Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dal peso virtuale a quello reale

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[1] Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto UtenteDosdo » 7 lug 2020, 20:38

Buonasera a tutti,
Volevo intripparvi un po' con il titolo ma non credo che ci sia riuscito :lol:
Sono a caccia di qualche diciamo esperto del settore per capire se questo "lavoretto" fosse possibile o meno.
Ecco a voi il mio quesito, è difficile da spiegare ma vi prego di comprendermi :D :
- E' mai possibile che da uno schermo digitale (ovviamente correttamente programmato) si possa decidere di far applicare un tot. di chili da far uscire su un filo? ?%
Esempio: C'è uno schermo digitale dove io voglio far uscire attraverso un filo/corda collegato internamente allo schermo 2,5 chili, si può fare?
Nel caso si potesse fare, quali sono i componenti che permettano di fare questa operazione?

Spero di esser stato chiaro.
Un saluto O_/ :ok:
Avatar utente
Foto UtenteDosdo
-4 3
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 7 lug 2020, 11:11

0
voti

[2] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 7 lug 2020, 23:50

Vuoi applicare 2,5 chilogrammi forza su un filo che non si muove?

Forse si può fare con un motoriduttore in corrente continua alimentato da tensione a sua volta comandata da trasduttori, protetti dalla luce, da porre a contatto di alcuni punti dello schermo dove verrà emessa luce oppure no.

Ad esempio, con 8 fotodiodi potresti avere 256 livelli di tensione e quindi di forza.

Al posto dei fotodiodi potresti usare una telecamera che riprende lo schermo, e da lì con qualche libreria di visione artificiale potresti riconoscere un pattern (QR code per esempio) e comandare il resto.

È comunque un progetto al di fuori della mia portata.
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
15,7k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2375
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

2
voti

[3] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 8 lug 2020, 8:33

Dosdo ha scritto:Spero di esser stato chiaro.


Per niente :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8140
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[4] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto UtenteDosdo » 8 lug 2020, 9:06

:lol:
Praticamente volevo applicare una forza ad una corda ovviamente mobile.
In sintesi, vorrei che dallo schermo selezionassi diciamo un peso "virtuale" che poi questo peso virtuale si trasformi in "reale" una volta che tiro, sposto o maneggio la corda.
Se applicassi un peso virtuale di 2,5 kg, vorrei che la corda se la spostassi tirasse come se fosse attaccata ad peso da 2,5 kg.
Forse così è più chiaro :^o
O_/
Avatar utente
Foto UtenteDosdo
-4 3
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 7 lug 2020, 11:11

0
voti

[5] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 8 lug 2020, 9:12

Dosdo ha scritto:Buonasera a tutti,
Volevo intripparvi un po' con il titolo ma non credo che ci sia riuscito :lol:

più che altro non si capisce niente.

Dosdo ha scritto: Ecco a voi il mio quesito, è difficile da spiegare ma vi prego di comprendermi :D :

Ce l’abbiamo messa tutta, ma siamo ancora in stato catatonico, dopo avere letto il tuo primo post.

Dosdo ha scritto:- E' mai possibile che da uno schermo digitale (ovviamente correttamente programmato) si possa decidere di far applicare un tot. di chili da far uscire su un filo? ?%

?%
Come fai a programmare uno schermo digitale?
Casomai puoi programmare il microcontrollore che lo pilota, oppure la logica dello schermo, se si tratta di un PCB ibrido.
Come fai a “far applicare un tot. di chili [allo schermo] da far uscire su un filo” :?:
Quello che capisco io è che vuoi legare un peso ad uno schermo, forse incollando un filo al medesimo.

Dosdo ha scritto: Esempio: C'è uno schermo digitale dove io voglio far uscire attraverso un filo/corda collegato internamente allo schermo 2,5 chili, si può fare?

Se vuoi legare un peso di 2.5 kg ad uno schermo credo si possa fare.

Dosdo ha scritto: Nel caso si potesse fare, quali sono i componenti che permettano di fare questa operazione?

filo, colla, una pietra di 2.5 kg e uno schermo con supporto in grado di reggerlo.

Dosdo ha scritto: Spero di esser stato chiaro.
Un saluto O_/ :ok:

Per niente
Ciao
Pietro
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
80,3k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10119
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[6] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 8 lug 2020, 9:17

Dosdo ha scritto:un peso "virtuale" che poi questo peso virtuale si trasformi in "reale" una volta che tiro, sposto o maneggio la corda.

Così sembra essere un problema di meccanica.
Alcuni attrezzi da palestra hanno questa possibilità, completamente meccanica. Per esempio i vogatori.
Si tratta sostanzialmente di una frizione il cui spingidisco è collegato ad un sistema vite/madrevite irreversibile per poterla regolare.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
80,3k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10119
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[7] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto UtenteDosdo » 8 lug 2020, 13:20

PietroBaima ha scritto:Così sembra essere un problema di meccanica.
Alcuni attrezzi da palestra hanno questa possibilità, completamente meccanica. Per esempio i vogatori.


Hmmm ora che ci penso, questa funzione è molto simile nei vogatori ma non del tutto o almeno da quanto io ne sappia.
Da quanto ho letto per quanto riguardano i vogatori, mi sembra di capire che non si può impostare un peso "costante" in tutto il movimento ma solamente viene riproposto una sorta di resistenza e quindi è un po' approssimativo.
Io intendo di impostare un determianto peso sul display e che poi venga riportato sulla corda.
Avete idea se sia fattibile o meno ?
O_/
Avatar utente
Foto UtenteDosdo
-4 3
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 7 lug 2020, 11:11

0
voti

[8] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 8 lug 2020, 13:30

Come ti ho detto è fattibile usando una frizione.
In pratica tu vuoi simulare una forza peso. Questo è fattibile utilizzando l'attrito, per esempio con una frizione.
Quello del vogatore era solo un esempio, infatti in quelle macchine si utilizza un pistone idraulico, dove la forza simulata dipende dalla velocità di spostamento.
A te invece serve una forza di attrito (regolabile).
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
80,3k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10119
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[9] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 8 lug 2020, 16:00

Credo sarebbe fattibile anche elettronicamente, controllando la coppia erogata da un motore, non credi Pietro?
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8140
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[10] Re: Dal peso virtuale a quello reale

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 8 lug 2020, 18:07

Assolutamente sì, ma credo che un controllo del genere sia alla portata di un Foto Utentedimaios e non dell'OP, con il dovuto rispetto.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
80,3k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10119
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti