Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

DDi in bt

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] DDi in bt

Messaggioda Foto UtenteDomenico2 » 17 mag 2016, 20:02

salve sono nuovo del forum.
sono un studente in ing.elettrica.
i miei dubbi riguardano un impianto attivo con allacciamento in Mt di tipo TN-S.
tale impianto può funzionare in parallelo oppure in isola.
è previsto un ddi in bt.
nel passaggio da parallelo ad isola il neutro viene commutato sull'impianto di terra.
perche questa commutazione del neutro?
non si poteva usare l'atterramento fatto sul secondario del trasformatore.
vi ringrazio anticipatamente
Avatar utente
Foto UtenteDomenico2
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 17 mag 2016, 18:09

1
voti

[2] Re: DDi in bt

Messaggioda Foto Utentedemos81 » 18 mag 2016, 12:41

credo che sia perché se il DDI apre e tu hai un generatore che va in isola, dovendo mantenere la sezione privilegiata con sistema TN a quel punto devi mettere a terra il neutro del generatore che in questa fase (DDI aperto) è isolato dal resto di impianto.
l'atterramento del neutro in cabina in quel momento è isolato dall'impianto in isola.
è la prima spiegazione che mi viene in mente.
Avatar utente
Foto Utentedemos81
1.454 1 6 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 599
Iscritto il: 16 mar 2009, 20:56

1
voti

[3] Re: DDi in bt

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 18 mag 2016, 12:50

Se il DDI è quadripolare la spiegazione è quella che ti ha dato Foto Utentedemos81
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.923 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2939
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

0
voti

[4] Re: DDi in bt

Messaggioda Foto Utentedemos81 » 18 mag 2016, 12:51

Grazie Giovepluvio, avevo dimenticato la puntualizzazione.
Avatar utente
Foto Utentedemos81
1.454 1 6 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 599
Iscritto il: 16 mar 2009, 20:56

0
voti

[5] Re: DDi in bt

Messaggioda Foto UtenteDomenico2 » 18 mag 2016, 15:39

si puo usare un ddi tripolare per evitare la commutazione del neutro?
o si e obbligati ad usare un quadripolare
Avatar utente
Foto UtenteDomenico2
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 17 mag 2016, 18:09

0
voti

[6] Re: DDi in bt

Messaggioda Foto Utentedemos81 » 18 mag 2016, 16:01

da cei 0-16
Qualora il DDI sia installato sul livello BT, esso deve essere costituito da un interruttore
automatico con bobina di apertura a mancanza di tensione manovrabile dall’operatore, ovvero
da un contattore coordinato con dispositivi di protezione da cortocircuito atti al sezionamento(fusibili) conforme alla Norma CEI EN 60947-4-1 (categoria AC-1 o AC-3 rispettivamente in assenza o presenza di carichi privilegiati fra l’uscita in c.a. del sistema di generazione e dispositivo di interfaccia).

A differenza della cei 0-21 qui non parla del contattore come onnipolare ossia in grado di sezionare tutti i conduttori attivi presenti però ti dice anche
Il dispositivo di interruzione deve essere dimensionato sulla base della configurazione
d’impianto dell’Utente e, per quanto riguarda le caratteristiche ai fini del sezionamento dei
circuiti, deve essere conforme a quanto prescritto nella Norma CEI 64-8.

hai un TN-S quindi per te il neutro è un conduttore attivo e va soggetto al sezionamento se distribuito con le prescrizioni della 64-8.
Ho ricontrollato e ti dico che a mio avviso potresti non sezionare il neutro e mandarlo direttamente a valle del contattore
Avatar utente
Foto Utentedemos81
1.454 1 6 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 599
Iscritto il: 16 mar 2009, 20:56

0
voti

[7] Re: DDi in bt

Messaggioda Foto UtenteDomenico2 » 18 mag 2016, 18:42

vi ringrazio per le risposte.
allora potrei evitare la commutazione del neutro, considerando un ddi tripolare.
non sezionare il neutro con il ddi, lasciando l'atterramento sul trasformatore.
Avatar utente
Foto UtenteDomenico2
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 17 mag 2016, 18:09

0
voti

[8] Re: DDi in bt

Messaggioda Foto Utentealphabit » 19 mag 2016, 18:26

Ciao, non mi sembra così semplice, adesso sono fuori sede e non posso controllare, avevo affrontato la cosa tempo fa, se vuoi essere sicuro ti conviene dare una occhiata alla norma cei 11-20 oppure al volume gruppi elettrogeni di TNE. Un saluto
Avatar utente
Foto Utentealphabit
425 2 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 707
Iscritto il: 20 mar 2007, 6:52
Località: Milano


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti