Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Come collegare un alternatore

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili

Moderatore: Foto UtenteFranco012

0
voti

[1] Come collegare un alternatore

Messaggioda Foto Utentemastrico » 1 apr 2012, 21:16

Ciao a tutti sono nuovo del forum,
vi faccio subito i miei complimenti, ..per gli appassionati dell'elettricità e/o dell'elettronica, questo luogo è una miniera di conoscenze.

Vi scrivo perché ho alcuni problemi da risolvere:

Ho un vecchio trattore diesel (fiat), che anche lui ha perso il conto di quanti anni ha,
tutto sommato però ancora cammina e lavora benino,..
Il problema più grosso che mi da è però con la batteria che non viene caricata.

Premeto che essendo diplomato all'istituto tecnico e avendo sempre avuto passione per tutto ciò, un po' ne capisco di elettricità alternatori e quant'altro.

Ora però un amico che lavora in un'officina di camion e simili mi ha regalato un alternatore usato ed ora dovrei collegarlo al trattore.
Mi sono però subito sorti alcuni dubbi:
1) L'alternatore posso collegarlo così com'è o è necessario un circuito di condizionamento della tensione di uscita??
2)Sul frontale dell'alternatore sono presenti 3 uscite fastum su cui è riportato i simboli B+, D+, e + (o almeno così credo dato che è un po' incrostato ed i segni non si leggono bene) a cosa corrispondono e che vanno collegate le tre uscite??
3)La connessione all'albero rotante è abbastanza semplice,ma la connessione alla batteria mi fa sorgere alcuni dubbi: è necessario che ci metta un fusibile??
e se si di che corrente??
i dati di targa sono i seguenti:
Magneti Marelli 63362005 A108 14V - 33A
il modello è questo: http://mapeban.weebly.com/ricambi-fiat-124.html
devo sceglierlo superiore ai 33 A (o 30A è quello giusto)
4) Devo preoccuparmi anche dell'eventuale misuratore di carica della batteria..che è di 50Ah (di cui ignoro la posizione attuale??), o collegandolo semplicemente in parallelo all'alternatore già preesistente e non modificando null'altro può andare tutto liscio..
5) Se l'alternatore è troppo grande e/o il misuratore di carica non funzionasse correttamente posso rischiare di sovraccaricare la batteria e di ffare dei danni grossi?? e/opericolosi??
Avatar utente
Foto Utentemastrico
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 1 apr 2012, 20:22

1
voti

[2] Re: come collegare un alternatore

Messaggioda Foto Utentebabbucciodonosor » 2 apr 2012, 6:13

Mettere un alternatore al posto di una dinamo non è facile,occorrerebbe vedere misurare provare, ma non fai prima a chiedere a un elettrauto o a chi te lo ha regalato di darti una mano? E poi il tuo trattore non ha una dinamo? Guarda che una dinamo non carica in genere perché ha le spazzole con problemini (consumate o si muovono) o l'indotto bisognoso di una pulita ( basta un trapano e una striscia di carta vetrata per rettificarlo e una lama acuminata per pulirlo). Comunque sui positivi di uscita alternatori in genere non si mettono fusibili. Per l'alternatore ti occorre il gruppetto di eccitazione/regolazione e per fare le cose ok dovresti trovarlo a uno sfascio visto che nuovo per lui non credo che lo trovi. Non ti dovrebbe dare problemi alla batteria anche perché di assorbimenti in un trattore oltre al motorino avviamento non ce ne sono. E' ovvio che devi togliere il regolatore di tensione della dinamo, ed è altrettanto ovvio che se per caso l'alternatore ti spara 15/16 V in uscita la tua batteria può andare fuori uso. Insomma non è una modifica facile da farsi senza un minimo di esperienza . Inoltre siamo sicuri che dal punto di vista cuscinetti l'alternatore sia a posto? E che il diametro della puleggia dell'albero motore sia sufficiente per far lavorare correttamente al minimo il tuo alternatore?
Ceterum censeo Cartagho delendam esse
Avatar utente
Foto Utentebabbucciodonosor
7.917 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: 9 mar 2008, 17:47

0
voti

[3] Re: come collegare un alternatore

Messaggioda Foto UtenteDucelier » 2 apr 2012, 9:44

La modifica è fattibile un lakternatore come quello è un po' piccolino ci vuole almeno un 55A l ideale è trovare quella di una fiat Uno che riparabile a tutti gli effetti e sconponibile con il regolatore di tensione integrato.
Cominci con lo smontare la dinamo ed il suo regolatore di tensione che è separato.
Monti l laternatore(penso che sai come fa meccanicamente),dietro all laternatore trovi le spinette B+ e D+ .
Il B+ va la positivo della batteria mentre il D+ lo colleghi alla spia deò cruscotto(quella che indica la mancata ricarica della batteria).
Qua sotto c'è la foto di un laternatore marelli della fiat uno(va da se che non dve essere pe forza della Uno anche di altre macchine simili va bene)con segnato le prese.
Quella cerchiata di rosse è la B+ che va collegata alla batteria mentre quella cerchiata di giallo è la D+ che va alla spia del cruscotto.

Immagine

L alternatore che hai visto tu lascialo perdere è troppo piccolo e difficile da montare dato gli attacchi che ha,puoi montarlo anche più grande da 80 A non corri alcun pericolo devi vedere la batteria che hai installata.
In questo tipo di alternatori quando non funziona il regolatore non carica più per cui non rischi nulla.Un ultima cosa il cavo che va dal B+ alla batteria dev essere di DIMENSIONI ADEGUATE per intendrci deve essere grosso come QUELLO DEL MOTORINO DI AVVIAMENTO,altrimenti non sopporta la corrente che ci passa.
Spero di essere stato esaustivo ciao(non mi assumo responsabilità per eventuali danni).
Altra cosa se la dinamo non carica si puo vedere di sistemarla di solito sono le spazzole o il regolatore al 90% dei casi sono le spazzole basta cambiarle dare una carteggiatina all indotto smicarlo montare le nuove spazzole e sei a posto se vuoi ti dico come fare.
Ciao O_/ O_/ O_/ O_/
Avatar utente
Foto UtenteDucelier
325 3 4
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 510
Iscritto il: 27 nov 2011, 20:32
Località: Pavia

0
voti

[4] Re: come collegare un alternatore

Messaggioda Foto Utentemastrico » 4 apr 2012, 17:06

grazie a tutti per le info sull'alternatore,

per quanto riguarda la questione che mi avete posto relativamente alla grandezza del mio alternatore volevo chiedervi:

La batteria del trattore è di 55Ah e l'alternatore è 33 A, ma nel mio caso la batteria serve solo per metterlo in moto, poi la puoi anche staccare e togliere. Il trattore in questione non ha luci e quant'altro che possono assorbire corrente, quindi una volta acceso l'alternatore caricherà la batteria, ora se l'aternatore è più piccolo, questo comporterà soltando che la batteria impiegherà più tempo a caricarsi??

ma se così fosse per me nemmeno è un grosso problema??

Inoltre volevo chiedervi un'altra cosa, per quanto riguarda il regolatore di carica....come si monta???
Sul regolatore del trattore in questione ci sono 4 morsetti che escono da esso due sono connessi a due fili sottili (2.5 mmq), un altro e connesso ad un filo da 4 mmq ed un quarto è lasciato libero (però ci stà un filo da 4 mmq volante da li vicino che nn si sa a che fosse connesso),
ora vi sarei molto grato se mi riportasse uno schema elettrico su come vanno i collegamenti tra alternatore, batteria e regolatore

su uno schema che ho trovato in rete il regolatore lo riporta come un semplice relay con due morsetti d'accesso.
Avatar utente
Foto Utentemastrico
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 1 apr 2012, 20:22

0
voti

[5] Re: come collegare un alternatore

Messaggioda Foto UtenteDucelier » 4 apr 2012, 20:16

Il regolatore di tensione che serviva alla dinamo non ti serve più lo devi levare a sieme alla dianamo.Se non hai luci o altri utilizzatori da aliementare può andare bene lo stesso anche se non è il massimo essenda da 33 A ampere ci mette di più a caricare al batteria,l alternatore in questione ha il regolatore integrato in esso e non eterno come accade per la dinamo almeno mi pare di ricordare perché a dirti la verità non conosco quel tipo di alternaotre.Dovresti fare una cosa,fotografare la parter posteriore e pubblicare la foto in modo che possa vedrere i cablaggi,comunque in linea di massima tutti i tipi di alternatori si colleganpo alla stessa maniera che ti ho fatto vedere in foto.
Avatar utente
Foto UtenteDucelier
325 3 4
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 510
Iscritto il: 27 nov 2011, 20:32
Località: Pavia

0
voti

[6] Re: Come collegare un alternatore

Messaggioda Foto Utentemastrico » 5 apr 2012, 17:41

Ma il campo indottore come si produce??

ha gia lui i collegamenti interni??
si alimenta automaticamente atttraverso la batteria ..non necessita di condensatore??
Avatar utente
Foto Utentemastrico
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 1 apr 2012, 20:22

0
voti

[7] Re: Come collegare un alternatore

Messaggioda Foto Utentemastrico » 5 apr 2012, 18:18

inoltre la massa (negativo (-) della batteria, non va collegata sull'alternatore??
mi pare che sia un po' strano??

Forse il terzo morsetto sull'alternatore deve perforza andare alla massa della batteria,

sull'alternatore infatti vi sono 3 morsetti:
1) B+ (positivo batteria)
2) D+ (spia)
3) non c'è nessuna indicazione ma il morsetto ci sta (??)
Avatar utente
Foto Utentemastrico
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 1 apr 2012, 20:22

0
voti

[8] Re: Come collegare un alternatore

Messaggioda Foto UtenteDucelier » 5 apr 2012, 18:19

Questa è la foto che mi hai inviato prima si vedonbo 2 pin uno grosso che è il B+ che va al positivo della batteria mentre quello piccolo è il D+ che va alla spia sul cruscotto.

Immagine

L alternatore non necessita di nessun condensatore (i condensatori non hanno nulla a che vedere con gli alternatori).

Il tuo alternato è a circuito di Lundel,questi tipi di alternatori come tutti produco corrente trifase che poi viene radrizzata da un ponte a 6 diodi una volta raddrizzata tramite degli anelli e spazzole viene inviata all induttanza del rotore per l appunto il circuito di Lundel che null altro che un avvolgiemento che percorso da corrente si magnetizza,il regolatore di tensione poi regola carica agendo sulla corrente che percorre il circuito di Lundel sul rotore.
Avatar utente
Foto UtenteDucelier
325 3 4
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 510
Iscritto il: 27 nov 2011, 20:32
Località: Pavia

0
voti

[9] Re: Come collegare un alternatore

Messaggioda Foto UtenteDucelier » 5 apr 2012, 18:27

La massa dell laternatore ovvero il negativo è a telaio quindi la carcassa dell alternatore,lo vedi anche nello schema che mi hai inviato se vedi il filo blu che va alla negativo della batteria con l indicazione GROUND e se vai avedere su qualunque veicolo a motore noterai che il polo negativo della batteria è collegato al telaio del veicolo stesso.

Immagine

Il terzo morsetto potrebbe essere il seganle contagiri dico potrebbe perché come ti ho detto prima non conosco bene quel tipo di alternatore.Comunuqe puoi fare una prova metti l alternatore in morsa se hai una pisotla svitabulloni pneumatica puoi far girare l alternatore colleghi un puntale di comunissimo voltmetro a morsetto B+ e l altro sulla carcassa dell alternatore e vedi se ti da tensione.
Avatar utente
Foto UtenteDucelier
325 3 4
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 510
Iscritto il: 27 nov 2011, 20:32
Località: Pavia


Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite