Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentemario_maggi, Foto Utentefpalone, Foto UtenteSandroCalligaro

0
voti

[1] Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Messaggioda Foto UtenteMX600 » 22 set 2015, 8:18

Ciao a tutti, ho una macchina alimentata in 400V trifase + N + T, quindi i motori asincroni che compongono la mcchina sono collegati a triangolo in 400 V trifase. Se l'alimentazione dello stabilimento ha una frequenza di 60Hz, cosa succede al motore? Nei dati di targa il funzionamento è previsto per 400V 50Hz o per 440V 60Hz. Posso utilizzare questi motori o servono motori speciali tipo 400V 60 Hz?
Grazie mille.
Avatar utente
Foto UtenteMX600
0 2
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 18 set 2015, 17:18

0
voti

[2] Re: Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Messaggioda Foto Utenteflori2 » 22 set 2015, 8:32

Lo statore deve avere tensione più alta della forza contro elettromotrice che genera il rotore altrimenti perde il passo.
Avatar utente
Foto Utenteflori2
1.077 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 10 ott 2006, 11:36

4
voti

[3] Re: Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Messaggioda Foto Utenteesisnc » 22 set 2015, 8:50

La frequenza della tensione di alimentazione di un M.A.T. determina la velocità di rotazione meccanica del rotore, quindi a 60 Hz il motore gira (a vuoto) ad una velocità di circa il 20% in più che a 50 Hz.
Se alimenti il M.A.T. con una tensione 400V - 60 Hz siccome i dati di targa della macchina riportano 440V - 60 Hz
praticamente sottoalimenti il motore di un 10% e siccome la coppia resa dipende dal quadrato della tensione di alimentazione, perderai circa il 20% di coppia all'albero.
Il problema è che il cambio di frequenza 50 Hz - 60 Hz di alimentazione dei M.A.T. non è critico per il motore in sè, ma determina uno spostamento del punto di funzionamento di regime del macchinario trascinato (pompe, ventilatori ecc. ecc.) che deve essere valutato con attenzione perché non sempre è tollerabile.
Avatar utente
Foto Utenteesisnc
2.697 1 7 11
Master
Master
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 24 feb 2009, 12:12

0
voti

[4] Re: Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Messaggioda Foto UtenteMX600 » 22 set 2015, 9:01

Quindi se ho capito bene, avrò una diminuzione della coppia del motore pari a circa il 20%? E di conseguenza potrebbe scattarmi la termica per la protezione del motore. A sto punto potrei togliermi il pensiero sovradimensionando del 20% il motore ...stiamo parlando di asincroni che movimentano dei nastri a velocità costante, quindi un'applicazione tranquilla. Dico bene?
Ultima modifica di Foto Utentemir il 22 set 2015, 9:04, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Eliminato quote inutile. Per rispondere utilizzare il tasto "rispondi" e non il tasto "cita",quest'ultimo si utilizza per citare parti di messaggio se necessarie. Grazie
Avatar utente
Foto UtenteMX600
0 2
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 18 set 2015, 17:18

0
voti

[5] Re: Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Messaggioda Foto Utentemagoxax » 22 set 2015, 10:13

...quindi un'applicazione tranquilla. Dico bene?

Dipende da cosa movimentano i nastri. :mrgreen:
Sugli impianti di frantumazione inerti in caso di fermata con nastro carico non di rado c'è da prendere la pala e scaricare il nastro.
Avatar utente
Foto Utentemagoxax
2.589 2 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1156
Iscritto il: 18 mar 2009, 14:56

0
voti

[6] Re: Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Messaggioda Foto Utenteflori2 » 22 set 2015, 14:38

flori2 ha scritto:Lo statore deve avere tensione più alta della forza contro elettromotrice che genera il rotore altrimenti perde il passo.

Mea culpa, ho letto sincrono invece che asincrono. Scusate l'intervento a vuoto.
Avatar utente
Foto Utenteflori2
1.077 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 10 ott 2006, 11:36

0
voti

[7] Re: Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Messaggioda Foto UtenteIho » 27 set 2015, 19:29

MX600 ha scritto:Quindi se ho capito bene, avrò una diminuzione della coppia del motore pari a circa il 20%? E di conseguenza potrebbe scattarmi la termica per la protezione del motore. A sto punto potrei togliermi il pensiero sovradimensionando del 20% il motore ...stiamo parlando di asincroni che movimentano dei nastri a velocità costante, quindi un'applicazione tranquilla. Dico bene?



perché dovrebbe scattare la termica? a mio avviso si abbassa la coppia massima disponibile ma, lavorando nella zona a potenza costante, a parità di coppia di carico costante (una retta orizzontale), anche sulla nuova caratteristica meccanica, non dovrebbe rimanere uguale la corrente assorbita?
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

0
voti

[8] Re: Motore asincrono trifase 400V a 60 Hz

Messaggioda Foto Utentegelex911 » 29 set 2015, 12:08

Se non erro i nastri trasportatori lavorano a coppia costante, quindi per quanto detto sopra e qui http://www.electroyou.it/forum/viewtopic.php?f=18&t=53995#p532392 eviterei di usare quei motori e mi rivolgerei a dei motori avvolti ad hoc.

Inoltre il nastro a 400V / 60Hz rischia di non essere in grado di partire, dato che cala anche la coppia di spunto.
Avatar utente
Foto Utentegelex911
74 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 179
Iscritto il: 16 gen 2012, 20:13


Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti