Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Timer per scaldabagno

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto UtenteMon » 20 gen 2011, 12:43

Ciao,
ho in casa uno scaldabagno elettrico da 1200 watt. E' collegato ad un interruttore a muro di quelli "classici", con l'indicazione I/O e il segno rosso e verde, per intenderci. Avrei necessità di sostituire questo interruttore con un timer in modo da far accendere lo scaldabagno ad un'ora programmata.
E' possibile? Ci sono controindicazioni? Che genere di timer dovrei installare/far installare?
grazie!
Avatar utente
Foto UtenteMon
0 2
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 20 gen 2011, 12:39

0
voti

[2] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto Utentemir » 20 gen 2011, 12:52

Mon ha scritto:...un interruttore a muro di quelli "classici", con l'indicazione I/O..

interruttore bipolare;
Mon ha scritto: Avrei necessità di sostituire questo interruttore con un timer in modo da far accendere lo scaldabagno ad un'ora programmata.
E' possibile?

Si,
Mon ha scritto: Ci sono controindicazioni?

No,se non ch elo scldabagno funzionerà agli orari impostati, o il programma impostato;
Mon ha scritto:Che genere di timer dovrei installare/far installare?

Il timer dovrà avere le caratteristiche adeguate al carico che dovrà pilotare, ovvero un carico resistivo di 1200 W, quindi un'assorbimento di corrente alla tensione di rete di 230 V ,sui contatti del timer di circa 6A , valore da tenere ben presente nella scelta del timer,oltre la presenza di due contatti NO, poi occorre considerare se c'è un timer da installare sul frutto, ovvero in luogo dell'interruttore bipolare, o lasciare quest'ultimo installato, ed installare a monte dell'alimentazione dell'interruttore bipolare il nuovo timer; entrrambe le soluzioni vanno valutate sul posto, e in virtù della disponibilità impiantistica, pertanto è consigliabile interpellare un Elettricista.
Avatar utente
Foto Utentemir
65,5k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21723
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[3] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto UtenteMon » 20 gen 2011, 13:00

Edit TF: eliminato quoting inutile


Grazie!
In effetti vorrei metterlo al posto del bipolare, anche se non ce ne fosse uno adatto all'incasso, andrebbe bene uno esterno, purchè copra il "buco" lasciato dal bipolare.
Immagino che in questo caso la scelta cada tra gli elettromeccanici, piuttosto che su quelli elettronici tipo timer/termostato per il riscaldamento a metano.
Avatar utente
Foto UtenteMon
0 2
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 20 gen 2011, 12:39

1
voti

[4] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto Utente6367 » 20 gen 2011, 14:21

Penso che sia opportuno che questo boiler sia staccabile dall'impianto.
Se non hai una linea dedicata, è necessario mantenere quell'interruttore bipolare, oppure collegarlo tramite presa.
Il time dovresti metterlo in aggiunta.
Avatar utente
Foto Utente6367
21,6k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6761
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[5] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto UtenteMon » 21 gen 2011, 13:28

6367 ha scritto:Penso che sia opportuno che questo boiler sia staccabile dall'impianto.
Se non hai una linea dedicata, è necessario mantenere quell'interruttore bipolare, oppure collegarlo tramite presa.
Il time dovresti metterlo in aggiunta.


PEnsavo esistessero dei timer doatai dell'interruttore per scollegarlo. insomma, il classico on/off/auto...
Avatar utente
Foto UtenteMon
0 2
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 20 gen 2011, 12:39

0
voti

[6] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto Utentemir » 21 gen 2011, 14:04

l'osservazione di 6367 non è male, lasciare a monte del timer l'interruttore bipolare, rende sezionabile il carico (scaldabagno) all'occorrenza. :ok:
Avatar utente
Foto Utentemir
65,5k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21723
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[7] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto UtenteIngmotty » 21 gen 2011, 14:14

Ciao a tutti, stavo anche io pensando di dotare il boiler che ho in casa di un timer reputandolo utile per risparmiare un po' di corrente.

Però mi chiedo: il timer elettromeccanico o eventualmente quello elettronico comunque consumerà corrente per il suo funzionamento e poi ogni volta che innescherà l'accensione dello scalda bagno sarà necessario quello spunto che in nel caso in cui sia contemporaneamente attivo un altro elettrodomestico ad alto assorbimento, potrebbe causare il distacco della corrente.

Dunque mi chiedo è davvero conveniente montare questo dispositivo? o ci sono componenti che magari risolvono quanto meno il problema dello spunto iniziale di accensione e che davvero permettono di risparmiare sui consumi? [-o<


l'osservazione di 6367 non è male, lasciare a monte del timer l'interruttore bipolare, rende sezionabile il carico (scaldabagno) all'occorrenza.


Un interruttore bipolare rispetto a quello unipolare, viene considerato sezionatore sufficiente per questo particolare utilizzo?
Leggevo che per questi utilizzi sarebbero consigliate prese interbloccate. :?:
Ultima modifica di Foto UtenteIngmotty il 21 gen 2011, 14:19, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto UtenteIngmotty
10 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 184
Iscritto il: 22 ott 2008, 18:21

0
voti

[8] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto UtenteIvan_Iamoni » 21 gen 2011, 14:19

Lo scaldabagno elettrico, già usa una regolazione basata sul principio ON/OFF, senza mai tenere conto della contemporaneità di utilizzo di altri elettrodomestici, nelle semplici resistenze elettriche, la corrente di spunto è del tutto trascurabile, si a ci si trovi a basse temperature che ci si trovi vicino alla temperatura di regime, quello che varia è solo la durata del ciclo ON.
Piuttosto considera, un dispositivo a tempo, che controlli lo scaldabagno dotato di un contatto elettrico in grado di commutare le forti correnti che si hanno in una resistenza dell'ordine di qualche kW.
Per intenderci, molti di quei timer programmabili a "spina" che si trovano comunemente in giro potrebbero non andare bene.
Avatar utente
Foto UtenteIvan_Iamoni
5.336 6 10 12
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 2331
Iscritto il: 22 ott 2006, 18:45

0
voti

[9] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto UtenteBerello » 21 gen 2011, 14:28

mir ha scritto:[...]lasciare a monte del timer l'interruttore bipolare, rende sezionabile il carico (scaldabagno) all'occorrenza. :ok:

Invece la soluzione che hai suggerito prima era migliore: mettere il timer a monte, non l'interruttore.
Infatti questi timer hanno solitamente una ruota che fa un giro completo in 24 ore. Mettendo l'interruttore bipolare a monte, quando lo si stacca il timer si ferma e si sregola!
Meglio invece se l'interruttore bipolare si trova tra il timer e lo scaldabagno.

(da un punto di vista dei consumi, sarebbe meglio mettere l'interruttore a monte, ma poi toccherebbe ogni volta regolare l'orario del timer)

Mantenere comunque l'interruttore (se non è presente all'interno dello stesso timer) lo considero obbligatorio o quasi :mrgreen: , altrimenti quando parto per una settimana lo scaldabagno continua a lavorare... (e il timer non era stato messo per risparmiare? In quel caso diventa controproducente...)

Ingmotty ha scritto:[...]il timer elettromeccanico o eventualmente quello elettronico comunque consumerà corrente per il suo funzionamento[...]

Si, ma il consumo è sicuramente piccolissimo rispetto a quello dello scaldabagno (1200 W contro pochi W).

Ingmotty ha scritto:[...] e poi ogni volta che innescherà l'accensione dello scalda bagno sarà necessario quello spunto che in nel caso in cui sia contemporaneamente attivo un altro elettrodomestico ad alto assorbimento, potrebbe causare il distacco della corrente.
[...]

L'ideale è quello di attivare il timer durante la notte, così che la mattina lo scaldabagno è pieno di acqua calda. In questo modo dovresti eliminare i conflitti con gli altri elettrodomestici.
Avatar utente
Foto UtenteBerello
110 1 3 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 3 mar 2009, 23:53
Località: Roma

0
voti

[10] Re: Timer per scaldabagno

Messaggioda Foto UtenteIngmotty » 21 gen 2011, 14:35

Lo scaldabagno elettrico, già usa una regolazione basata sul principio ON/OFF, senza mai tenere conto della contemporaneità di utilizzo di altri elettrodomestici


Si ma questo è vero quanto il boiler resta sempre acceso o sbaglio?

L'ideale è quello di attivare il timer durante la notte, così che la mattina lo scaldabagno è pieno di acqua calda. In questo modo dovresti eliminare i conflitti con gli altri elettrodomestici.


Non avevo pensato a questa possibilità. Farlo spegnere poco prima di andare a letto e farlo riaccendere poco prima del risveglio. Si risparmierebbero un bel po' di ora di corrente. :D

E circa la mia osservazione sulla presa interbloccata cosa potete dirmi?
Avatar utente
Foto UtenteIngmotty
10 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 184
Iscritto il: 22 ott 2008, 18:21

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 37 ospiti