Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

cavo scaldante

Circuiti e campi elettromagnetici

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[31] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto UtenteMariX » 13 gen 2018, 2:36

Foto UtenteJAndrea grazie per la risposta. :ok:

Ho notato ora che nel caso della pulsata sinusoidale se risolvo la
Veff = Vpk * sqrt (D/2)
dove D = t / T
con la frequenza di 50Hz: t = 10ms, T = 20ms
la tensione efficace trovata è la stessa che avete indicato
Veff = Vpk * sqrt 0,25 = Vpk * 0,5 = Vpk / 2
Veff = 163V
Avatar utente
Foto UtenteMariX
544 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 130
Iscritto il: 14 dic 2016, 23:37

0
voti

[32] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 13 gen 2018, 6:12

La relazione che tu indichi non tiene conto della forma d'onda sinusoidale della tensione. S, come in questo caso tagli a metà l'area utilizzando una sola semionda da un risultato corretto, ma, in generale non è detto.
Solitamente quella da te indicata è utilizzata per stimare il valore efficace di un'onda quadra noto il duty cicle.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.332 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1170
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

1
voti

[33] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 13 gen 2018, 12:00

Il cavo autoregolante è un PTC (T sale R sale)., Pterm=v^2/R diminuisce.
I due integrali di cui sopra erano solo relativi al calcolo del valore efficace della tensione dei due casi, al di là del successivo comportamento del cavo.
Hai ragione nel dire che il sistema richiede una modellizzazione più complessa.
D'altro canto una resistenza non lineare con caratteristica PTC non è poi così rara da trovare, una lampadina ad incandescenza con il suo filamento farebbe lo stesso.
Immagino si possa mediare la potenza termica fornita sulla base dell'inerzia termica che questo elemento avrà.
Certo, più che un semplice diodo a questo punto sarebbe meglio prendere in considerazione una regolazione a parzializzazione di fase, non tanto per la dissimmetria delle due semionde, quando per trovare un valore efficace della tensione più simile a quello nominale.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.332 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1170
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[34] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 13 gen 2018, 12:11

Pensandoci può dare problemi alla partenza, se i PTC sono ancora freddi potrebbero richiamare correnti troppo elevate, in virtù della tensione più alta rispetto alla nominale che a loro giunge.
Mentre a regime termico, la limitazione di potenza dovrebbe comunque operare correttamente.
Quindi si, hai ragione meglio fornire la tensione opportuna di 120V e farla finita.Al massimo, utilizzando sempre un controllo a parzializzazione di fase, si potrebbe creare una sorta di "soft start" per permettere al cavo di stabilizzarsi in temperatura e magari implementare anche un controllo PI per monitorare la temperatura dell'ambiente.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.332 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1170
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

-1
voti

[35] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 13 gen 2018, 13:17

la teoria funziona sempre... ovviamente bisogna saperla usare in casi più complessi come bipoli non lineari o tempo-varianti.

Il discorso del diodo è corretto dal punto di vista teorico, la dissipazione sarà dimezzata rispetto alla semionda.

Il punto che è sfuggito forse è che sarà comunque doppia rispetto ai 120V di targa, ed è chiaro che dal datasheet quelli sono cavi molto particolari, per impiego a 65°C, e fargli dissipare il doppio al mq potrebbe creare problemi.

La soluzione più ovvia non è il trasformatore ma comprare il cavo a 240V, credo si spenderebbe meno.

Inoltre, comunque li si usi credo sia necessario un sistema termostatato, basta guardare le spec per capire che vanno gestiti con cura, sspecie in impieghi diversi da quelli previsti
https://www.pentairthermal.com/Images/E ... -26253.pdf
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[36] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 13 gen 2018, 14:20

Il cavo è termoregolante, raggiunti i 65° la resistenza sale a tal punto da rendere irrisoria la dissipazione di potenza. Guarda il diagramma sul datasheet, semmai un termostato di sicurezza se l'applicazione è critica...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.332 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1170
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[37] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 13 gen 2018, 15:22

si appunto, intendevo che sembrano fatti per scaldare tubi ma comunque il data sheet parla di max 85°C, non ti temperature elevate...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[38] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto UtenteMariX » 13 gen 2018, 16:05

JAndrea ha scritto:Solitamente quella da te indicata è utilizzata per stimare il valore efficace di un'onda quadra noto il duty cicle.

Non proprio.
Il valore efficace di un onda quadra è calcolato come:

Veff = Vpk * sqrt ( t/T)

Con convertitori switching risonanti (in onda sinusoidale) ho sempre calcolato le la Veff tra 0V e positivo oppure tra 0V e negativo e con svariati rapporti t/T cosi come indicato in [33] ottenendo valori poi sempre confermati da misurazioni fatte con analizzatori di forme d' onda.
O_/
Avatar utente
Foto UtenteMariX
544 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 130
Iscritto il: 14 dic 2016, 23:37

-1
voti

[39] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 13 gen 2018, 16:48

comunque...se si fa affidamento sulle loro proprietà e se come probabile non si rompono per sovratensione... si potrebbero usare a 240V senza diodo ne trafo.

Vediamo se capite cosa intendo e se ho ragione o no... ;-)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[40] Re: cavo scaldante

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 14 gen 2018, 10:39

mi sembra più semplice ragionare direttamente in potenza, e a parità di lunghezza un cavo alimentato a 240V dissiperebbe 4 volte tanto, ma col diodo "solo" il doppio, molto rischioso vista la caratteristica in temperatura

Deciditi...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.332 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1170
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

PrecedenteProssimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti