Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto UtenteBluettino » 7 apr 2014, 17:01

Ciao a tutti.

Sto procedendo ad aggiornare tutti gli impianti fotovoltaici che abbiamo progettato in studio, alla delibera in oggetto. Siccome nelle lettere Enel, la richiesta è "l'impianto deve rimanere connesso nel range di frequenza 49-51 Hz" senza fare riferimento a impianti con interfaccia o no, mi è sorto un dubbio :

Nei vecchi pre cei 0-21 impianti senza interfaccia, non ho l'obbligo di installarla ma solo di ritarare le macchine nel rage 49-51 Hz, quindi nessun problema. Ma questi essendo con P<20 kW hanno scadenza l'anno prossimo.

Negli impianti con interfaccia (sempre pre cei 0-21), quindi P>20 kW o > 3 inverter, taro SOLO l'interfaccia nel range 49-51 Hz, mentre le macchine le taro su un intervallo esterno a 49-51, magari 48,7 e 51,7 Hz. In pratica disattivo le interfacce locali delle singole macchine. Esattamente come gli adeguamenti degli impianti di produzione su linea MT.

Mi è venuto questo dubbio stupido, perché anche sui documenti dei produttori inverter, si semplifica tutto dicendo regolare a 49-51 Hz senza tante spiegazioni... Molti colleghi tarano tutto a 49-51 Hz, che secondo me è errato, in quanto è come avere tot interfacce in parallelo (interne inverter), in serie all'interfaccia generale. Inoltre spesso e volentieri le macchine erano già tarate a 49-51, per non interferire con l'interfaccia a 49,7-50,3 Hz, quindi bisogna solo riproporre la cosa nel range allargato, quindi inverter in campo esteso su prot. di interfaccia.


E ultimo dubbio...ho chiamato in Enel per sapere come fare apparire le vecchie pratiche gestite via PEC, sul portale produttori, che è l'unico punto dove poter caricare il nuovo regolamento di esercizio...Mi hanno detto che ogni produttore (cliente) dovrà iscriversi al portale produttore, inviare la lettera di adesione al servizio etc etc...e poi caricare i file. Questa cosa mi pare una follia, perché dovrei andare di cliente in cliente, mettermi a fianco, farlo iscrivere, fargli mandare la lettera di adesione, prendermi le password e tornare in ufficio a completare la pratica caricando gli allegati. Anche le vostre Enel locali vi hanno ribadito questa procedura ? Un amico mi ha vociferato che se si tenta di fare una nuova domanda con i dati del cliente in oggetto, senza inviarla, quindi lasciandola "morta", poi alla voce regolamento di esercizio, inserendo il pod del cliente, appare la possibilità di caricare i documenti inerenti il nuovo regolamento di esercizio (a dire il vero non ho ancora provato questo tips).

Scusate per la lunghezza del messaggio e per eventuali fesserie. Grazie.
Avatar utente
Foto UtenteBluettino
25 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 178
Iscritto il: 19 giu 2009, 11:31

0
voti

[2] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto Utentecrit » 8 apr 2014, 15:37

No so se ho ben capito i tuoi dubbi ma nel caso di impianti con SPI esterno agli inverter adegui quello alla CEI 0-21 per quelle interne agli inverter ti consiglio di disattivarle.
Per il portale puoi fare un acciunt a tuo nome e farti firmare di volta in volta i mandati di rappresentanza dei clienti a cui devi fare il regolamento d'esercizio.
Avatar utente
Foto Utentecrit
133 1 3 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 722
Iscritto il: 31 mag 2007, 12:23
Località: Pistoia

0
voti

[3] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto Utenterosino » 8 apr 2014, 18:02

Le indicazioni su cosa fare in caso di interfacce inverter + interfaccia esterna di fatto non ci sono.
Viene detto solo qual è il range di frequenza.
Di logica se al tempo si volevano più interfacce che lavorassero in parallelo inverter + esterna) anche adesso si dovrebbe mantenere la stessa filosofia; io sono quindi dell'avviso che nel momento in cui adegui tutto al range di frequenza 49-51 sei a posto contro ogni sorta di rivalsa.
In caso contrario devi dimostrare in base a quale indicazioni hai fatto diverso.

Per il portale Enel ok per il mandato di rappresentanza; se non erro però devo mandare anche una raccomandata ad Enel per ogni zona con la quale andrai ad interfacciarti.
E' più semplice far iscrivere l'azienda e farsi dare, di comune accordo, i codici.
La saggezza non può essere trasmessa. La saggezza che un saggio tenta di trasmettere suona sempre simile alla follia.
Hermann Hesse - Siddharta
Avatar utente
Foto Utenterosino
3.566 2 7 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1954
Iscritto il: 11 gen 2010, 13:18
Località: Treviso (TV)

0
voti

[4] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto UtenteBluettino » 8 apr 2014, 19:27

Mhmmm..allora avevo ragione ad avere dei dubbi....
In ogni caso domani ho fatto iscrivere un client al portale my enel..e valuterò con calma i file e i documenti da caricare, rileggendomi per bene il nuovo regolamento di esercizio.
A logica, io rimarrei sulla linea di disattivare le prot. interne in caso di protezione esterna, anche perché a quel punto diventa illogica come struttura.....
Grazie per i consigli, domani vi farò sapere se trovo qualcosa di nuovo nella documentazione.
Avatar utente
Foto UtenteBluettino
25 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 178
Iscritto il: 19 giu 2009, 11:31

0
voti

[5] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto UtenteBluettino » 8 apr 2014, 19:32

Quoto alla grande il tuo ragionamento tecnico. E' la linea che sto seguendo. Penso che tu volessi dire "le adegui alla delibera con range di freq 49-51" perché non c'è nessun obbligo di sostituirle anche se non sono cei 0-21, basta che siano regolabili in quel campo.


Io ho già un account con tutti gli impianti realizzati dal mio studio, dall'istituzione del servizio produttori post pec...il prob. è che questi impianti sono stati elaborati ancora con pec e pdf, e se metto codice T0 o il pod nell'apposito menù della delibera, non me li trova perché non sono nel database.
Il tecnico Enel oggi mi ha ribadito...1 iscrizione portale produttori per ogni produttore...
Domani mi ci dedicherò, anche perché oggi ho chiamato tre UTF provinciali e ho ottenuto tre indicazioni diversi per gli impianti in scambio sui quali devo rimuovere i sigilli per accedere alle porte com degli inverter o alle interfacce installate in quadri suggellati.....



crit ha scritto:No so se ho ben capito i tuoi dubbi ma nel caso di impianti con SPI esterno agli inverter adegui quello alla CEI 0-21 per quelle interne agli inverter ti consiglio di disattivarle.
Per il portale puoi fare un acciunt a tuo nome e farti firmare di volta in volta i mandati di rappresentanza dei clienti a cui devi fare il regolamento d'esercizio.
Avatar utente
Foto UtenteBluettino
25 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 178
Iscritto il: 19 giu 2009, 11:31

0
voti

[6] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto Utenterosino » 8 apr 2014, 19:37

Bluettino ha scritto:le adegui alla delibera con range di freq 49-51" perché non c'è nessun obbligo di sostituirle anche se non sono cei 0-21, basta che siano regolabili in quel campo.

:ok:
La saggezza non può essere trasmessa. La saggezza che un saggio tenta di trasmettere suona sempre simile alla follia.
Hermann Hesse - Siddharta
Avatar utente
Foto Utenterosino
3.566 2 7 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1954
Iscritto il: 11 gen 2010, 13:18
Località: Treviso (TV)

0
voti

[7] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 8 apr 2014, 21:33

Bluettino ha scritto: mentre le macchine le taro su un intervallo esterno a 49-51, magari 48,7 e 51,7 Hz.



Mi piacerebbe sapere come fai a fare una cosa del genere. Le macchine pre-CEI 0-21 erano conformi alla DK 5940 che diceva che lo SPI poteva avere due tarature selezionabili per le frequenze: 49.7-50.3 oppure 49-51 Hz. NON vi era possibilità di regolazione continua. Non almeno in tutte le macchine che ho visto (e non sono poche).

Per il resto, imho, ti stai ponendo un problema che non esiste: l'impianto deve rimanere connesso nel range prescritto. Come soddisfi la condizione non ha importanza (esclusione SPI interni oppure ritaratura). Di certo non occorre garantire che gli SPI interni abbiano una soglia di scatto più larga dello SPI esterno.

Confermo la faccenda dell'iscrizione diretta del produttore. Per la procedura di aggiornamento alla 243 non è prevista la possibilità di avere mandato di rappresentanza.
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.943 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2941
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

0
voti

[8] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto UtenteBluettino » 8 apr 2014, 21:56

Personalmente tutte le macchine che ho riconfigurato fino ad ora, non conformi CEI 0-21, avevano tutte la possibilità di settare valori in passi di 0,1 Hz oltre il 49-51. E ti parlo di power one, solarmax, ed sma fino a varie cineserie. Spesso ho aggiornato i firmware, quindi sono diventate cei 0-21, ma i solarmax li ho sempre e solo riprogrammati col cavo. 2 li ho fatti ieri, sono del 2011 e ti assicuro che li ho settati a 48,7 e 51,3 proprio per il motivo sopra indicato, ossia nessuna interferenza con l'interfaccia. Sono d'accordo che le pre 0-21 conformi DK5940 avevano quei 2 step selezionabili, ma collegandomi con il PC tramite bluetooth (SMA) o con il programmatore power one o cambiando le eprom, ho sempre potuto selezionare con continuità le frequenze, al di fuori di 49-51 (di fatto escludendo le interfaccie interne in favore di quella generale). Negli ultimi aggiornamenti, per gli impianti MT > 50 kW, dopo aver messo i TV in cabina e ritarato tutto, ho sempre seguito queste procedure di esclusione totale delle interfacce inverter, che intendevo ripetere per pura logica anche in bassa tensione. PErsonalmente parlando di stabilità della rete, trovo logico che se c'è una SPI, è lei che deve staccare l'impianto. Tarando tutto a 49-51 possono staccare prima certi inverter, poi la spi di colpo...quindi a logica la spi diventa inutile se presente. Caso diverso negli impianti che non la prevedono, li il 49-51 è logico.

Mi rincuora (in realtà mi addolora) che anche tu mi confermi la storia dell'iscrizione diretta del produttore, che rappresenta una bella grana..... :D




Giovepluvio ha scritto:
Bluettino ha scritto: mentre le macchine le taro su un intervallo esterno a 49-51, magari 48,7 e 51,7 Hz.



Mi piacerebbe sapere come fai a fare una cosa del genere. Le macchine pre-CEI 0-21 erano conformi alla DK 5940 che diceva che lo SPI poteva avere due tarature selezionabili per le frequenze: 49.7-50.3 oppure 49-51 Hz. NON vi era possibilità di regolazione continua. Non almeno in tutte le macchine che ho visto (e non sono poche).

Per il resto, imho, ti stai ponendo un problema che non esiste: l'impianto deve rimanere connesso nel range prescritto. Come soddisfi la condizione non ha importanza (esclusione SPI interni oppure ritaratura). Di certo non occorre garantire che gli SPI interni abbiano una soglia di scatto più larga dello SPI esterno.

Confermo la faccenda dell'iscrizione diretta del produttore. Per la procedura di aggiornamento alla 243 non è prevista la possibilità di avere mandato di rappresentanza.
Avatar utente
Foto UtenteBluettino
25 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 178
Iscritto il: 19 giu 2009, 11:31

0
voti

[9] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto UtenteBluettino » 8 apr 2014, 22:09

Ah per correttezza, quando parlo di collegarmi col programmatore power one, non intendo flashare il firmware..intendo solo accedere a macchine non conformi cei 0-21 e estendere gli intervalli.

Quando invece parlo di cambiare eprom, li ho detto una fesseria, perché duranti gli aggiornamenti di quei carcassoni cinesi, l'anno scorso, ho cambiato le rom con rom cei 0-21, quindi in quel caso hai assolutamente ragione tu, la macchina non mi permetteva di andare oltre 49-51..ma è stato l'unico caso che mi è capitato di frequenze bloccate. E per concludere generalmente ho sempre visto circa 0,3 Hz di buono per uscire dal 49-51.
Avatar utente
Foto UtenteBluettino
25 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 178
Iscritto il: 19 giu 2009, 11:31

0
voti

[10] Re: Aggiornamenti delibera AAEG 243/13 - A70

Messaggioda Foto Utenteclanis » 9 apr 2014, 9:48

Ciao, mi trovi d'accordo su quanto sopra esposto, se hai SPI esterno tararlo alle soglie richieste, le protezioni interne agli inverter secondo me vanno tarate alle medesime tarature (49 / 51) o più permissive (quando possibile opterei per questa soluzione).

Riguardo al portale Enel produttori (attenzione, non è myEnel come scritto sopra), ti confermo che devi eseguire un'iscrizione per ogni cliente.
Dovrebbe essere il cliente a compilare il tutto in quanto è lui che si iscrive al portale, poi succede che il tecnico fa l'iscrizione e compila il tutto....con mandato di rappresentanza o accedendo direttamente con le credenziali del cliente.

Trovo assurdo anche io, dover inserire nel portale tutti i parametri che son contenuti nel vecchio regolamento di esercizio realizzato al tempo dell'allaccio dell'impianto fotovoltaico, caratteristiche inverter, interruttori DDI e DG, dispositivo di interfaccia, ecc.
Alla fine, se l'impianto non ha subito variazioni (come la maggior parte dei casi) è un semplice inserimento dei dati già in possesso, cambiano solo le "famose" soglie di frequenza.
Avatar utente
Foto Utenteclanis
105 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 147
Iscritto il: 18 mar 2009, 18:55

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti