Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

L'architetto può fare un progetto elettrico?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[1] L'architetto può fare un progetto elettrico?

Messaggioda Foto UtenteMeo » 14 mag 2010, 23:21

Buonasera,vorrei sapere se un architetto,può fare un progetto per un impianto elettrico di un'attività commerciale oltre i 6 kW,grazie.
Avatar utente
Foto UtenteMeo
0 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 71
Iscritto il: 24 apr 2010, 10:58

2
voti

[2] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 14 mag 2010, 23:28

Per fortuna.
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,7k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15763
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[3] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto UtenteMeo » 14 mag 2010, 23:40

Potrei sapere qualche norma/legge che mi specifichi questo??Mi trovo di fronte ad un problema grandissimo,e cioè che dovrei fare un impianto in una pizzeria,e parlando con l'architetto che sta seguendo i lavori,mi ha detto che per il progetto elettrico ci avrebbe pensato lui.Mi sono permesso di dirgli che sembrava strano che lui lo potesse fare,ma lui mi ha risposto che lui è iscritto all'albo degli architetti e che è abilitato a farlo,in più mi ha portato una sentenza del 2009 dove si leggeva che gli architetti erano abilitati a poter fare progetti elettrici.Voi cosa ne dite???
Avatar utente
Foto UtenteMeo
0 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 71
Iscritto il: 24 apr 2010, 10:58

0
voti

[4] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 14 mag 2010, 23:44

Non conosco le norme, ma il buon senso non mi permetterebbe mai di farmi progettare un circuito elettronico da un farmacista. :mrgreen:
Con tutto il rispetto verso i farmacisti.
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,7k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15763
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[5] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto UtenteBornToKill » 14 mag 2010, 23:53

TardoFreak ha scritto:Non conosco le norme, ma il buon senso non mi permetterebbe mai di farmi progettare un circuito elettronico da un farmacista. :mrgreen:
Con tutto il rispetto verso i farmacisti.

Si infatti, ho pensato la stessa cosa!! :lol: :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtenteBornToKill
35 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 289
Iscritto il: 25 mag 2009, 21:15

0
voti

[6] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto UtenteMeo » 15 mag 2010, 0:02

Ovviamente controllerò tranquillamente lo schema unifilare e tutti i valori dei Diff,MT,sezioni di cavi ecc...ma posso essere perseguibile se lui non è abilitato a progettare??Credo che rifiuterò il lavoro.....
Avatar utente
Foto UtenteMeo
0 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 71
Iscritto il: 24 apr 2010, 10:58

0
voti

[7] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto Utentesebago » 15 mag 2010, 7:12

Meo ha scritto: ...ma lui mi ha risposto che lui è iscritto all'albo degli architetti e che è abilitato a farlo,in più mi ha portato una sentenza del 2009 dove si leggeva che gli architetti erano abilitati a poter fare progetti elettrici

Personalmente sono curiosissimo di vedere questa sentenza.
Anche perché ce ne sono tante altre in cui si afferma il contrario.
E sarebbe ben strano che, mentre gli ingegneri di nuovo ordinamento non iscritti alla sezione industriale dell'albo non possono farlo, gli architetti si.
Mi pare il classico caso di esercizio abusivo della professione.
Saluti
Sebastiano
________________________________________________________________
"Eo bos issettaìa, avanzade e non timedas / sas ben'ennidas siedas, rundinas, a domo mia" (P. Mossa)
Avatar utente
Foto Utentesebago
16,5k 4 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2169
Iscritto il: 1 apr 2005, 19:59
Località: Orune (NU)

1
voti

[8] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 mag 2010, 11:25

Premesso che personalmente sono per l'abolizione dei titoli professionali e il valore legale del titolo di studio, ritengo che il progetto lo può redigere chiunque ne abbia le capacità e la competenza che è indipendente dal titolo accademico o professionale. Al momento attuale la confusione regna sovrana tra le varie sentenze e ogni ordine le impugna come vuole. Qui c'è una trattazione in merito: http://www.periti-industriali.com/site/ ... itetti.pdf dove in pratica si afferma che gli architetti e geometri non hanno competenza in materia impiantistica eccetto per l'illuminazione pubblica perché non soggetta alla ex L. 46/90.
Mentre qui http://www.architettiroma.it/profession ... 10176.aspx basandosi su un chiarimento della Corte di Cassazione si invoca la competenza in materia impiantistica negli edifici civili.
Dall'altra parte ingegneri e periti stanno già lavorando alla controffensiva...
Diciamo che per progetto degli impianti, l'architetto intende il posizionamento dei punti luce e punti presa, la posizione della caldaia, del condizionatore, i collettori, questo per loro è il "progetto", gli aspetti esecutivi, i dimensionamenti ecc., con l'eccezione di alcuni rari casi, non hanno idea di cosa siano, le norme CEI sono sconosciute, le problematiche tecniche impiantistiche e i principi elettrotecnici o fisici pure. Per cui la ditta installatrice può anche accettare il progetto dell'architetto ma deve essere ESECUTIVO, completo dei contenuti previsti dalla guida CEI 0-2 (obbligatoria perché richiamata nel DM 37/08) e deve rifiutarsi di proseguire il lavoro se non ha tutte le precise indicazioni di dimensionamento, percorsi, schemi elettrici unifilari, dispositivi di protezione, ecc. La ditta installatrice ha DIRITTO di ottenere un progetto esecutivo non è che sia un "regalo" che le viene fatto, è un preciso requisito previsto dalla legge, anche perché la ditta installatrice diventa CORRESPONSABILE con il progettista anche per gli errori progettuali commessi dallo stesso e che era in grado di valutare in base alle medie competenze attese PRIMA di dare esecuzione.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[9] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto UtenteIho » 15 mag 2010, 11:39

sebago ha scritto:
Meo ha scritto: ...ma lui mi ha risposto che lui è iscritto all'albo degli architetti e che è abilitato a farlo,in più mi ha portato una sentenza del 2009 dove si leggeva che gli architetti erano abilitati a poter fare progetti elettrici

Personalmente sono curiosissimo di vedere questa sentenza.
Anche perché ce ne sono tante altre in cui si afferma il contrario.
E sarebbe ben strano che, mentre gli ingegneri di nuovo ordinamento non iscritti alla sezione industriale dell'albo non possono farlo, gli architetti si.
Mi pare il classico caso di esercizio abusivo della professione.
Saluti


Porca miseria quanto hai ragione.
Avatar utente
Foto UtenteIho
216 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 597
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

0
voti

[10] Re: L'architetto può fare un progetto elettrico??

Messaggioda Foto Utente6367 » 15 mag 2010, 12:08

E non dimentichiamo che, almeno sino a qualche tempo fa, anche un laureato in ingegneria, poteva sostenere l'esame di stato per l'abilitazione alla professione di architetto, ed iscriversi al relativo ordine. E quindi fregiarsi del titolo di "dott. ing. arch.".
Non so se sia ancora così.

In ogni caso, dubito che sia il caso dell'architetto in questione.
Avatar utente
Foto Utente6367
20,0k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6375
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 76 ospiti