Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Guasto a terra lato AT

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] Guasto a terra lato AT

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 16 set 2020, 13:29

Buongiorno,
se una fase dell'alta tensione andasse a terra (franco) sul trasformatore a valle di tale linea AT/MT (Yd11) viene a mancare una fase e quindi sulla media tensione viene a mancare una fase. Se invece ci fosse un guasto per cui una fase va a terra e anche la linea va a terra nel tempo che intercorre alla protezione di rilevare ed estinguere il guasto sul lato MT cosa succede? Se vi fosse una protezione sul lato MT che prende le voltmetriche dalla MT si accorgerebbe che è successo qualcosa sull'alta tensione?

Grazie.
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
110 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 302
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

3
voti

[2] Re: Guasto a terra lato AT

Messaggioda Foto Utentefpalone » 16 set 2020, 20:49

buonasera Foto Utenteloganwolverine,
Se il gruppo orario del trasformatore è Yd11 (ossia senza neutro portato fuori lato AT), un guasto monofase franco lato AT non comporta la mancanza di una fase sulla MT, ma "solo" l'abbassamento della sequenza diretta di tensione e la comparsa di una componente inversa di tensione lato MT.
In pratica, lato MT vedrai un modesto abbassamento su due delle tensioni concatenate ed un abbassamento più ingente sulla 3a tensione concatenata (in teoria si porta ad 1/3 del valore pre-esistente).
Lato MT quindi le protezioni che potrebbero accorgersi del guasto in AT sarebbero quelle di minima tensione (27) e le massime tensioni di sequenza inversa (47), se presenti.

Le cose cambierebbero se avessi un trasformatore YNd.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
13,6k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2641
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[3] Re: Guasto a terra lato AT

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 17 set 2020, 8:09

Grazie per la risposta, ma il caso descritto da te con trafo Yd11 si verifica sia con guasto franco a terra (come se tagliassi un cavo di netto e lo mandassi a terra) sia nel caso in cui un albero, per esempio, cadendo mettesse un punto della linea a terra (senza "tagliare" una linea per capirci).. c'è differenza tra le due casistiche?

Se avessi una protezione di minima tensione posta sul lato MT quindi vedrebbe il guasto lato AT corretto?

Grazie.
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
110 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 302
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

2
voti

[4] Re: Guasto a terra lato AT

Messaggioda Foto Utentefpalone » 17 set 2020, 8:23

loganwolverine ha scritto:sia con guasto franco a terra (come se tagliassi un cavo di netto e lo mandassi a terra)

Diciamo che per fare un guasto franco a terra non serve tagliare un conduttore: per guasto franco si intende un guasto con bassa resistenza di guasto; anche un guasto per scarica atmosferica su una linea aerea dotata di corda di guardia è con buona approssimazione un guasto franco.
loganwolverine ha scritto:sia nel caso in cui un albero

L'albero sulla linea è invece un tipico caso di guasto ad alta resistività (GAR): la resistenza di guasto offerta da un albero che cade su una linea di AT varia da poche decine a diverse centinaia di ohm. Di conseguenza l'abbassamento di tensione sulla fase guasta della linea AT è modesto ed anche le protezioni distanziometriche di AT hanno difficoltà ad eliminare tempestivamente il guasto. In tali circostanze ovviamente anche abbassamento e squilibrio di tensione sulla MT sono molto più modesti rispetto al caso di guasto franco in AT.
Tipicamente poi, mano a mano che l'albero si carbonizza, la resistenza di guasto scende ed il guasto tende ad assomigliare sempre di più ad un guasto franco: ad un certo punto quindi le protezioni di linea AT lo "vedono" ed aprono la linea.

loganwolverine ha scritto:Se avessi una protezione di minima tensione posta sul lato MT quindi vedrebbe il guasto lato AT corretto?

Dipende dal valore di taratura, ma in principio sì.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
13,6k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2641
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[5] Re: Guasto a terra lato AT

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 17 set 2020, 10:47

Chiaro, grazie. Se il trafo fosse Yy è configurabile come il caso Yd11 giusto? mi sapresti consigliare cosa cercare in internet per trovare una parte che spieghi i calcoli per le conclusioni che mi hai detto? devo cercare "calcolo reti di sequenza corto circuito monofase?"

Grazie mille! :ok:
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
110 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 302
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

0
voti

[6] Re: Guasto a terra lato AT

Messaggioda Foto UtenteAria » 17 set 2020, 14:00

Volevo rispondere ma ho fatto bene ad aspettare la risposta dell'esperto. :D
Foto Utentefpalone sono un po' arrugginito sull'algebre della sequenza e ragiono quindi solo con i triangoli delle tensioni ed il concatenamento delle tensioni tra gli avvolgimento AT e MT del trasformatore.

Nel caso di un Ydn, lato MT le due concatenate interessate dalla fase guasta lato AT dovrebbero ridursi di radice di tre mentre l'altra concatenata non è interessata.
Nel caso di un Yy la fase guasta si traduce allo stesso modo lato MT.
Ho detto qualche fesseria?

Mentre con un Yd mi è più difficile ragionare perché lo spostamento del centro stella presumo dipenda da dove è messo a terra nella rete AT, se Il centro stella è molto vicino al trasformatore si potrebbe ricadere in un caso simile al Ydn, è corretto?

Normalmente lato utente queste valutazioni non si fanno perché le regolazioni delle protezioni sono imposte da Terna sia lato AT che MT.
In ogni caso le protezioni di tensione sono intese come rincalzo, quindi normalmente con temporizzazioni superiori al tempo di intervento delle distanziomentrice della rete AT.
Avatar utente
Foto UtenteAria
240 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 219
Iscritto il: 6 lug 2019, 8:53

2
voti

[7] Re: Guasto a terra lato AT

Messaggioda Foto UtenteIVO » 25 set 2020, 9:25

Per cercare di dare una risposta, mi sembra opportuno precisare che la rete AT (132 kV) è esercita con neutro dell' autotrasformatore 380/132 kV francamente a terra ed è magliata. Pertanto qualsiasi guasto monofase è un c.c. che comporta un abbassamento della tensione di fase sede del guasto, di entità che dipende da posizione in rete del guasto e dalla resistenza dello stesso.
Ciò premesso, in caso di guasto monofase a terra in prossimità dell' utente (R=0). consideriamo cosa vede Trasf. AT/MT, caso questo che dà la massima variazione di tensione. Il potenziale della fase guasta si porta nel baricentro del triangolo equilatero delle tensioni ed il Trasf. viene alimentato dal sistema residuo che è costituito da un triangolo isoscele con un lato la concatenata e gli altri due di fase; il centro stella del Trasf. (che NON è collegato a terra) si sposta nel baricentro del suddetto triangolo in quanto la somma delle tensioni MT e pertanto di quelle AT deve essere zero; la tensione di fese corrispondente a quella guasta diventa 1/3 e le altre due si sfasano di 15° una in anticipo e una in ritardo con modulo pari alla tensione di fase ridotta del rapporto cos15/cos30. In conclusione l' utente non vede annullarsi nessuna tensione in MT, se non nella fase successiva in cui l' intervento della distanziometrica apra il polo della fese guasta (gli impianti sono normalmente dotati di interruttori uni-tripolari); con il comando di apertura si attiva anche il dispositivo di richiusa che, dopo un tempo predeterminato, richiude lo stesso. Durante questo periodo invece l' utente in MT vede una fase andare a zero, mentre le altre due sfasate di ulteriori 15° diventano una opposta all' altra.
Avatar utente
Foto UtenteIVO
45 1
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 26 apr 2010, 10:53

-1
voti

[8] Re: Guasto a terra lato AT

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 29 set 2020, 10:17

Non mi torna una cosa. "il centro stella del Trasf. (che NON è collegato a terra) si sposta nel baricentro del suddetto triangolo" se prendo come centro stella il baricentro del suddetto triangolo mi risulta la tensione della fase guasta 1/3 ma lo sfasamento delle altre due non 15 gradi ma 19...
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
110 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 302
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14


Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti