Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Chimica orbitali leganti metallo

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[41] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto Utentemarco76 » 9 gen 2019, 12:13

Tutto cio' cosa comporta? Promuovendo un elettrone abbiamo due livelli energetici occupati da un solo elettrone nel livello superiore a quello di Fermi e una buca positiva sotto il livello di Fermi.
Questi elettroni "superiori" e queste buche "positive" sono responsabili della conducibilità nei metalli.
In presenza di un campo elettrico riesci a far muovere entrambe le buche (positive e negative).


Ha senso parlare di lacune nei metalli?
Avatar utente
Foto Utentemarco76
1.248 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 949
Iscritto il: 26 lug 2012, 12:34

0
voti

[42] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 9 gen 2019, 12:27

sul sole sì.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,0k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9361
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[43] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 9 gen 2019, 12:31

Un ambientino appena appena particolare! :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[44] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 9 gen 2019, 12:37

L'argomento del 3D riguarda una teoria nata negli anni '30 che cerca di correggere molte incongruenze delle teorie classiche, probabilmente meglio note a tutti noi.
Ci stupiamo del Sole e non dello 0 K citato all'inzio del 3D?
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
9.682 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2886
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[45] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 9 gen 2019, 12:38

:D
Un ambiente dove il livello di Fermi non è più costante con la temperatura.
Ci sono degli studi interessanti a proposito della interazione fonone-fotone-elettrone.
Li trovo matematicamente un po' pesanti (quindi non sono ancora stati compresi bene :mrgreen: ) ma promettono davvero molto nella comprensione della fisica dei superconduttori, dei plasmi e della fusione nucleare.

Non sono un esperto in questo campo, comunque. Mi limito a leggere degli articoli che stuzzicano la mia curiosità. Forse Foto UtenteDirtyDeeds ne sa qualcosa in più?

Ciao,
Pietro.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,0k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9361
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[46] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 9 gen 2019, 12:40

EdmondDantes ha scritto:Ci stupiamo del Sole e non dello 0 K citato all'inzio del 3D?

Ottimo spunto.
Ha senso parlare di temperature assolute positive,
ha senso parlare di temperature assolute negative (questo lo sanno in pochi)
ma NON ha senso parlare di 0K se non come limite (questo non lo sa mai nessuno :? )
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,0k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9361
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[47] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 9 gen 2019, 12:45

Appunto :mrgreen:
Proprio per questo motivo mi stupisco che nessuno abbia fatto un appunto sullo 0 K.
Anche se nascosto tra le righe, avevo specificato che è facile raggiungere temperature superiori a 0 K, lasciando intendere il limite.
Ma non vado oltre, perché questo è il mio limite... :-|
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
9.682 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2886
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[48] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 9 gen 2019, 12:46

PietroBaima ha scritto: ha senso parlare di temperature assolute negative (questo lo sanno in pochi)
ma NON ha senso parlare di 0K se non come limite (questo non lo sa mai nessuno :? )


Quella delle temperatura negative non la sapevo. Puoi dirmi qualcosa? Finora ero convinto che, essendo 0 °K un limite irraggiungibile, le temperature fossero sempre positive (almeno come valori assoluti).

@EdmondDantes - Forse nessuno ha fatto una piega per lo 0 °K perché è stato preso per scontato... anche se non appena ci pensi su qualche ruga sulla fronte salta fuori! ;-)
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[49] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 9 gen 2019, 13:03

E' un discorso piuttosto tecnico di termodinamica statistica.
NON è un discorso nuovo, nel senso che la teoria di questo fenomeno è disponibile da molto tempo, anche se la realizzazione pratica di un sistema a temperatura assoluta negativa è recente (ha 60 anni).
La conferma in laboratorio è invece ancora più recente (mi sembra 2013) e relativa ad un interessantissimo esperimento con i bosoni.
In pratica vedo temperature negative grazie all'inversione di popolazione di stati ultrafreddi, che si comportano come se fossero caldissimi.
Per quanto strano e contro intuitivo possa sembrare, una temperatura negativa corrisponde a stati altamente eccitati, addirittura più caldi di quelli che si trovano a una temperatura assoluta infinita.

Insomma, lo zero è irraggiungibile, ma si può superare meno infinito arrivando a più infinito (adesso Foto UtenteDirtyDeeds mi mena di brutto :mrgreen: )
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,0k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9361
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

1
voti

[50] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 9 gen 2019, 13:17

Foto Utentemarcopittu ha fatto solo danni. :mrgreen:
Si stava così bene e tutto filava liscio :mrgreen: :mrgreen:
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
9.682 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2886
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 36 ospiti