Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[1] Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto UtenteGeorgeMcFly » 31 ott 2020, 9:52

Buongiorno a tutti,
Dovrei far cadere la tensione artificialmente nel circuito di una vecchia tv. Ho lo schema ma non conosco gli amperaggi (correnti: è meglio ;-)).
Devo scendere in un punto da 33v a 10 v circa...
Purtroppo non conosco l'intensità della scheda e seguendo il metodo "empirico", partendo da 1M Ohm e ridurre sempre più, avrei individuato il valore ottimale in una resistenza della bellezza di 82K Ohm.
La cosa mi lascia dei dubbi... ero convinto di passare da 33v a 10v con valori molto più bassi in ohm... tipo 200 Ohm... ma per doverci piazzare una della bellezza di 82K Ohm, quale sarà mai l'intensità di corrente del circuito?

Ringrazio chiunque mi risponde e illumina... O_/
Avatar utente
Foto UtenteGeorgeMcFly
40 2
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 13 set 2020, 18:18

0
voti

[2] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 31 ott 2020, 10:04

Potresti fare un disegno per comprendere meglio la tua richiesta?
Magari con tensioni e correnti misurate. Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
1.675 1 2 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 476
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

1
voti

[3] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 31 ott 2020, 10:36

Non so a cosa ti riferisci, ma applicando la legge di Ohm si calcola la corrente:
(33 V - 10 V)/( 82 kohm)= 0,28 mA O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
7.758 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3543
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[4] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto UtenteGeorgeMcFly » 31 ott 2020, 10:44

Grazie intanto per avermo risposto.
Non saprei come farlo un disegno, se occorre posso mettere un link alla mappa del circuito. La tv é un vecchio catodico.

Spiego comunque meglio la situazione, magari interessa i patiti di retrogaming come il sottoscritto:
in sostanza sto cercando di ingannare il chip che gestisce il segnale SCART. Quando alle vecchie tv CRT colleghi su SCART qualcosa purtroppo alcuni modelli partono sempre in modalità TV e non AV (SCART). In sostanza ignorano che sia collegato o meno qualcosa.
Questo comporta che poi manualmente devi selezionate dal telecomando AV e passare alla modalità SCART.
Ma non avendo più il telecomando é un bel guaio... E dalla parte frontale della tv manco si può passare alla modalità AV... nel mio caso.
Il modo per usare la tv con vecchie console o qualsiasi cosa usi la SCART e forzare l'avvio della tv in modalità AV. Insomma Tu accendi la tv ed esce la modalità AV in automatico.
Per farlo ho pensato di ingannare il chip della scheda della tv in questione, sparandogli una tensione supplementare da 10v sul pin 8 della SCART.
Dal pin 8 infatti il chip aspetta un segnale di almeno 10 volt per far attivare la modalità SCART.
Ora, non voglio usare un alimentatore supplementare esterno ma cercare sulla stessa scheda una tensione, magari di pilotaggio, sfruttabile per poi convogliarla sul chip e falsare il segnale del pin 8.
Ne ho trovata una da 33volt ed ecco quindi il motivo del mio topic...
Spero sia tutto chiaro, devo per forza ridurre la 33v a 10v o ho paura si surriscaldi il chip. Ci sono riuscito con una resistenza ma da 82K da qui la mia domanda sul valore dell'intensitá...
Grazie ancora per la pazienza.
Avatar utente
Foto UtenteGeorgeMcFly
40 2
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 13 set 2020, 18:18

0
voti

[5] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 31 ott 2020, 10:57

Se funziona, una corrente di 0,28 mA assorbita da un ingresso (CMOS ?) di un integrato può essere ragionevole, o forse ancora elevata, magari c'è un resistore da 10 / 0,28= 35 kohm ) in parallelo per "tirare giù" l'ingresso quando la SCART non è presente. Magari lo identifichi sullo schema O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
7.758 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3543
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

1
voti

[6] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto UtenteGeorgeMcFly » 31 ott 2020, 11:10

Penso converrai con me che sapendo il valore dell'intensitá avrei trovato con la formula il valore ottimale per il resistore.
Almeno negli schemi più recenti mi capita di trovare indicato il valore in ampere di un tratto o in generale di tutto il circuito scheda, ma qui niente.

Ecco voi in uno scenario del genere come vi muovete?
Empiricamente? Ossia modalità smanettone come ho fatto io?
Io nel timore si surriscaldasse o bruciasse il chip con un 33v diretto sono partito da un resistore da 3M Ohm e poi a ridurre sempre più fino ad arrivare a quello ottimale da 82K ancora perfezionabile di altri 5K... ma penso di lasciare 82k. In quanto vorrei evitare di mettere resistori in serie. Il taglio successivo a 82K che ho é 60K ma preferisco centellinare il valore ottimale per il chip, dal momento che non conosco l'intensità che passa. Meglio tenerla alta la resistenza tanto quanto basta per attivare la modalità AV, sempre pee evitare surriscaldamenti al chip nel lungo termine...
Avatar utente
Foto UtenteGeorgeMcFly
40 2
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 13 set 2020, 18:18

0
voti

[7] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 31 ott 2020, 11:18

Ecco voi in uno scenario del genere come vi muovete?...

Io nel timore si bruciasse il chip con un 33v diretto sono partito da un resistore da 3M Ohm...
Meglio tenerla alta la resistenza tanto quanto basta per attivare la modalità AV.

Complimenti, avrei fatto nello stesso modo, forse utilizzando una cassetta di resistori.
O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
7.758 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3543
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[8] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto UtenteGeorgeMcFly » 31 ott 2020, 12:18

Secondo te potrei scendere a 2 watt come tipo di resistenza?
E a 1/2 watt?
Te lo chiedo perché sono le resistenze in commercio con più varianti di ohm e di più facile reperibilità, e quindi potrei affinare ancora di più il valore necessario.

Inoltre hai ipotizzato 0.28mA nel mio caso, ti torna considerando i valori medi di ampere delle schede? O forse é 0.30? Per prassi é più facile trovare 0.28? O 0.25? Oppure 0.30? Questo per cercare di centrare in pieno il valore di ampere vista l'assenza di riferimenti...
Ti ringrazio.
Avatar utente
Foto UtenteGeorgeMcFly
40 2
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 13 set 2020, 18:18

1
voti

[9] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 31 ott 2020, 12:45

Perché non metti un partitore ad esempio 22k verso i + 33v e 12k verso massa.
In mezzo a carico avrai i circa 10 v che ti servono.
Le resistenze da 1/4 di W vanno bene.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
1.675 1 2 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 476
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

2
voti

[10] Re: Domandina per esperti (almeno credo) su caduta tensione

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 31 ott 2020, 13:35

Secondo te potrei scendere a 2 watt come tipo di resistenza? E a 1/2 watt?

Nella resistenza cadono 33 - 10 = 23 V, la corrente calcolata è 0,28 mA,
applicando l'altra legge importante per gli elettricisti: P = V x I si calcola
la potenza dissipata 23 x 0,28 = 6,44 mW , quindi un resistore da 1/2 basta e avanza.

Inoltre hai ipotizzato 0.28mA

Non ho ipotizzato :evil: , ho calcolato dai dati che mi hai fornito

nel mio caso, ti torna considerando i valori medi di ampere delle schede? O forse é 0.30? Per prassi é più facile trovare 0.28? O 0.25? Oppure 0.30? Questo per cercare di centrare in pieno il valore di ampere vista l'assenza di riferimenti...
Quanto hai scritto sopra ha poco senso :(

Dovresti studiarti le due leggi (relazioni) più importanti per gli elettrotecnici:

V = R x I ; P = V x I

e i loro derivati:
R = V/I ; I = V/R ; V = P / I

Avendole capite risolvi il 60% dei problemi che puoi incontrare :-)

Anche il suggerimento di stefanopc è accettabile, ma richiede un resistore in più e non mi pare dia maggiori vantaggi:
Perché non metti un partitore ad esempio 22k verso i + 33v e 12k verso massa.
33 V x ( 12k/(12k + 22)) = 11,6 V con i 0,28 mA scenderà a circa 10 V.

La domanda dovrebbe essere: la tensione di 33 V è stabile o varia durante il funzionamento del televisore?
perché non prendere direttamente dalla tensione di alimentazione degli integrati, che presumo sia stabilizzata ma occorre esaminare lo schema elettrico.



O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
7.758 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3543
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 50 ospiti