Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

1
voti

I primi passi nel lavoro

Indice

Natali

Questo articolo nasce dalla mia esperienza a fine università, quando si aprono le porte del mondo del lavoro. Purtroppo non tutti sono pronti ad affrontare questo passo e spesso tra insuccessi e frustrazioni si entra in un loop negativo pericoloso. Più volte ho motivato ed aiutato tanti colleghi che si trovavano avviluppati in questa spirale e che oggi mi scrivono ancora con gratitudine. Recentemente ho anche condotto condotto come esaminatore alcuni colloqui e da queste due diverse prospettive nasce la mia volontà di condividere con chi ne ha la necessità, la volontà o la curiosità la mia piccola guida!

Attenzione al campo di esistenza

La capacità di affrontare un colloquio è una condizione necessaria ma non sufficiente alla riuscita di una selezione, la preparazione rimane la condizione sine qua non. Pensa a te stesso come ad una portata, per appagare devi essere buono ma anche bello da vedere, e ti devi anche posizionare nel modo giusto. Per rendere più chiaro il concetto immagina di essere un meraviglioso pollo arrosto con patate:

  • Sei un ottimo secondo ma non sarai mai un ottimo dolce = Candidati solo per le posizioni che senti nelle tue corde e mai per stipendio o blasone aziendale o finirai soltanto con un fallimento;
  • Servito su un piatto di plastica e completamente sventrato = L'aspetto e la correttezza di conduzione del colloquio sono il tuo biglietto da visita;
  • Il menù è sgrammaticato e sconnesso = Un curriculum lineare pulito e rispondente alla realtà è sempre il miglior modo per presentarsi.

La guida

Affrontare un colloquio non è mai semplice ma ti troverai spesso davanti dei professionisti che sapranno come migliorare la tua esperienza, il selezionatore ha interesse nel comprendere se sei o no la figura che cerca e non nel metterti in difficoltà quindi non guardare il tuo selezionatore come nemico ma come collaboratore per raggiungere il posto che ti sei prefissato. Informati sempre sull'azienda, visita il sito cerca pareri in internet e fatti una tua idea sull'ambiente. Riconda sempre che durante il colloquio è importantissimo l'atteggiamento e la postura durante il colloquio, alcuni fondamentali sono:

  1. Mantieni una posizione eretta e composta, un atteggiamento di curvatura crea l'impressione di insicurezza, un atteggiamento scomposto crea l'impressione di una persona svogliata e non professionale;
  2. Mantieni sempre il contatto visivo con il tuo interlocutore, distogliere lo sguardo è un segnale di insicurezza molto forte;
  3. Una risposta veloce e reattiva è sempre vista in modo positivo ma attenzione meglio pensare un secondo in più quando necessario, una parola detta non torna più indietro!
  4. Essere prolissi non è mai una buona cosa, le risposte devono essere concise ed efficaci;
  5. Sorridi ed usa una il lessico appropriato, gesticola il meno possibile, può creare confusione e distogliere l'attenzione.

Queste sono le regole fondamentali che tutti devono osservare, devono essere come respirare, un qualcosa di così naturale che non necessita di pensiero.

Parliamo ora della parte fondamentale, quella che determina nell'80% dei casi la riuscita o meno della selezione, la conduzione del colloquio. Quando parlo di conduzione del colloquio non mi riferisco al mero svolgimento del colloquio ma alla capacità che bisogna sviluppare nell'indirizzare il colloquio sui binari a noi più graditi, è sempre consigliabile in quest'ottica fare delle domande, mirate e specifiche che dimostrino che vi siete documentati sull'azienda e sul lavoro obiettivo. La sicurezza nel parlare e nella vostre capacità sono un must ma attenzione a non gonfiarsi il petto, l'arroganza è sempre una pecca. Spingi molto in termini di tempo e passione quando le domande coinvolgono la tua competenza, dimostrerai così padronanza dell'argomento e voglia di fare.Non abbiate paura di chiedere inquadramento, CCNL e possibile retribuzione, spesso questi dati vengono omessi e potreste sempre cadere in brutte sorprese. Questa parte rimane a contorno e di solito io consiglio di riservare questa domanda nello spazio del fatidico "Hai qualche domanda da farmi" che precede la fine del colloquio, così facendo dimostrerete comunque che non è la retribuzione il motore primo della vostra presenza lì ma che allo stesso tempo sapete il vostro valore e avete delle aspettative. A tal proposito nel mondo del lavoro di oggi per un professionista rimane fondamentale la conoscenza di CCNL, di RAL etc. se non li conosci ripara velocemente la lacuna, la padronanza di questi concetti è apprezzata soprattutto se non si è alla prima esperienza.

Conclusione

Come tutto questa guida va presa arricchita, adattata e modellata sulla persona. Il proposito rimane quello di aggiornare ed ampliare sempre i contenuti della guida durante la mia esperienza. È doveroso sottolineare che questi concetti sono generali e devono essere sempre fissi nella mente, soprattutto dei più giovani, per un ottimo risultato. Per chi sente il bisogno o la curiosità di approfondire con me questo aspetto si senta libero di contattarmi.

0

Commenti e note

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.