Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

normativa CEI per differnziale sistema TN S

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] normativa CEI per differnziale sistema TN S

Messaggioda Foto Utentediodo66 » 20 apr 2011, 13:51

salve a tutto il forum ,allora ennesima lite con il perito che si occupa della sicurezza elettrica nel nostro cantiere,il quale afferma che e' obbligatorio l'uso del differnziale,a monte di tutte le prese .ora vi chiedo,gentilmente se qualcuno e' a conoscenza della norma CEI riguardante quanto sopra grazie a tutti ciaoo
Avatar utente
Foto Utentediodo66
0 3
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 14 apr 2007, 8:25
Località: porto torres (ss)

0
voti

[2] Re: normativa CEI per differnziale sistema TN S

Messaggioda Foto UtenteBiondo88 » 20 apr 2011, 15:23

Ciao!
Il paragrafo 413.1.3.8 della norma CEI 64-8/4 riconosce, per i sistemi TN, l'utilizzo dei dispositivi di protezione contro le sovracorrenti e dei dispositivi di protezione a corrente differenziale, con la seguente precisazione:
- nei sistemi TN-C non si devono usare differenziali;
- nei sistemi TN-C-S se si utilizzano differenziali, non si deve utilizzare il conduttore PEN a valle di essi; il collegamento del conduttore di protezione al conduttore PEN deve essere effettuato a monte del differenziale.

Come puoi notare la norma non si esprime granchè sull'uso del differenziale nei sistemi TN-S; è compito del progettista valutare se è necessario o consigliabile proteggere le prese a spina mediante interruttore differenziale. Le prese a spina possono servire ad alimentare apparecchiature mediante prolunghe che vanno a modificare il valore dell'impedenza dell'anello di guasto; in tal caso pertanto è possibile che l'interruttore magnetotermico non sia in grado di intervenire in su guasto, in quanto la corrente di guasto può assumere un valore inferiore alla soglia di intervento della magnetica dell'interruttore, a causa della lunghezza eccessiva dell'ipotetica prolunga utilizzata. Se è previsto l'uso di prolunghe, io utilizzerei assolutamente il differenziale anche se la norma non lo obbliga esplicitamente!
Spero di essere stato esauriente...
Avatar utente
Foto UtenteBiondo88
0 1
New entry
New entry
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 6 feb 2010, 18:18

0
voti

[3] Re: normativa CEI per differnziale sistema TN S

Messaggioda Foto UtenteMike » 20 apr 2011, 17:31

In linea generale il differenziale non è mai obbligatorio, obbligatoria è la protezione dai contatti indiretti. Nel caso specifico, trattandosi di cantiere, alle prescrizioni generali previste nel paragrafo 413, si devono applicare le prescrizioni specifiche del paragrafo 704, più precisamente del 704.410.1. In pratica la tensione di contatto massima ammessa per dispositivi di protezione a tempo inverso è pari a 25V in c.a., quindi secondo la tabella 481.3.1.1 il mio dispositivo deve intervenire entro 0,2 secondi. Per i circuiti terminali che alimentano prese a spina e utilizzatori mobili permanentemente connessi fino a 32A è richiesta la protezione differenziale non superiore a 30 mA, OPPURE, alimentazione SELV, OPPURE, separazione elettrica... Anche in questo caso si ribadisce che il differenziale non è un OBBLIGO ma una scelta progettuale.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14210
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[4] Re: normativa CEI per differnziale sistema TN S

Messaggioda Foto Utentediodo66 » 23 apr 2011, 9:15

ok grazie mike .
Avatar utente
Foto Utentediodo66
0 3
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 14 apr 2007, 8:25
Località: porto torres (ss)

1
voti

[5] Re: normativa CEI per differnziale sistema TN S

Messaggioda Foto Utente6367 » 25 apr 2011, 21:35

il quale afferma che e' obbligatorio l'uso del differnziale,a monte di tutte le prese


Be', se sparliamo di prese c'è la protezione addizionale (Idn <= 30 mA).

E' obbligatoria per le prese sino a 20 A per uso domestico.
E sino a 32 A per quelle all'aperto.

Sono esentate le prese dedicate a carichi particolari.

(vado a memoria, quindi forse non è esattamente come ho scritto ma nella sostanza è così).
Avatar utente
Foto Utente6367
18,6k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6027
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[6] Re: normativa CEI per differnziale sistema TN S

Messaggioda Foto Utentelillo » 14 mar 2013, 17:27

so che il post è vecchio ma chiedo delucidazioni:
quanto avete scritto immagino valga per un cantiere.
ma per luoghi a maggior rischio in caso d'incendio alcune mie slide con riferimento alla 64-8 sesta edizione, dicono che per tali luoghi oltre le protezioni generali, sia in TT che in TN-S bisogna prevedere una protezione differenziale con corrente d'intervento non superiore a 300 mA,
o, dove questo non sia possibile, ad esempio per problemi di continuità, si può utilizzare un dispositivo differenziale con corrente d'intervento non superiore a 1 A.
confermate?
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,7k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3341
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

4
voti

[7] Re: normativa CEI per differnziale sistema TN S

Messaggioda Foto UtenteMike » 14 mar 2013, 17:54

E' un altro contesto. Nei luoghi a maggior rischio in caso d'incendio il differenziale serve a prevedere eventuali inneschi per determinati tipi di condutture definite del gruppo C, quali per esempio cavi su passerella forata senza grado di protezione o le blindosbarre.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14210
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[8] Re: normativa CEI per differnziale sistema TN S

Messaggioda Foto Utentelillo » 14 mar 2013, 17:58

grazie per la delucidazione. :ok:
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,7k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3341
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 30 ospiti