Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenziale

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenziale

Messaggioda Foto Utentendrini » 27 giu 2012, 15:22

Domanda oziosa:

questi due ciruiti sono equivalenti?



Secondo me sì, ma affinchè circoli corrente (in quello semplificato di destra) fra i punti A3 ed A1, ci dovrà essere una seppur minima differenza di potenziale, che quindi (a rigore) rende la tensione di A3 diversa dalla tensione di A1, anche se negli esercizi del mio testo hanno la stessa tensione VA3 = VA1.

Il primo disegno mi pare più rigoroso sotto questo punto di visto: sbaglio?

Andrea
Avatar utente
Foto Utentendrini
5 3
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 5 mar 2012, 18:52

0
voti

[2] Re: rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenzial

Messaggioda Foto Utenteangelsanct » 27 giu 2012, 15:27

Sì, sono equivalenti
Avatar utente
Foto Utenteangelsanct
196 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 112
Iscritto il: 30 lug 2011, 21:46

0
voti

[3] Re: rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenzial

Messaggioda Foto UtenteLaricon » 27 giu 2012, 19:30

sono due rappresentazioni grafiche diverse, ma della stessa situazione impiantistica.

un suggerimento: quando ti trovi di fronte a questi problemi, cerca di ragionare chiedendoti a quale tensione sono sottoposti i carichi, e da che corrente sono attraversati, se rifletti noterai che le differenze sono nulle! O_/
Avatar utente
Foto UtenteLaricon
26 2
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 24 giu 2012, 10:52

0
voti

[4] Re: rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenzial

Messaggioda Foto UtenteLaricon » 27 giu 2012, 19:33

Il primo disegno mi pare più rigoroso sotto questo punto di visto: sbaglio?


no, in elettrotecnica il modo corretto di rappresentare elementi in parallelo è quello nella la seconda immagine.
O_/
Avatar utente
Foto UtenteLaricon
26 2
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 24 giu 2012, 10:52

2
voti

[5] Re: rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenzial

Messaggioda Foto Utenteadmin » 27 giu 2012, 19:37

ndrini ha scritto:[..]
Il primo disegno mi pare più rigoroso sotto questo punto di visto: sbaglio?


Sbagli.
Come rappresentazione sono perfettamente equivalenti. Un linea continua che unisce due punti è un collegamento equipotenziale ed in esso può circolare qualsiasi corrente.
Avatar utente
Foto Utenteadmin
180,5k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 11153
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

0
voti

[6] Re: rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenzial

Messaggioda Foto Utenteasdf » 27 giu 2012, 20:20

Su Wikipedia ho letto poco fa una simpatica, e credo bella, interpretazione di componenti collegati in parallelo, che ti cito :
Si parla di collegamento in parallelo quando i componenti sono collegati ad una coppia di conduttori in modo che la tensione elettrica sia applicata a tutti quanti allo stesso modo. Riprendendo l'esempio delle persone, queste sono disposte fra due corde distese e parallele, ed ogni persona stringe ciascuna corda con una mano in modo che ognuno tenga con la mano destra la stessa corda che tutti gli altri tengono con la mano destra, e lo stesso per la mano sinistra.


Tornando al tuo discorso su quale fosse la rappresentazione corretta o ancor prima se le due rappresentazioni fossero o meno equivalenti, ho provato a riportarti in maniera molto schematica ed ideale, di seguito, l'analogia tratta da Wikipedia.

Le persone, viste dall'alto sono disposte tra due corde parallele (quelle in blu) :



Le due situazioni sono equivalenti.

Spero di aver reso l'idea e soprattutto di non aver fatto errori aggiuntivi dal punto di vista concettuale.
Avatar utente
Foto Utenteasdf
25,3k 8 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4762
Iscritto il: 11 apr 2010, 9:19

0
voti

[7] Re: rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenzial

Messaggioda Foto UtentematteoDL » 28 giu 2012, 0:57

ndrini ha scritto: affinchè circoli corrente (in quello semplificato di destra) fra i punti A3 ed A1, ci dovrà essere una seppur minima differenza di potenziale

No, in quanto il pezzettino tra A3 ed A1 può essere visto come un ramo con un cortocircuito (anche se in realtà tutto il blocco è semplicemente un nodo del circuito) e quindi per la legge di Ohm: \frac{V}{R}&=I con R&=0 perché cortocircuito, V&=0 perché equipotenziale, consegue in I&=\frac{0}{0}, cioè corrente indeterminata.
Avatar utente
Foto UtentematteoDL
704 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 310
Iscritto il: 26 feb 2012, 20:49

1
voti

[8] Re: rappresentazioni dei circuiti e differenza di pontenzial

Messaggioda Foto Utentendrini » 28 giu 2012, 12:59

Grazie a tutti,
:ok:
ma soprattutto ad admin e a matteoDL, perché il mio dubbio era soprattutto su come fa a circolare la corrente se non vi è una differenza di potenziale:
mi hanno risposto indicando che in un tratto in corto cirtuito, circola corrente senza differenza di potenziale
(come nel grafico del libro in cui sto studiano - Bobbio - elettrotecnica generale)


Avatar utente
Foto Utentendrini
5 3
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 5 mar 2012, 18:52


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti