Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo

0
voti

[1] dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto Utenteauato » 23 dic 2020, 7:11

Ciao,
in una cabina di cemento outdoor, per il contatore elettrico, in zona umida e fredda di notte in inverno ho posto per ben due volte un driver LED che mi contralla le luci intorno alla villetta. La cabina ha una grata frontale che consente il passaggio dell'aria. Ben due volte, dopo qualche mese di regolare funzionamento, il driver smette di funzionare e aprendo l'involucro di plastica ho capito bene il perché: tracce e saldature corrose. Credo per colpa della formazione di condensa poiché il circuito emana un certo tepore durante il suo funzionamento ed essendo rinchiuso in un involucro di plastica, la differenza caldo interno e freddo esterno provoca la formazione di condensa internamente. Dopo il secondo driver rovinato ho acquistato un aliemtatore switching di quelli in scatola metallica forata (allego foto). Per il momento funziona molto bene e non scalda essendo anche parecchio sovradimensionato rispetto ai driver precedenti ma vari pareri mi hanno confuso le idee e mi sono reso conto di quanto sia ignorante in materia. Il rivenditore di materiale elettrco mi dice che, ad ogni modo, questi dispositivi non sono fatti per stare in posti molto umidi e freddi ed è quindi meglo proteggerli con una scatola sigillata di quelle per derivazione a norma IP65/66. Io mi chiedo: ma se un circuito scalda (non è il caso di quest'ultimo alimentatore, però) e lo chiudo ermeticamente in un contenitore IP66 riposto nella solita cabina del contatore al freddo e all'umido, non forma lo stesso la condensa internamente? Non è più opportuno tenere lo switching in metallo forato così com'è senza rinchiuderlo ? Di fronte a questa mia perplessità, il rivenditore allora mi suggerische di applicare una piccola ventola nel contenitore per avere il ricircolo dell'aria ma... confondendomi ancor di più e idee. Insomma... secondo voi?
Allegati
61MIoVjIoWL._AC_SL1210_.jpg
Avatar utente
Foto Utenteauato
46 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 9 ott 2012, 9:17

0
voti

[2] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 23 dic 2020, 8:17

Per la questione "custodia IP" hai ragione tu.
Le custodie sono stagne all'acqua, non al vapore: l'umidità entra, condensa e non esce.
Per il resto devi vedere che cosa specifica il conduttore come valori ammessi per temperatura e umidità, e cercare di rispettarli.
Nel tuo caso sono Working temperature: -10°C~+60°, 20%~90%RH
(tratti da https://www.amazon.co.uk/S-180-12-12V-1 ... AndDetails)
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
7.750 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2787
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

1
voti

[3] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 23 dic 2020, 9:56

Nei parcometri per pagare la sosta che si trovano nelle strade delle città usano una resistenza che si attiva in particolari condizioni di umidità e temperatura per tenere "caldo l'ambiente"
Comunque per evitare corrosioni potresti proteggere la scheda con resina Vendono spray che puoi spruzzare sopra la scheda e forma uno strato protettivo
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
2.988 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1758
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[4] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 23 dic 2020, 14:39

Anche nelle custodie per le videocamere di sorveglianza (quelle di un certo pregio) si usa un umidostato che attiva una resistenza posta sotto il vetro anteriore della custodia, per evitarne l'appannamento (tipicamente nelle prime ore di luce del mattino).
Ho avuto un problema simile in una nicchia in muratura, con sportello metallico, che ospitava le conduttore d'ingresso dell'acqua (+ filtro + autoclave + sistema d'irrigazione). Con l'andar del tempo, lo sportellone in ferro cominciava ad arrugginirsi nella parte interna, ed anche le altre parti metalliche ne risentivano. Ho risolto semplicemente migliorando la circolazione dell'aria: sostituito il portellone metallico in ferro con uno in alluminio con alette orientate verso il basso, e praticato nella parte superiore della nicchia un'apertura, coperta da una griglia di plastica.

Sportello con alette.jpg
Sportello con alette (esempio).
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
3.586 2 3 6
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1581
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[5] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto Utentefpalone » 23 dic 2020, 14:56

Come hanno detto anche Foto UtenteFranco012 e Foto Utenteluxinterior, una scaldiglia anticondensa è la soluzione più efficace.
Il punto dolente è il consumo..
Avatar utente
Foto Utentefpalone
14,1k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2714
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

2
voti

[6] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 23 dic 2020, 16:40

Negli apparati stradali di pregio avevamo scatola stagna o semistagna con polmone e sali antiumidita.
Il polmone serve a bilanciare la pressione interna con quella esterna senza scambiare gas.
È un palloncino all'interno del contenitore collegato con un tubicino alla parete esterna.
La dissipazione deve essere garantita dalle pareti del contenitore quindi se di plastica va prevista una parete alettata sia internamente che esternamente.
Andando ancora più indietro quando si lavorava seriamente i contenitori e i cavi erano in acciaio inox a tenuta e o pressurizzati in aria deumidificata o in azoto.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
2.320 1 3 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 699
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[7] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto Utentevince59 » 23 dic 2020, 22:58

Credo che non esista ambiente più umido della barca - tra acqua salata e dolce nonché soste prolungate a mollo - gli apparati di bordo sono spesso sigillati in atmosfera controllata ma comunque quelli che ho aperto anche non sigillati (non pochi) sono SEMPRE protetti da resina sintetica in particolare sul lato tracce e spesso anche con colata sul lato componenti. In alternativa delle passate di WD40 svolgono bene il compito. Molti utilizzano il WD40 per tanti scopi dimenticando che la sua funzione principale è di tenere lontana l'acqua...il WD sta per Water Displacement.
Avatar utente
Foto Utentevince59
105 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 213
Iscritto il: 17 giu 2019, 19:32

0
voti

[8] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto Utenteauato » 25 dic 2020, 12:26

Grazie a tutti per i commenti ma innanzitutto buon Natale a tutti voi.

Allego la foto di come si sono ridotti i precedenti drivers dopo un mese o meno di funzionamento.

Il WD40 è interessante come soluzione ma non mi è chiaro l'utilizzo perché, immagino, che dopo qualche tempo dall'uso dello spray scompaia l'effetto, giusto?
Allegati
IMG_1464.JPG
Avatar utente
Foto Utenteauato
46 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 9 ott 2012, 9:17

1
voti

[9] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 25 dic 2020, 12:30

Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
2.988 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1758
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[10] Re: dispositivi elettronici in outdoor e lotta vs. condensa

Messaggioda Foto Utentemullins » 25 dic 2020, 12:49

Ottimo consiglio quello di Luxinterior. In caso il circuito debba dissipare calore io userei uno siliconico che rimane gelatinoso. Piu avanti ti posso dire la marca di quello che uso...
Buon Natale
Avatar utente
Foto Utentemullins
85 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 277
Iscritto il: 14 mag 2011, 22:38

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 63 ospiti