Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori norma?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori norma?

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 18 apr 2016, 14:50

Buongiorno a tutti,

pongo il seguente quesito poiché, a seguito di sopralluogo tecnico ASL presso locali ditta cliente (uffici e laboratori analisi), il tecnico ha chiesto che venissero sostituite tutte le "ciabatte multipresa" disseminate tra uffici e laboratori..
..ovviamente non ho contestato la cosa ma, mi chiedo, secondo quale norma viene chiesta una cosa del genere? l'utilizzo è "fuori norma" o non a regola d'arte ?

Grazie!

P.S.: l'impianto elettrico è regolarmente dotato di progetto, dico d.m.37/08 ecc..
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
135 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 497
Iscritto il: 15 mar 2010, 17:53

2
voti

[2] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 18 apr 2016, 15:03

A che titolo ha fatto il sopralluogo?
Spetterebbe a lui dirti perché dovete eliminarle, poi c'è da vedere sa ha l'autorità per imporre la sostituzione.
Le "ciabatte" possono essere una porcata pericolosa o una soluzione ottimale, dipende dal contesto e dalla valutazione dei rischi.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.107 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

1
voti

[3] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto UtenteNSE » 18 apr 2016, 15:16

Le ciabatte sono a norma solo se. .infradito :D

Potrebbe avere anche ragione, ma doverebbe indicare il perché.

Il 90% delle volte sono fantanorme.

comunque il "disseminate" la potrebbe dire lunga.
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
1.636 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

0
voti

[4] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 18 apr 2016, 15:19

NSE ha scritto:Le ciabatte sono a norma solo se. .infradito :D

Potrebbe avere anche ragione, ma doverebbe indicare il perché.

Il 90% delle volte sono fantanorme.


:D :D :D

Si, sarebbe stato bello anche per me sapere il "perché"! :-o .
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
135 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 497
Iscritto il: 15 mar 2010, 17:53

3
voti

[5] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 18 apr 2016, 15:23

Emanuele78 ha scritto:Si, sarebbe stato bello anche per me sapere il "perché"!

Dovevi chiederglielo, è un ispettore dell'ASL non del KGB.
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
34,6k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4725
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:38

5
voti

[6] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 18 apr 2016, 15:26

Chiaro è che non è un bel lavoro ma questo è soggettivo, comunque la ciabatta collegata ad una presa ed alimentata da una linea con adeguata protezione contro le sovracorrenti non costituisce nessun pericolo elettrico se l'apparecchiatura è costruita a regola d'arte.
Un possibile pericolo è costituito da eventuale incespicamento che può causare il cavo di collegamento, forse contesta questo.
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
41,5k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3335
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

2
voti

[7] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto UtenteNSE » 18 apr 2016, 15:28

Ok provo a darti qualche spunto.
1) l'ho detto più volte le prese (es. 10A) per uso domestico e similare sono state provare per "uso domestico o simliare" se ti intendi di prelevarci 10A fissi h24 365g/anno le cuoci. Quindi se usi le ciabatte per alimentarci 5 strumentini da qualceh 100iao di W cadauno, ricadi nell'uso domestico o simliare. Se intendi alimentarci dei fornetti da laboratorio con potenza al limite della portata della presa, e utilizzo lavorativo. . diciamo .. che presti il fianco a eventuali obiezioni.

2) se quel "disseminate" significa Anarchia assoluta con possibilità di intalcio ovvero con cavi non raccolti e/o ciabatta non fissata ma proprio "volante" anche qui, presti il fianco alla contestazione (ma questo dovrebbe essere emerso con l'analisi dei rischi).

3) verifica che non si debba utilizzare gradi IP particolari.

4) potresti aver avuto la sfiga di essere incappato con un incompetente (statisticamente molto probabile) che si è messo a recitare la parte del più realista del re.

5) in questi casi (suggerimento personale) cerca di capire chi è per poi tarare la comunicazione.
è un geometra o un ragionere prestato agli impianti?
è un novizio?
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
1.636 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

2
voti

[8] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto UtenteBrianz » 18 apr 2016, 15:45

A mia esperienza, i tecnici di alcune ASl partono dal presupposto (che non mi pare supportato da alcuna articolo di legge) che le ciabatte sono pericolose in quanto:
- giacenti sul pavimento in modo volante (inciampo, calpestamento, strappo, ecc)
- con gli alveoli verso l'alto (ingresso di sporco, liquidi, ecc)
Vengono tirati in ballo anche:
- la maggiori possibilità di abusi (schuko infilate nelle prese italiane, alberi di natale di prese e spine, casini di cavi, supero della portata della ciabatta, ecc)
- oltre al "quelle cinesi..." che hanno CE fasulli e qualità realmente pessima.

Per la ASL locale mi è capitato di vedere l'imposizione:"ciabatte ok, ma devono essere fissate stabilmente al muro". Col che perdono il senso di "prese mobili a ricettività multipla".

A mio parere le ciabatte sono da considerare come elemento dell’utilizzatore e quindi non soggette alle prescrizioni della norma CEI 64-8. Se dotate delle omologazioni europee e italiche (ad es. IMQ), sono usate in modo adeguato, sono poste in posizioni non critiche, non vedo ragione per non impiegarle.

Però, in questi casi la ragione è relativa all'art.V , a meno di iniziare contenziosi.
Avatar utente
Foto UtenteBrianz
5.828 5 10
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 865
Iscritto il: 24 mar 2016, 11:27

2
voti

[9] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto Utenteattilio » 18 apr 2016, 16:10

Emanuele78 ha scritto:a seguito di sopralluogo tecnico ASL [..] il tecnico ha chiesto che venissero sostituite tutte le "ciabatte multipresa"

sostituite con cosa?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,7k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8426
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[10] Re: L' utilizzo di ciabatte in ambienti di lavoro è fuori no

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 18 apr 2016, 16:13

Attilio ha scritto:sostituite con cosa?


Prese in scatole IP66 fissate a parete e, ovviamente, protette opportunamente da IMTD.
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
135 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 497
Iscritto il: 15 mar 2010, 17:53

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti