Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Tensione di corto circuito Trasformatore

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentefpalone, Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[1] Tensione di corto circuito Trasformatore

Messaggioda Foto UtenteAndy15 » 6 mar 2013, 15:37

Salve a tutti,
vorrei chiarimenti su una questione posta in aula dal mio professore. Il dubbio riguarda testualmente:
"Domanda: Se ho un trasformatore da 1000 MVA con Vcc=15%, quanto vale la potenza reattiva assorbita dalla macchina per poter funzionare? Risposta: la potenza reattiva Q è proprio il 15% della P (1000 MVA)"
Premesso che la Vcc è la tensione da applicare al primario, con secondario chiuso in c.c., per far circolare la corrente nominale al secondario; qual è il legame tra potenza reattiva assorbita dal trasformatore per funzionare (corrente magnetizzante) e la tensione di corto circuito tale da giustificare quanto scritto sopra?
Grazie mille in anticipo
Avatar utente
Foto UtenteAndy15
0 4
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 6 mar 2013, 11:51

0
voti

[2] Re: Tensione di corto circuito Trasformatore

Messaggioda Foto UtenteLele_u_biddrazzu » 6 mar 2013, 18:30

Una curiosità, potrei sapere dove e cosa studi :?:
Emanuele Lorina

- "Non è forte chi non cade, ma chi cadendo ha la forza di rialzarsi". (J. Morrison)
- Tavole della legge by admin
Avatar utente
Foto UtenteLele_u_biddrazzu
7.840 3 8 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1263
Iscritto il: 23 gen 2007, 16:13
Località: Modena

1
voti

[3] Re: Tensione di corto circuito Trasformatore

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 6 mar 2013, 21:33

Mi unisco alla curiosità di Foto UtenteLele_u_biddrazzu, ma sarei interessato anche al nome del tuo professore.

...non studierai a Pisa, vero? :-)

Andy15 ha scritto:... qual è il legame tra potenza reattiva assorbita dal trasformatore per funzionare (corrente magnetizzante) e la tensione di corto circuito tale da giustificare quanto scritto sopra?


Non esiste nessun legame che giustifichi la suddetta (assurda) Risposta, qualunque sia la "potenza reattiva per funzionare" alla quale si faccia riferimento.
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
52,6k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12453
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[4] Re: Tensione di corto circuito Trasformatore

Messaggioda Foto UtenteAndy15 » 7 mar 2013, 1:19

Studio Ingegneria Elettrica alla Federico II di Napoli (Laurea Triennale), il mio Prof. di Fondamenti di Impianti Elettrici si chiama Lauria. Comunque non ho capito il senso di voler sapere questa cosa...! Anche il mio Prof. ha detto che:
"sia alla sola potenza reattiva assorbita dalle reattanze di dispersione primarie e secondarie."

Vorrei sapere se c'è una formula che lega la potenza reattiva assorbita dalle reattanze di dispersione primarie e secondarie alla tensione di corto circuito. Anche perché con la prova di corto circuito del trasformatore si determinano i parametri longitudinali del circuito equivalente semplificato (oltre le perdite negli avvolgimenti e la tensione stessa di c.c.).
Quando parlo di "potenza reattiva di funzionamento" intendo dire che motori e trasformatori generano un campo magnetico, che "sfasa" tensione e corrente causando la produzione di energia reattiva; La sola potenza "utile" (in grado, cioè, di trasformare l'energia elettrica in lavoro meccanico) è quella attiva. La potenza reattiva, non solo non può essere trasformata in lavoro meccanico, ma causa anche il transito in rete di corrente induttiva. Questa corrente induttiva causa una diminuzione della capacità di trasporto di energia "utile" da parte del cavo, in quanto (se assimiliamo il cavo elettrico ad un ipotetico tubo) la sua presenza "ruba" spazio ad una certa quantità di energia attiva. La potenza reattiva-induttiva, quindi, costituisce un carico supplementare per i generatori, i trasformatori e le linee di trasporto e distribuzione, impegnando il fornitore di energia a sovradimensionare i propri generatori a scapito del rendimento e provocando altresì una maggiore caduta di tensione in linea, che si traduce in ulteriori perdite di potenza attiva.
Avatar utente
Foto UtenteAndy15
0 4
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 6 mar 2013, 11:51

0
voti

[5] Re: Tensione di corto circuito Trasformatore

Messaggioda Foto Utentenunziato » 7 mar 2013, 20:44

Foto UtenteAndy15, se ho capito bene il tuo problema puoi trovare qualche risposta in merito alla potenza reattiva del trasformatore QUI', anche se l'argomento riguarda il rifasamento del trasformatore, c'è il calcolo della potenza reattiva di questo e la relazione che la lega alla tensione di cortocircuito.
Avatar utente
Foto Utentenunziato
4.021 2 8 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 495
Iscritto il: 14 dic 2012, 23:14
Località: Acri (CS) - Polistena (RC)

0
voti

[6] Re: Tensione di corto circuito Trasformatore

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 7 mar 2013, 21:34

Andy15 ha scritto:... Comunque non ho capito il senso di voler sapere questa cosa...!

Quale cosa?

Andy15 ha scritto:... Anche il mio Prof. ha detto che:
"sia alla sola potenza reattiva assorbita dalle reattanze di dispersione primarie e secondarie." ...

Quando lo ha detto ? ... in relazione a cosa?

Andy15 ha scritto:... Vorrei sapere se c'è una formula che lega la potenza reattiva assorbita dalle reattanze di dispersione primarie e secondarie alla tensione di corto circuito.

Ma non volevi sapere quale fosse la relazione che lega la tensione di cortocircuito alla "potenza reattiva per funzionare" ?

E' un'altra domanda del professore?

Ritornando alla tua richiesta iniziale, relativa a

Andy15 ha scritto: "Domanda: Se ho un trasformatore da 1000 MVA con Vcc=15%, quanto vale la potenza reattiva assorbita dalla macchina per poter funzionare? Risposta: la potenza reattiva Q è proprio il 15% della P (1000 MVA)"

possiamo sapere chi ha dato quella risposta?
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
52,6k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12453
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55


Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti