disponibili, forse il differenziale a monte da 16A (unico) per i due carichi, è un po' risicato. Ma se sei certo che non funzioneranno mai in contemporanea ok.

Poi ci sono i pareri personali. Ma su questo non mi pronuncio.
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
59,9k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8838
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[8] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto Utentefenestren » 27 gen 2020, 22:16

attilio ha scritto:Qualche considerazione al volo


Io ho ricevuto l'unifilare e, trovandovi delle differenze rispetto alla tipologia dell'impianto della casa in cui mi trovo ora, mi sono venuti alcuni dubbi.

1. Perché tutti gli interruttori con potere di interruzione da 6 kA? Te li passa allo stesso prezzo dei 4,5? La differenza non è irrisoria.


Non conosco i prezzi ma, da quanto dici, forse faccio bene a farmi venire qualche dubbio , soprattutto se 4,5 kA sono sufficienti :mrgreen:

2. I differenziali sono tutti di tipo AC. Forse per carichi come lavatrice e condizionatori, che ormai montano quasi esclusivamente motori comandati da inverter, sarebbe meglio prevedere dei tipo A. Oppure uno solo puro con a valle i sezionamenti per tale tipologia di carichi.


Uno solo di tipo A per il quadretto lavanderia che comprende lavatrice, asciugatrice e caldaia? e sotto questo i termici per ciascuna di esse?

3. Il tirante doccia (con sistema SELV in bassissima tensione) come mai? Lo chiedo perché sento spesso che qualcuno lo indica come apparecchio irrinunciabile, o peggio obbligatorio


Se non è più obbligatorio per la certificazione posso quindi evitarlo?

4. Il differenziale che hai messo al primo punto, non basta che sia da 300 mA. Deve essere di tipo S (selettivo/ritardato) altrimenti non garantisci il non intervento per guasto a terra a valle degli altri da 30 mA.
Inoltre con 6 kW, il 25A è risicato, anche perché puoi prelevare continuativamente il 10% in più. Meglio un 32A.


Capito, 32A di tipo S.

5. Cos'è l'interruttore "distacco quadretto officina"?


Dato che l'officina (che in realtà è il mio piccolo garage) è fuori casa, pensavo di mettere nel quadro principale in casa un interruttore normale per staccare tutto ciò che riguarda il garage in caso di necessità.

6. Non so quanto assorbono alla massima potenza lavatrice + asciugatrice, ma con 6 kW disponibili, forse il differenziale a monte da 16A (unico) per i due carichi, è un po' risicato. Ma se sei certo che non funzioneranno mai in contemporanea ok.


Bella domanda...chissà cosa combinerà la moglie? :lol:
Volendo prevedere il caso di uso contemporaneo, devo alzare il differenziale o prevedere due differenziali?

Poi ci sono i pareri personali. Ma su questo non mi pronuncio.


Grazie mille!
Avatar utente
Foto Utentefenestren
0 2
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17 mag 2007, 14:59

0
voti

[9] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 27 gen 2020, 22:38

È sufficiente che il solo interruttore di radice (il primo a monte di tutto, che solitamente è posto nelle vicinanze del contatore) abbia potere di interruzione di 6 kA (per la tua tipologia di impianto)

...

Potresti mettere un solo tipo A da 40A (diff. puro) e a valle i termici per condizionatori e lavatrice. Oppure due tipo A in esecuzione compatta con magnetotermico

...

Non è mai stato obbligatorio in contesto "abitazione privata"
Puoi tranquillamente evitarlo

...

Ok

...

Ok

...

Devi alzare il magnetotermico differenziale da 16A a 20 o 25A.
I due magnetotermici da 16A a valle vanno bene

...

Prego
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
59,9k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8838
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[10] Re: Interruttori impianto: sono giusti?

Messaggioda Foto Utentefenestren » 6 feb 2020, 14:06

Ciao a tutti,

riprendo la discussione.
Ho buttato giù uno schemino per riordinare le idee in base a quanto consigliatomi e a quanto letto sulle varie guide Siemens/BTicino/ABB sulla CEI 64-8. https://imgur.com/OjLnuJs

Permangono i seguenti dubbi:
• Se ho capito bene, essendo l’interruttore subito dopo il contatore un MT C40 6 kA, l’interruttore generale del centralino può essere un MT C32 4.5kA: l’uso del differenziale selettivo è necessario solo in caso di montante con masse o centralino metallico, giusto? Posso quindi evitarlo o è comunque consigliabile?
• Escludendo eventualmente il differenziale selettivo superiore, i differenziali puri da inserire sarebbero quindi tutti in parallelo, Classe A, 30mA e 4.5kA: come suddividereste e raggruppereste le linee da mettere sotto ciascun differenziale?
1. Meglio un differenziale per tutte le luci (zona giorno + zona notte) ed un altro per tutte le prese assieme (zona giorno + zona notte) come suggerisce ABB oppure un differenziale per la zona giorno (luci + prese) ed un altro per la zona notte (luci + prese) come sembra suggerire BTicino?
2. Gli elementi del Quadretto Lavanderia (lavatrice, asciugatrice e caldaia) possono andare tutti sotto un unico Differenziale? Con quale In?
3. Gli elementi del Quadretto cucina (frigo, forno, piano cottura, lavastoviglie e prese piano cucina) possono andare tutte sotto un unico Differenziale? Con quale In?
4. Il Condizionatore ha bisogno di un suo differenziale? Se sì, posso utilizzare un unico blocco MTD al posto della coppia MT+DIFF?
5. Il Gruppo Solare-Termico (trattasi di pannelli solari accoppiati ad un serbatoio di accumulo) ha bisogno di un suo differenziale? Se sì, posso utilizzare un unico blocco MTD al posto della coppia MT+DIFF?
Grazie ancora per il vostro supporto.
Avatar utente
Foto Utentefenestren
0 2
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17 mag 2007, 14:59

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 22 ospiti